"SE TORNA D’ALEMA IL PARTITO ESPLODE" – I DEM SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI PER IL VENTILATO RITORNO DI "BAFFINO" CHE SI CHIAMA FUORI: “SONO IN PENSIONE, NON PARTECIPO” – ELLY SCHLEIN CHE PARLA DI “RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE” FINISCE NELLA BUFERA – MA ANCHE BONACCINI HA LE SUE GATTE DA PELARE CON L’INGOMBRANTE PRESENZA DI VINCENZO DE LUCA E MICHELE EMILIANO TRA I SUOI SOSTENITORI (ALLA FINE "RISVOLTINO" BONACCINI POTREBBE NON STRINGERE ALLEANZE CON IL RAS PUGLIESE)

-

Condividi questo articolo


1 - D'ALEMA SI SMARCA DAL NUOVO PD

Estratto dell'articolo di Alessandro Di Matteo per “la Stampa”

 

letta d'alema letta d'alema

Si definisce «in pensione», Massimo D'Alema. L'ex premier usa una delle sue provocazioni per tirarsi fuori dalla polemica sul suo possibile ritorno nel Pd insieme al resto di Articolo Uno. Il partito nato dalla scissione della sinistra dem ai tempi di Matteo Renzi ieri ha votato in direzione il via libera al ritorno a casa, anche se una casa profondamente ristrutturata come – nelle intenzioni – dovrebbe essere il "Nuovo Pd".

 

Un «ricongiungimento familiare», lo ha definito Elly Schlein, ma forse la metafora più appropriata è quella di una coppia separata che prova a ricominciare da capo.

 

E come sempre in questi casi non è semplice mettere alle spalle tutte le scorie che avevano portato alla rottura, come dimostra l'agitazione che sta creando appunto il possibile ritorno di D'Alema.

 

Lui, d'accordo con Roberto Speranza, prova appunto a chiudere la discussione: «Davvero non saprei cosa rispondere perché io sono in pensione, da almeno 7 anni. Non so davvero come posso partecipare al dibattito». 

 

(...)

 

bersani d'alema bersani d'alema

2 - PRIMARIE PD, DA D’ALEMA A EMILIANO SE I SUPPORTER DIVENTANO UN «PESO»

Estratto dell'articolo di Maria Teresa Meli per il “Corriere della Sera”

 

A ognuno la sua croce. È un proverbio che vale anche in politica, come sanno bene sia Elly Schlein che Stefano Bonaccini. La leader di Occupy Pd, per esempio, deve sopportare il fardello di un gruppo di supporter che non sempre incontra il suo gradimento.

 

(...)

 

bersani d'alema bersani d'alema

Tranquilli, invece, i rapporti di Schlein con Dario Franceschini, che intelligentemente, preferisce restare nell’ombra. Tiepidi quelli con Andrea Orlando. Ma anche Bonaccini ha le sue gatte da pelare. Finora l’ingombrante presenza di Vincenzo De Luca e Michele Emiliano nella schiera dei suoi sostenitori non gli ha creato troppi problemi. Non ha dovuto nemmeno recitare la formula della «sacra» promessa che il governatore della Puglia pretendeva dal candidato che si accingeva a sostenere: «Mai alleanze con Calenda e Renzi». Però erano in molti tra i fedelissimi di Bonaccini a temere che il presidente dell’Emilia-Romagna alla fine perdesse la pazienza e non stringesse l’accordo con Emiliano. 

 

massimo d alema vino massimo d alema vino MASSIMO D'ALEMA E STEFANO BONACCINI MASSIMO D'ALEMA E STEFANO BONACCINI DE LUCA EMILIANO LETTA 3 DE LUCA EMILIANO LETTA 3

(...)

elly schlein elly schlein meme sui candidati al congresso pd meme sui candidati al congresso pd SPARTITI - IL TITOLO DEL MANIFESTO SUL PD SPARTITI - IL TITOLO DEL MANIFESTO SUL PD bonaccini schlein de micheli cuperlo bonaccini schlein de micheli cuperlo

 

Condividi questo articolo

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

“PENSO CHE UN COLPO DI STATO MILITARE POSSA ESSERE POSSIBILE” – PUTIN È ALLE BATTUTE FINALI? SECONDO ABBAS GALLYAMOV, EX SPEECHWRITER DEL PRESIDENTE RUSSO, SÌ: “L’ECONOMIA STA PEGGIORANDO E LA GUERRA È PERSA. I RUSSI CERCHERANNO DI TROVARE UNA SPIEGAZIONE DEL PERCHÉ TUTTO QUESTO STA ACCADENDO. SI RISPONDERANNO DA SOLI. TEMPO UN ANNO, UN COLPO DI STATO DIVENTA REALE. SENZA VITTORIA SULL'UCRAINA, DOVRÀ AFFRONTARE I RUSSI IN DIFFICOLTÀ. I RUSSI NON HANNO BISOGNO DI LUI SE NON È FORTE. POTREBBE…”

“FACCETTA ROSSA” – ALDO GRASSO IRONIZZA SU GUIDO CROSETTO CHE HA CEDUTO ALLE INSISTENZE DI FIORELLO E HA INTONATO “BELLA CIAO”  - ALDO CAZZULLO SPIEGA PERCHE’ IL MINISTRO DELLA DIFESA HA CANTATO IL BRANO SIMBOLO DELLA RESISTENZA: "LO HA FATTO PER NON DARE UN DISPIACERE A FIORELLO E POI PERCHE’ E’ DI MARENE, IN PIEMONTE. DALLE SUE PARTI, CHE POI SONO LE MIE, QUANDO INTONAVAMO ‘BELLA CIAO’ DA RAGAZZI NON ERAVAMO NEPPURE SFIORATI DALL’IDEA DI FARE UNA COSA DI SINISTRA. PERALTRO QUEL BRANO I PARTIGIANI NON L'AVEVANO MAI CANTATO…" - VIDEO