SANGIULIANO DE' MEDICI! - IL MINISTRO DELLA CULTURA, IN DUPLEX CON DONZELLI, FA E DISFA NOMINE A FIRENZE: DOPO AVER CONSENTITO A SCHMIDT DI CORRERE A SINDACO SENZA DIMETTERSI DA CAPODIMONTE (SENZA PRECEDENTI PER UN DIRIGENTE A TEMPO), ORA I DUE DONZELLETTI DELLA FIAMMA SOGNANO DI PIAZZARE A VICESINDACO DELL’ITALO-TEDESCO LA FIGLIA DEL LORO AMICO GENNARO GALDO - SODALE DEL MINISTRO DAI TEMPI DELLA COMUNE MILITANZA MISSINA A NAPOLI, GALDO È IL VICEPRESIDENTE DEL MAGGIO FIORENTINO CHE VOTÒ CONTRO L’ACCORDO NARDELLA-SANGIULIANO PER FUORTES (IL GIOCO DELLE TRE CARTE NON MUORE MAI…)

-

Condividi questo articolo


Estratto dall'articolo di Ernesto Ferrara per "la Repubblica - Firenze"

 

gennaro sangiuliano giovanni donzelli gennaro sangiuliano giovanni donzelli

Quello che ha in mente il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano lo ha fatto capire qualche sera fa alla prima del Maggio quando forse con una battuta ha detto al sindaco Nardella chi potrebbe essere la vicesindaca di Schmidt se vincesse, e cioè Alessia Galdo. Notaia, classe 1988, sarà candidata di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale in “coppia” con Alessandro Draghi, il capogruppo uscente.

 

Figlia del notaio pratese Gennaro, amicissimo di Sangiuliano dai tempi della comune giovanile militanza missina a Napoli e da lui indicato come vicepresidente del Maggio, moglie di Federico Albini, patron del supergruppo della logistica pratese Albini& Pitigliani e console del Kazakistan a Firenze.

 

Alessia Galdo Alessia Galdo

Galdo è una figura su cui molti ambienti del partito meloniano e della destra cittadina e toscana scommettono, non a caso sabato sera al Maggio posava in foto con Schmidt, Sangiuliano e Draghi, già pronta alla campagna. Peraltro il nome di Alessia Galdo balzò agli onori delle cronache anche a Prato nei mesi scorsi, prima che venisse scelto Gianni Cenni come candidato della destra e fu proprio il colonnello Fdi Giovanni Donzelli, molto legato a Sangiuliano, ad avanzare la proposta. [...]

Alessandro Draghi gennaro sangiuliano Alessia Galdo Eike Schmidt Alessandro Draghi gennaro sangiuliano Alessia Galdo Eike Schmidt Alessia Galdo Alessia Galdo Alessia Galdo Alessia Galdo

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)

DAGOREPORT - RINNEGANDO LE SVASTICHELLE TEDESCHE DI AFD, MARINE LE PEN SPERAVA DI NON ESSERE PIU' DISCRIMINATA DAGLI EURO-POTERI: MA CONTRO DI LEI C’È MACRON, CHE LA DETESTA - IL TOYBOY DELL’ELISEO HA LA LEADERSHIP DELL'UNIONE EUROPEA E DARÀ LE CARTE DOPO IL 9 GIUGNO. INSIEME CON SCHOLZ E IL POLACCO TUSK NON VUOLE LE DESTRE TRA LE PALLE: UNA SCHICCHERA SULLE RECCHIE DI GIORGIA MELONI, CHE, CON LA SUA ECR, SARÀ IRRILEVANTE E DOVRA' ACCONTENTARSI, AL PARI DI LE PEN, DI UN COMMISSARIO DI SERIE B – LA FUSIONE A FREDDO TRA GLI “IDENTITARI” DI LE PEN E I “CONSERVATORI” DELLA “SÒLA GIORGIA” POTREBBE AVVENIRE, MA SOLO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE. MA TRA LE DUE CI SONO SOLO OPPORTUNISMI