UN SASSOLI NELLA SCARPA DI ZINGA - IL PD PUNTA FORTE SUL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO COME CANDIDATO SINDACO DI ROMA (OLTRE CHE IN VATICANO PIACE MOLTO ANCHE DALLE PARTI DEL QUIRINALE E SI DICE SIA GRADITO ANCHE A UNA PARTE IMPORTANTE DEI 5 STELLE OLTRE CHE A RENZI). SE NON CI STA, IL PIANO B SAREBBE IL MINISTRO ROBERTO GUALTIERI (AUGURI!) - DAL NAZARENO IRONIE SULLA FERILLONA: "RIVOTA LA RAGGI? SARA' UNA DELLE POCHE..."

-

Condividi questo articolo

sassoli gualtieri sassoli gualtieri

Marco Antonellis per “Italia Oggi”

 

Il prossimo sindaco di Roma avrà il compito di ospitare nella Città eterna i milioni di pellegrini che arriveranno in occasione del Giubileo del 2025.

 

Il che tradotto dal politichese vuol dire fiumi di denaro che arriveranno sulla capitale, potere e visibilità internazionale. Una vera e rara opportunità di questi tempi in Italia. Per questo continua senza sosta il pressing dei partiti per individuare il candidato giusto.

 

sassoli sassoli

Pressing che si farà più forte dopo le regionali di settembre e che interesserà anche gli ambienti vaticani: con il giubileo in arrivo è impossibile pensare di candidare nomi sgraditi Oltretevere. Per questo il Pd (dove non sono viste di buon occhio le autocandidature per le primarie che spuntano come funghi in questo giorni: il rischio è la dispersione del voto) farà di tutto per convincere il presidente del parlamento europeo David Sassoli a scendere in campo (oltre che in Vaticano piace molto anche dalle parti del Quirinale e si dice sia gradito anche a una parte importante dei 5 Stelle oltre che a Matteo Renzi).

 

roberto gualtieri roberto gualtieri

Tuttavia sono due gli ostacoli che il Pd dovrà superare per convincere l' attuale numero 1 del l' assemblea elettiva europea: dovrà essere una candidatura unitaria da parte di tutto il Nazareno e soprattutto poi bisognerà convincere gli altri partiti della coalizione per arrivare a un consenso «largo». Altrimenti il «niet» da parte dell' attuale presidente dei parlamentari europei è assicurato, adesso come in futuro.

 

Perciò se non dovesse andare in porto l' operazione Sassoli, il Pd ha già pronto il piano B: l' attuale numero uno dell' economia Roberto Gualtieri, nome tra i più graditi a Bruxelles. L' attuale ministro dell' economia per molti nel Pd sarebbe l' ideale per il rilancio della capitale a suon di investimenti, soprattutto per quelli provenienti dall' Europa.

sabrina ferilli flavio Cattaneo sabrina ferilli flavio Cattaneo

 

Intanto ha fatto clamore che Sabrina Ferilli abbia annunciato «urbi et orbi» che potrebbe rivotare Virginia Raggi a Roma. «Se rivoterei Raggi? A oggi non ho motivi per non rivotarla» ha detto l' attrice. «Sarà una delle poche», commentano sarcastici dal Nazareno.

 

Il punto è che nel centrosinistra il pensiero è andato immediatamente al super manager Flavio Cattaneo, marito della Ferilli, accreditato come possibile candidato di Giorgia Meloni e Matteo Salvini a Roma proprio contro la Raggi (e spesso considerato papabile per i vertici delle più importanti aziende statali). Il manager però ha smentito ogni interessamento per il Campidoglio.

sassoli merkel sassoli merkel cattaneo ferilli cattaneo ferilli DAVID SASSOLI URSULA VON DER LEYEN DAVID SASSOLI URSULA VON DER LEYEN david sassoli 2 david sassoli 2 david sassoli david sassoli ANTONIO TAJANI DAVID SASSOLI ANTONIO TAJANI DAVID SASSOLI DAVID SASSOLI SERGIO MATTARELLA DAVID SASSOLI SERGIO MATTARELLA mike pompeo david sassoli mike pompeo david sassoli enrico letta sassoli enrico letta sassoli david sassoli ursula von der leyen 1 david sassoli ursula von der leyen 1 THEODORE THEODORIDIS DAVID SASSOLI THEODORE THEODORIDIS DAVID SASSOLI sassoli sassoli sassoli sassoli PAOLO GENTILONI DAVID SASSOLI PAOLO GENTILONI DAVID SASSOLI GRETA THUNBERG DAVID SASSOLI GRETA THUNBERG DAVID SASSOLI DAVID SASSOLI URSULA VON DER LEYEN DAVID SASSOLI URSULA VON DER LEYEN MERKEL E SASSOLI MERKEL E SASSOLI

 

Condividi questo articolo

politica

LA PACCHIA E' FINITA, CONTE INGOIA IL PRIMO MAXI-ROSPO: ADDIO ALLA GESTIONE IN SOLITUDINE DEL RECOVERY FUND - CON LA LAMA SUL COLLO, “GIUSEPPI” VIENE COSTRETTO A UNA GESTIONE COLLEGIALE DEI FINANZIAMENTI UE: LA GESTIONE SARA' NELLE MANI DI UNA CABINA DI REGIA FORMATA DAL MES DI GUALTIERI, DAL MISE DI PATUANELLI E DA AMENDOLA: 2 DEL PD E UNO DEL M5S, CHE SCEGLIERANNO SEI MANAGER, POI COADIUVATI DA UNA TASK FORCE DI 300 PERSONE - IN ATTESA DI UNA PANDEMIA PIATTA E VACCINATA CHE PERMETTA DI LIQUIDARLO, IL PREMIER PER CASO VIENE "COMMISSARIATO" DAI PARTITI DI GOVERNO

QUI C’È PUZZA DI PATRIMONIALE - SCATENA IL PUTIFERIO L’EMENDAMENTO ALLA MANOVRA DI BILANCIO DI FRATOIANNI E FIRMATA DALLA SINISTRA PD (TRA CUI ORFINI) CHE INTRODURREBBE UNA PATRIMONIALE OLTRE 500MILA EURO – SE PER FORZA ITALIA E' UNA “RAPINA DELLA SINISTRA'', NEL PD REGNA L’IMBARAZZO. POI  ARRIVA DI MAIO E BLOCCA TUTTO: "NIENTE PATRIMONIALE, VIA PICCOLE TASSE..." - DAGO: LA PATRIMONIALE SAREBBE UN COLPO PESANTE PER L'ECONOMIA, GIA' A PEZZI COL COVID, E UN SUICIDIO PER I PARTITI AL GOVERNO VISTO CHE FRA POCHI MESI SI ANDRA' A VOTALE PER I SINDACI DI MILANO, ROMA, NAPOLI, TORINO...

I POLIZIOTTI PESTANO UN ''NERONE'', MACRON PESTA UN MERDONE - VIDEO: IL PRODUTTORE RAP MICHEL ZECLER VIENE PICCHIATO SELVAGGIAMENTE DA 4 AGENTI. ''MI DICEVANO 'SPORCO NEGRO'''. POTEVA ESSERE LA SUA PAROLA CONTRO LA LORO, MA LE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA HANNO CONFERMATO LA SUA VERSIONE - MACRON HA PROPOSTO UNA LEGGE CHE LIMITI LA DIFFUSIONE DELLE IMMAGINI DI INTERVENTI DI POLIZIA, CHE SI COMPORTA A VOLTE IN MODO VIOLENTO CON GILET GIALLI E MANIFESTANTI. ORA IL PRESIDENTE È NEI GUAI