SI SFALDA FORZA ITALIA - L’EX GOVERNATORE DELLA CAMPANIA, STEFANO CALDORO, LASCIA IL PARTITO DI BERLUSCONI: “IL RAPPORTO E’ ORMAI IRREPARABILE” - GIÀ NEGLI SCORSI GIORNI CALDORO AVEVA SOTTOLINEATO “L’ENORME PROBLEMA POLITICO” RAPPRESENTATO DALL'ASSENZA DI ESPONENTI DEL SUD NELLE SCELTE DEL PARTITO SUI MINISTRI E I CAPIGRUPPO - E’ UN ADDIO CHE RENDE SEMPRE PIÙ VICINA LA SCOMPARSA DEL GRUPPO CONSILIARE AZZURRO DAL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA…

-

Condividi questo articolo


Da www.liberoquotidiano.it

 

silvio berlusconi saluta cicchitto caldoro e nencini silvio berlusconi saluta cicchitto caldoro e nencini

Stefano Caldoro rompe con Forza Italia. E il rapporto sarebbe ormai "irreparabile". A spiegarlo ai suoi, secondo l'Adnkronos, lo stesso ex presidente della Regione Campania e già ministro nel governo Berlusconi III. La decisione è da formalizzare, ma è imminente, forse questioni di giorni, se non di ore. La destinazione è nota: Fratelli d’Italia. Rispetto alle ragioni, Caldoro già negli scorsi giorni aveva sottolineato “l’enorme problema politico” rappresentato dall'assenza di esponenti del Sud nelle scelte di Forza Italia sui ministri e i capigruppo.

 

berlusconi mussolini caldoro berlusconi mussolini caldoro

Con lui, anche il consigliere regionale Massimo Grimaldi sembra essere in procinto di lasciare il partito di Silvio Berlusconi. La mancata nomina a sottosegretario alle Infrastrutture di Grimaldi, al quale è stato preferito Tullio Ferrante - considerato vicino a Marta Fascina, compagna di Berlusconi - avrebbe peggiorato il tutto.

 

Si tratterebbe, dunque, di un duplice addio che renderebbe sempre più vicina la scomparsa del gruppo consiliare di Forza Italia dal Consiglio regionale della Campania: come consigliere rimarrebbe il solo Franco Cascone. Ma questi non sono gli unici malumori all'interno del centrodestra. Solo ieri, nella giornata di mercoledì 2 novembre, un'altra storica esponente azzurra, Valentina Aprea, ha annunciato l'addio dopo quasi 30 anni di militanza nel gruppo di Berlusconi.

berlusconi caldoro berlusconi caldoro

 

Eppura, precisa Caldoro, non c'è "nessuna scissione", ma solo idee diverse. Una scelta “sbagliata”, a detta dell’ex ministro, se si considera come in Campania e più in generale al Sud Fi abbia ottenuto un buon risultato alle elezioni. Tutto questo, tra l'altro, per Caldoro, è in controtendenza rispetto alla decisione del presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che ha affidato incarichi di prestigio a nomi quali Gennaro Sangiuliano, Nello Musumeci e Raffaele Fitto. Insomma, Caldoro e Grimaldi lasceranno a breve il gruppo di Fi in Consiglio regionale della Campania e - assicura chi è a loro vicino - analoghe situazioni "di agitazione" si potrebbero verificare anche in altre regioni.

 

Condividi questo articolo

politica

QUAL È IL COLMO PER IL PRIMO PREMIER NATO DA GENITORI IMMIGRATI? VARARE LA LEGGE ANTI-MIGRANTI PIÙ DURA DI SEMPRE – IN INGHILTERRA IL PRIMO MINISTRO RISHI SUNAK STUDIA UNA LEGGE PER CONTRASTARE L'IMMIGRAZIONE ILLEGALE TALMENTE DURA CHE POTREBBE VIOLARE IL DIRITTO INTERNAZIONALE - SE LA CORTE EUROPEA PER I DIRITTI DELL’UOMO METTERÀ I BASTONI FRA LE RUOTE AL SUO PROGETTO, SUNAK SAREBBE PRONTO A UN’ALTRA BREXIT, QUESTA VOLTA DALLA CONVENZIONE EUROPEA SUI DIRITTI DELL’UOMO…

POSTA! - CARO DAGO, IN TEMPI NON SOSPETTI, IL TUO "DISGRAZIATO" SITO SUGGERIVA ALLA MELONI DI NON CURARSI DEGLI ATTACCHI STRUMENTALI MA DI PREOCCUPARSI DI CREARE INTORNO A SÉ UNA CLASSE DIRIGENTE CAPACE E CREDIBILE. ORA PURTROPPO I FATTI TI DANNO RAGIONE, COME È POSSIBILE AVERE AL GOVERNO I DELMASTRO E DONZELLI, DUE GIANNI E PINOTTO DELLA POLITICA? SE PER GRATITUDINE LA MELONI NON NE CHIEDE LE DIMISSIONI, DOVREBBERO DARLE LORO PER CORRETTEZZA E PER TOGLIERE ARGOMENTI ALLA SINISTRA CHE APPOGGIA COSPITO E COMPAGNI...