SONO GIORGIA, SONO UNA DONNA E SONO PIU’ AMATA DI SALVINI - FRATELLI D’ITALIA VOLA, LA MELONI HA UN INDICE DI GRADIMENTO SUPERIORE DEL 4% RISPETTO ALL'ALLEATO LEGHISTA (E SOLO IL 3% IN MENO RISPETTO A CONTE) -LA CRESCITA DEL PARTITO DI GIORGIA SI DEVE ALLA CAPACITA’ DI DRENARE ELETTORI ALLA LEGA, E AL RECUPERO NON TRASCURABILE DI ELETTORI PRECEDENTEMENTE ASTENUTI…

-

Condividi questo articolo

Da adnkronos.com

 

matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo 1 matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo 1

Non si arresta la forza attrattiva di Fratelli d'Italia che sale al 12,7%, portandosi a poco più di 2 punti dal Movimento 5 Stelle. Questo il risultato delle ultime rilevazioni dell'Istituto Ixè per 'Cartabianca'.

 

Il partito di Giorgia Meloni è sostenuto dall'elevato indice di gradimento della stessa leader, che può contare sulla fiducia del 35% degli elettori, solo il 3% in meno rispetto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il 4% in più rispetto all'alleato Matteo Salvini.

 

La crescita di Fratelli d'Italia, che al momento raddoppierebbe i consensi rispetto alle Europee dell'anno scorso, si deve ad un altissimo tasso di riconferma, alla capacità di drenare elettori dagli alleati di centro destra, in particolare dalla Lega, e al recupero non trascurabile di elettori precedentemente astenuti.

meloni meloni matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo 2 matteo salvini e giorgia meloni alla foiba di basovizza per il giorno del ricordo 2 giorgia meloni a washington national prayer breakfast giorgia meloni a washington national prayer breakfast

 

meloni meloni meloni meloni GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI meloni meloni

 

Condividi questo articolo

politica

VOLANO GLI STRACCI TRA GOVERNO E REGIONI SUL DIFFONDERSI DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS. J’ACCUSE DI CONTE: "IL FOCOLAIO PERCHÉ UN OSPEDALE NON HA SEGUITO I PROTOCOLLI. PRONTI A INTERVENIRE SUI POTERI DEI GOVERNATORI. NON È POSSIBILE CHE TUTTE LE REGIONI VADANO IN ORDINE SPARSO”. IL PRESIDENTE DELLA LOMBARDIA FONTANA AL CONTRATTACCO: "PAROLE IN LIBERTA’, LE SUE IDEE IRRICEVIBILI E OFFENSIVE". DALLA LEGA: "IL PREMIER DICE COSE DA FASCISTA". SOSPESO IL PAGAMENTO DELLE TASSE NELLE ZONE ROSSE