STAPPA UN PRODINO –“RENZI? HA LO STESSO OBIETTIVO CHE AVEVA BERTINOTTI: ROMPERE” – IL "MORTADELLA" DA FLORIS SPARA A PALLE INCATENATE SU MATTEUCCIO: “SE CONTE AVESSE DETTO ‘VADO SUBITO A COSTRUIRE IL PONTE SULLO STRETTO', RENZI AVREBBE RISPOSTO CHE BISOGNAVA FARE ANCHE IL PONTE PER LA SARDEGNA. INCONCEPIBILE  VOLER BUTTARE GIÙ IL GOVERNO QUANDO GIOVEDÌ PROSSIMO BISOGNA DECIDERE SUI RISTORI” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Da unionesarda.it

 

renzi renzi

Matteo Renzi come Fausto Bertinotti. Ad azzardare il paragone è l'ex presidente del Consiglio Romano Prodi, il cui governo fu fatto cadere proprio dall'ex segretario di Rifondazione Comunista.

 

"Quello che sta avvenendo mi ricorda tante cose. Quando io mi trovai nel mio primo governo con Bertinotti tentavo di mediare ma lui aveva un altro obiettivo. A me sembra che Renzi abbia assolutamente lo stesso obiettivo di Bertinotti, cioè rompere", ha detto l'ex premier intervenendo a Di Martedì su La7.

 

Prodi Prodi

"Succede questo quando in una coalizione un partito vede che in qualche modo la coalizione gli toglie voti, più bene va la coalizione più il partito ha dei problemi e allora reagisce prima che sia troppo tardi. Questo è il fenomeno che avviene", ha aggiunto Prodi.

 

Parla di crisi "inconcepibile", l'ex inquilino di Palazzo Chigi. L'obiettivo di Renzi? "Lui ha la sicurezza che non si andrà ad elezioni e che alla fine qualcosa la ottiene. Questo è il suo punto di vista e io credo che abbia fatto bene Conte a dire 'se poi rompe, rompe...'. Non è che si possa poi riprendere dentro le cose".

renzi conte renzi conte

 

Infine la battuta: "In questi giorni Renzi ha detto anche tante cose giuste, ma ogni proposta che veniva accettata lui alzava ancora l'asticella. Se Conte avesse detto 'mi vesto da muratore e vado subito a costruire il Ponte sullo Stretto' Renzi avrebbe detto che bisognava fare anche il Ponte per la Sardegna".

renzi conte stampa estera renzi conte stampa estera renzi conte renzi conte fausto bertinotti foto di bacco fausto bertinotti foto di bacco renzi renzi

 

 

Condividi questo articolo

politica

STAVOLTA PAGA ROCCO - CECCARELLI: "IL POTERE ESIGE SACRIFICI UMANI, PER CUI CONTE, SE DAVVERO VUOLE RESTARE, POTREBBE ESSERE COSTRETTO A IMMOLARE CASALINO SULL'ALTARE DEL SUO IPOTETICO GOVERNO TER. TANTA GENTE NON PUÒ VEDERE CASALINO. ALCUNI, LO GIUDICANO UN PARVENU, UN ABUSIVO. CASALINO, CHE DI CONTE È AMICO, PORTAVOCE, SPIN DOCTOR, MA ANCHE ATTORE, REGISTA E DEMIURGO, HA FATTO DI LUI QUELLO CHE È OGGI. IL PUNTO CRUCIALE È CHE NESSUNO PIÙ DI LUI PARE FIGLIO DI QUESTO TEMPO E DI QUESTO POTERE INQUALIFICABILE"

“I BENETTON VOLEVANO SOLO DIVIDENDI, DIVIDENDI, DIVIDENDI…” – LE TELEFONATE TRA L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI ATLANTIA CARLO BERTAZZO, IL PRESIDENTE FABIO CERCHIAI E GIANNI MION CHE PARLANO ALLEGRAMENTE DI CASTELLUCCI E DELLE STRATEGIE DELLA HOLDING: “LUI DICE CHE DEVONO USCIRE. SE LUI DICESSE I BENETTON SONO DEI CAZZONI, PUÒ ESSERE. MA CHE L'ABBIANO INGESSATO COSTRINGENDOLO CON QUESTI DIVIDENDI, NON CI CREDO" – "È UNA DIFESA INDEGNA, MENTRE LUI STA LAVORANDO CON QUALCHE FONDO PER ORGANIZZARE LA CORDATA..."