TE PAREVA: GLI EUROPEI POTREBBERO ACCOLLARSI LA GESTIONE DEI PROFUGHI PALESTINESI – LA CASA BIANCA STA TRATTANDO CON L’UNIONE EUROPEA PERCHÉ GESTISCA IL VALICO DI RAFAH VERSO L’EGITTO, COME GIÀ FACEVA FINO A 17 ANNI FA – SI AVVICINA LA FINE DELL’ULTIMATUM DI BENNY GANTZ A NETANYAHU (L’8 GIUGNO) E ANCORA IL PIANO PER LA GESTIONE DI GAZA È MOLTO LONTANO…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Davide Frattini per il “Corriere della Sera”

 

netanyahu biden netanyahu biden

Il prima e il dopo. E sempre Benjamin Netanyahu in mezzo con i suoi 13 anni al potere sugli ultimi 15. I documenti diffusi ieri raccontano che il primo ministro era stato avvertito delle minacce, del fatto che «i nemici stavano aspettando di vedere quanto Israele si sarebbe indebolito da solo» per le proteste contro il piano giustizia antidemocratico del governo. O quanto si aprisse la possibilità «di un attacco inaspettato». Bibi si difende rispondendo che i dossier dell’intelligence militare non identificavano un’invasione di Hamas nel sud, com’è avvenuto il 7 ottobre.

 

TANK ISRAELIANI AMMASSATI VICINO AL VALICO DI RAFAH TANK ISRAELIANI AMMASSATI VICINO AL VALICO DI RAFAH

Il premier […] si prepara alla possibile commissione che dovrà indagare le responsabilità per il disastro di strategia, responsabilità che non si è mai preso, a differenza dei vertici dell’esercito e dei servizi segreti. Un’inchiesta di Stato è quello che chiede Benny Gantz, il leader dell’opposizione entrato nel consiglio di guerra ristretto per l’emergenza: dopo l’ultimatum — il governo deve cambiare rotta o «me ne vado» l’8 giugno — l’ex generale sta alzando la pressione sull’avversario elettorale al di là degli appelli all’unità.

 

Netanyahu Benny Gantz Yoav Gallant Netanyahu Benny Gantz Yoav Gallant

Il dopo è quel piano per la gestione della Striscia […]. Netanyahu continua a rinviare qualsiasi ipotesi […] così la comunità internazionale muove i primi passi sulla mappa dei 363 chilometri quadrati di cui i fondamentalisti hanno preso il controllo con le armi nel 2007, togliendolo al presidente Abu Mazen.

 

La Casa Bianca — scrive Politico — sta trattando con l’Unione europea perché gestisca il valico di Rafah verso l’Egitto, chiuso dopo l’inizio dell’incursione israeliana nella cittadina: Yoav Gallant, il ministro della Difesa, proclama che l’invasione si intensificherà.

 

PROTESTE CONTRO BENJAMIN NETANYAHU PROTESTE CONTRO BENJAMIN NETANYAHU

Fino a 17 anni fa […] l’Eubam (di cui facevano parte anche i carabinieri italiani) controllava materiali e persone al passaggio dall’Egitto verso i territori palestinesi. Gli israeliani sarebbero disposti ad accettare una presenza dell’Autorità di Ramallah sul confine, ma in modo non ufficiale, anche per proteggere queste forze dagli attacchi di Hamas.

 

Dopo la decisione presa da 3 Paesi europei — Spagna, Irlanda e Norvegia — di riconoscere lo Stato palestinese, Netanyahu minaccia «conseguenze» e vuole punire Abu Mazen trattenendo i fondi che dovrebbe inviargli.

 

proteste contro netanyahu in israele 2 proteste contro netanyahu in israele 2

Il dopo è pure una soluzione agli scontri degli ultimi 230 giorni con l’Hezbollah libanese: le sirene sono risuonate tra le colline dell’Alta Galilea, almeno 30 razzi sono stati lanciati sui villaggi ormai evacuati, l’aviazione di Tsahal ha ucciso un comandante dei paramilitari sciiti sostenuti dall’Iran.

 

Netanyahu ha visitato gli ufficiali del Comando Nord e ha promesso di spingere Hezbollah lontano dal confine, gli americani continuano a cercare una soluzione diplomatica. […]

biden netanyahu 2 biden netanyahu 2 BENJAMIN NETANYAHU - JAKE SULLIVAN BENJAMIN NETANYAHU - JAKE SULLIVAN RAFAH - STRISCIA DI GAZA RAFAH - STRISCIA DI GAZA VALICO DI RAFAH VALICO DI RAFAH tendopoli a rafah tendopoli a rafah

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA

VOTI A PERDERE - NELL’ITALIA DEI SONDAGGI TAROCCHI ANCHE I VOTI (REALI) SI PESANO E NON SI CONTANO - ALLE EUROPEE LA MELONI HA PERSO 700 MILA ELETTORI (-10%) RISPETTO ALLE POLITICHE 2022 – LA SCHLEIN (PD) NE HA GUADAGNATI 160 MILA RIDUCENDO LA DISTANZA TRA I DUE PARTITI AL 5% (CIRCA UN MILIONE DI CONSENSI) -  E’ LA LEGGE DELL’ASTENSIONISMO: GIU’ I VOTANTI E SU LE PERCENTUALI (EFFIMERE) – ALTRO CHE “SVOLTA A DESTRA” O LEADERSHIP RAFFORZATA DELLA DUCETTA DELLA GARBATELLA…

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ