TOGHE PULITE - IERI PALAMARA HA FATTO TREMARE IL CSM CON UN MINACCIOSO DISCORSO IN STILE CRAXI: NON ERO IL SOLO AD APPLICARE UN CERTO METODO, LO FACEVANO TUTTI... - IL CSM DÀ L'OK AL TRASFERIMENTO DI PALAMARA MA ANCORA NON SI PRONUNCIA SULLA SOSPENSIONE - ANCHE FAVA, IL PM CHE HA PRESENTATO L'ESPOSTO CONTRO IELO E PIGNATONE, PURE LUI INDAGATO A PERUGIA, CHIEDE DI CAMBIARE PROCURA

-

Condividi questo articolo

Palamara e Pignatone Palamara e Pignatone

DAGONOTA - Ieri, durante l'audizione di Palamara, i consiglieri del Csm sono rimasti basiti. Il magistrato ha infatti pronunciato un minaccioso discorso che ha ricordato a molti quello di Craxi alla Camera, del 3 luglio 1992, in cui chiamava in correità tutti i partiti del sistema politico. Allo stesso modo, Palamara avrebbe detto che non era il solo ad applicare certi ''metodi'', ma che lo facevano tutti. E che se un trojan fosse stato inserito nel cellulare di altri colleghi, si sarebbero sentite simili manovre per orientare nomine e promozioni. E il sudore freddo ha imperlato la fronte di molti, assenti e presenti...

 

 

BUFERA PROCURE:CSM,PRIMO VIA LIBERA A TRASFERIMENTO PALAMARA

luca palamara luca palamara

 (ANSA) - Arriva un primo via libera dal Csm al trasferimento chiesto in prevenzione dal pm romano Luca Palamara per evitare una procedura d'ufficio per incompatibilità, mentre si attende la decisione della Sezione disciplinare sulla sua sospensione dalle funzioni e dallo stipendio. Il primo sì arriva dalla Prima Commissione competente sulle incompatibilità ambientali e funzionali, ma ora dovrà esprimersi un'altra Commissione, la Terza. Palamara aveva chiesto di essere destinato alla Corte di appello dell'Aquila con funzioni di consigliere; ma ha poi rettificato la richiesta, indicando il tribunale dell'Aquila.

 

riccardo fuzio 2 riccardo fuzio 2

BUFERA PROCURE: ANCHE PM FAVA CHIEDE TRASFERIMENTO

 (ANSA) - Anche il pm romano Stefano Rocco Fava, indagato a Perugia per favoreggiamento e rivelazione di segreto d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta che ha coinvolto il collega Luca Palamara, ha chiesto al Csm di essere trasferito. In particolare Fava vuole essere destinato come giudice al tribunale di Tivoli o in alternativa di Velletri. Sulla richiesta dovranno esprimersi la Terza e la Prima Commissione, che gli aveva aperto la procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilità in relazione ai fatti contestati nell'inchiesta penale. Procedura che sarà archiviata nel caso la richiesta di trasferimento venisse accolta.

 

BUFERA PROCURE:CSM,SÌ A PENSIONE FUZIO,A VIA CONCORSO PER PG

 (ANSA) - Il plenum del Csm ha accettato le dimissioni dalla magistratura del Pg della Cassazione Riccardo Fuzio e ha bandito il concorso per nominare il suo successore. Fuzio lascerà l'incarico a partire dal 20 novembre , come ha comunicato lui stesso al capo dello Stato, una volta che nell'ambito dell'inchiesta di Perugia per corruzione sull'ex presidente dell'Anm Luca Palamara erano emerse le intercettazioni di un colloquio tra lui e il pm romano.

fuzio e gardini fuzio e gardini

 

Ora in quella stessa inchiesta Fuzio è indagato per rivelazione di segreto d'ufficio dopo l'esposto presentato da magistrati di diversi uffici giudiziari sulla base delle notizie di stampa: l'ipotesi da verificare è che avrebbe fornito a Palamara dettagli sull'indagine che lo riguardava. I tempi per la nomina del nuovo Pg non saranno strettissimi: le domande potranno essere presentate a partire dal 12 luglio e sino al 9 agosto. Diversi i nomi che circolano come possibili candidati alla successione di Fuzio. Tra gli altri il Pg di Roma Giovanni Salvi,che anche l'altra volta si era candidato, il Pg di Venezia Antonello Mura e gli avvocati generale in Cassazione Luigi Salvato, Pietro Gaeta e Renato Finocchi Ghersi.

 

Condividi questo articolo

politica

“IL MOVIMENTO SCELGA, SE DICONO ALTRI TRE NO ALLORA CAMBIA TUTTO” SALVINI DÀ L’ULTIMATUM A DI MAIO: “CI SONO IN BALLO L'AUTONOMIA, LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA, LA MANOVRA. CON QUESTI TRE PASSI VADO AVANTI, ALTRIMENTI… MI AUGURO CHE IL LORO VOTO A MERKEL E MACRON NON SIGNIFICHI UNA MANOVRA ALLA MONTI - SAVOINI? SULLA FANTASIA E SULLE IPOTESI, IO NON CONDANNO E NON SCARICO NESSUNO - IL CASO METROPOL UN’OPERAZIONE DEI SERVIZI? DICIAMO CHE C'È UN SISTEMA BENE ORGANIZZATO...”