TUTTI A PRENDERLO PER IL CULO, MA STAI A VEDERE CHE DI MAIO AVEVA DAVVERO (QUASI) ABOLITO LA POVERTÀ – L’EROGAZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA “HA PERMESSO DI USCIRE DALLA POVERTÀ 876MILA PERSONE NEL 2020 E OLTRE UN MILIONE NEL 2021 E NEL 2022 – LO DICE L’ISTAT: “SENZA IL REDDITO L’INCIDENZA DI POVERTÀ ASSOLUTA FAMILIARE NEL 2022 SAREBBE STATA SUPERIORE DI 3,8 E 3,9 PUNTI PERCENTUALI RISPETTIVAMENTE NEL SUD E NELLE ISOLE…”

-

Condividi questo articolo


Istat, con Rdc uscite dalla povertà un milione di persone

luigi di maio balcone luigi di maio balcone

(ANSA) - L'erogazione del Reddito di cittadinanza "ha permesso di uscire dalla povertà a 404 mila famiglie nel 2020, 484 mila nel 2021 e 451 mila nel 2022. Per quanto riguarda gli individui, l'uscita dalla povertà ha riguardato 876 mila persone nel 2020 e oltre un milione nel 2021 e nel 2022.

 

il sito per il reddito di cittadinanza 3 il sito per il reddito di cittadinanza 3

Lo indica l'Istat nel suo rapporto annuale. Senza il RdC, spiega l'Istat, "l'incidenza di povertà assoluta familiare nel 2022 sarebbe stata superiore di 3,8 e 3,9 punti percentuali rispettivamente nel Sud e nelle Isole. Tra le famiglie in affitto, l'incidenza di povertà sarebbe stata 5 punti percentuali superiore. Tra le famiglie con persona di riferimento in cerca di occupazione, l'incidenza avrebbe raggiunto il 36,2% nel 2022, 13,8 punti percentuali in più.

usuraio reddito di cittadinanza usuraio reddito di cittadinanza il sito per il reddito di cittadinanza 2 il sito per il reddito di cittadinanza 2 reddito di cittadinanza reddito di cittadinanza sit in di protesta alla sede inps di napoli degli ex percettori del reddito di cittadinanza 4 sit in di protesta alla sede inps di napoli degli ex percettori del reddito di cittadinanza 4 i corsi di formazione dopo lo stop al reddito di cittadinanza vignetta by rolli i corsi di formazione dopo lo stop al reddito di cittadinanza vignetta by rolli

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)