URBANETTO UNA NE FA E CENTO NE PENSA. ORA SI È MESSO IN TESTA DI ESSERE IL COMANDANTE DELLA MILANO POST-COVID, L’EQUILIBRISTA TRA IL GOVERNO DI ROMA E LA FINANZA DI MILANO. DA UNA PARTE STA CON L’ENTOURAGE DELL’AVVOCATO D’AFFARI SERGIO EREDE, DALL’ALTRA DÀ UNA MANO A CONTE, ATTENTAMENTE EVITANDO CHE SUL CORRIERONE COMPAIANO CRITICHE ALL’AVVOCATO DI PADRE PIO(TUTTO)

-

Condividi questo articolo

URBANO CAIRO CON LA MASCHERINA URBANO CAIRO CON LA MASCHERINA

DAGONOTA

Urbanetto una ne fa e cento ne pensa. Ora si è messo in testa di essere il comandante della Milano post-Covid, l’equilibrista tra il governo e la finanza. Da una parte sta con l’entourage di Sergio Erede, dall’altra dà una mano a Conte, attentamente evitando che sul Corrierone compaiano critiche all’Avvocato di Padre Pio(tutto).

 

Ad esempio: si sussurra che Marzio Breda, il quirinalista "ventriloquo" di Mattarella, non abbia potuto raccontare i rapporti tesi con Palazzo Chigi, a proposito della lettera di critica del Colle al Decreto Semplificazione. perché Urbano Cairo avrebbe chiesto al direttore Luciano Fontana di non sgualcire la pochette dello schiavo di Casalino e Travaglio…

urbano cairo foto mezzelani gmt2 urbano cairo foto mezzelani gmt2

 

 

URBANO CAIRO A «OGGI»: «IL TORINO NON LO VENDO. RISPETTIAMO LE REGOLE E RIPORTIAMO LE FAMIGLIE ALLO STADIO»

 

«Vendere la società? Assolutamente no. Non ho venduto prima, quando si era fatto molto bene, a maggior ragione non vendo adesso che abbiamo concluso una stagione molto al di sotto delle aspettative pur avendo tenuto tutti i giocatori e fatto innesti importanti... È andata male, dobbiamo rendercene conto e ripartire correggendo gli errori dello scorso anno», dice il presidente dei granata sulle cui prospettive dice: «Siamo all’inizio di un nuovo ciclo. Abbiamo cambiato allenatore e direttore sportivo, introdotto nuovi giocatori... Ma voglio evitare di fissare oggi i nostri obiettivi. È bene partire a fari spenti e ragionare partita dopo partita, dando tempo a Marco Giampaolo».

GIUSEPPE CONTE URBANO CAIRO GIUSEPPE CONTE URBANO CAIRO

 

Sulla Serie A afferma: «Io credo che si potrebbe portare sugli spalti un numero limitato di persone, come si è fatto del resto in alcuni eventi singoli… Quando sarà possibile, anche allo Stadio Grande Torino lo faremo in sicurezza, utilizzandolo solo in quota parte e rispettando le regole di distanziamento. Sono le famiglie e i tifosi a dare la linfa vitale al calcio».

Michela Mantovan, Urbano Cairo, Ernst Knam e Luciano Fontana Michela Mantovan, Urbano Cairo, Ernst Knam e Luciano Fontana Sergio Erede Sergio Erede

 

Condividi questo articolo

politica

''DOPO LA TOSSE DI CONTE, DA 8 E MEZZO A 38 E MEZZO!'' - VIDEO E TWEET DEL PREMIER CHE INONDA DI 'DROPLETS' LA GRUBER TERRORIZZATA - ''FORSE FA FINTA DI TOSSIRE PERCHÉ NON SA COSA RISPONDERE COME FACEVO IO DURANTE LE INTERROGAZIONI'' -''STIAMO LAVORANDO... CI STIAMO LAVORANDO... ABBIAMO CONDIVISO LINEE GUIDA... ANDREMO IN PARLAMENTO...'' - ''CONTE, 20 OTTOBRE: PRIME DOSI DI VACCINO A INIZIO DICEMBRE. CONTE, 23 NOVEMBRE: PRIME DOSI A FINE GENNAIO'' - SU DRAGHI: ''PERCHÉ AVREI DOVUTO SENTIRLO, PER DIRGLI DI FARE IL PRESIDENTE?'' - LE DOMANDE MOSCE DI SALLUSTI: ''DI CONTE CI POSSIAMO FIDARE''