ZINGA, TU VUO’ FA’ L’AMERICANO - DOPO L’INCONTRO CON BILL CLINTON E IL SINDACO DI NEW YORK, BILL DE BLASIO, TRA POCHE ORE IL SEGRETARIO DEL PD SBARCHERÀ ALLA CASA BIANCA: PRENDERÀ PARTE AD UN INCONTRO RISERVATO AL CONSIGLIO PER LA SICUREZZA NAZIONALE - CHISSÀ COME LA PRENDERÀ DONALD TRUMP…

-

Condividi questo articolo

Marco Antonellis per Dagospia

 

NICOLA ZINGARETTI NICOLA ZINGARETTI

Mentre in queste ore molti ancora si chiedono che cosa sottenda veramente la strategia "costituente" enunciata ieri al cospetto di Lucia Annunziata da Giancarlo Giorgetti (e sono in molti a ritenere che stia preparando il "piano B" al Capitano Salvini preoccupato di andare troppo presto al governo e di ritrovarsi subito con troppe gatte da pelare: Ilva, Alitalia, economia che ristagna ecc ecc) continua il viaggio del Segretario del partito democratico Nicola Zingaretti negli Stati Uniti per incontrare i Dem americani e raccontare i cambiamenti del Pd nostrano che saranno presentati ufficialmente nel prossimo week end a Bologna. Ieri è stato il turno dell’ex Presidente Bill Clinton, con un incontro durato quasi un’ora e poi con il sindaco di New York Bill de Blasio.

bill e chiara de blasio bill e chiara de blasio

 

Anche qui colloquio serrato con molte domande sul Pd e sulla situazione politica italiana. E alla fine siparietto del sindaco (con la famiglia materna  originaria del beneventano) che, saputo che fra gli accompagnatori di Zingaretti c’era anche un tifoso del Napoli, lo ha salutato con un ”La mia squadra! Forza Napoli!”.

 

bill clinton bill clinton

Oggi intanto “Zinga” si vedrà con la speaker del Congresso Nancy Pelosi, la donna che sta portando avanti l’impeachment contro il Presidente Donald Trump. Ma subito dopo Zingaretti si trasferirà addirittura alla Casa Bianca di Trump per un incontro al Consiglio della sicurezza nazionale (incontro super riservato di cui è dato sapere poco o niente). Chissà come la prenderà il focoso Donald.

 

Condividi questo articolo

politica

UN PAESE DA LICENZIARE - I SINDACATI MINACCIANO LO SCIOPERO GENERALE SE IL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI NON SARÀ ESTESO PER TUTTO IL 2020 - L'ALLUNGAMENTO POTREBBE ARRIVARE SOLO PER LE AZIENDE CHE UTILIZZERANNO LA CASSA INTEGRAZIONE. PER TUTTE LE ALTRE IL PROVVEDIMENTO, FINORA PREVISTO FINO AL 17 AGOSTO, POVREBBE SCADERE INVECE A METÀ OTTOBRE - NANNICINI: C'È UNA PENTOLA A PRESSIONE CHE POI SCOPPIERÀ. RISCHIAMO DI CREARE UNA BOMBA SOCIALE NEL 2021, QUANDO NON CI SARANNO PIÙ SOLDI DA SPENDERE…”