ALTRO CHE FIORETTO, ELISA DI FRANCISCA E ARIANNA ERRIGO SI PRENDONO A SCIABOLATE: "BAMBINA CAPRICCIOSA"; "IDEE STRAMPALATE" – “NON SIAMO PIÙ UNA SQUADRA. OGNUNO SI FA GLI AFFARI PROPRI”, DICE ELISA, MENTRE ARIANNA NON CI STA: “CI PARLASSE INVECE DI ATTACCARE” – LA DI FRANCISCA, CHE SOGNA DI ESSERE PORTABANDIERA AZZURRA A TOKYO, LA FULMINA - IL C.T. CIPRESSA: “NON CHIEDO DI ESSERE AMICHE, MA SOLO SERIETÀ”

-

Condividi questo articolo

Estratto da La Repubblica

elisa di francisca arianna errigo elisa di francisca arianna errigo

Sui social - la sua forma di espressione preferita – Arianna Errigo ha parlato di «idee strampalate » e scritto: «Se il mio obiettivo fosse veramente quello di compattare la squadra proverei a rivolgere la parola alle mie compagne invece di andarle a incolpare sui giornali. Se fossi in lei mi concentrerei sul lavoro... soprattutto adesso che ha un compito molto importante, l' ultimo assalto della gara a squadre, cosa che non le sta riuscendo nel migliore dei modi».

 

Raggiunta al telefono, Elisa Di Francisca è arrabbiata: «Tutto questo mi rattrista. Lei si deve sentire per forza chiamata in causa, è una bambina capricciosa».

 

ERRIGO VS DI FRANCISCA

Paolo Marabini per gazzetta.it

 

elisa di francisca arianna errigo elisa di francisca arianna errigo

E adesso volano gli stracci. Altro che fioretto, qui si va di sciabolate. La prima subito dopo i Mondiali del luglio scorso a Budapest. Dream Team battuto in finale di una stoccata dalla Russia. Ed Elisa Di Francisca, fresca campionessa europea nella stagione del rientro dopo la maternità, non le manda certo a dire. “Non sono per niente contenta dell’atteggiamento della squadra” dice alla Gazzetta subito dopo la finale iridata. “Non siamo ancora una squadra.

 

Ho rispetto e stima per le mie compagne, però c’è da lavorare ancora un bel po’. Abbiamo un anno di tempo per trovare i meccanismi da Dream Team”. “È un percorso, di sicuro bisogna ricreare un gruppo, serve tempo” le fa eco lì vicino Arianna Errigo, l’altra “ape regina” del nostro fioretto. Con la quale, è risaputo, da parte di Elisa – probabilmente dalla finale-derby di Londra - non c’è certo ‘sto gran rapporto.

 

 

arianna errigo arianna errigo

Silenzio, si va in vacanza. E ricomincia un’altra stagione. Ma bastano le prime gare ed ecco il secondo assalto. E’ il 14 gennaio e, presentando un’iniziativa benefica a Roma, subito dopo la raggiunta qualificazione aritmetica per Tokyo, la stessa Di Francisca rincara la dose. “Anche se ci siamo appena conquistate il pass per Tokyo – dice la jesina bi-olimpionica di Londra 2012 – sono abbastanza incazzata. La qualificazione era quasi scontata, la realtà invece è che non vinciamo. Le cose non vanno bene perché non ci amalgamiamo, non riusciamo a tirare bene quando la compagna che è salita in pedana prima tira male. Il problema? Molto semplice: noi prima cantavamo l’inno, ballavamo e il tutto creava gruppo. Adesso ognuno si fa gli affari propri. Queste parole non mi faranno risultare simpatica? Chissenefrega”.

 

 

DI FRANCISCA DI FRANCISCA

Altro silenzio. Ma fino ad oggi. Quando, via social, ecco arrivare la sciabolata di Arianna. Che colpisce un bersaglio preciso. “Purtroppo – fa sapere la brianzola – mi trovo a rispondere pubblicamente a un articolo che avrei preferito non leggere. Non voglio soffermarmi troppo sulle cose dette da Elisa, perché ognuno ha le sue idee, per quanto strampalate mi possano sembrare. Quello che mi sento di dire è che probabilmente se il mio obiettivo fosse veramente quello di compattare la squadra proverei a rivolgere la parola alle mie compagne invece di andarle a incolpare sui giornali. Mi auguro inoltre che chi è preposto a dirigere la Nazionale si prodighi al fine di evitare il ripetersi di questi spiacevoli episodi”.

 

DI FRANCISCA 3 DI FRANCISCA 3

Chiaro riferimento, in questo caso, al c.t. Andrea Cipressa. Che a pochi mesi dall’appuntamento più importante del quadriennio si trova tra le mani una patata bollentissima. “Cosa devo dire…” esordisce quasi sconsolato Cipressa. “Evidentemente avvicinandoci ai Giochi affiora un po’ di nervosismo di troppo, anche per qualche risultato non positivo. Comunque lunedì saremo in raduno a Tirrenia e mi chiuderò in una stanza con Arianna ed Elisa per chiarire la situazione. Non chiedo a loro di essere amiche. Chiedo però la massima serietà e la condivisione di un obiettivo che è importante per tutti, non solo per loro due”.

arianna errigo tommasini arianna errigo tommasini DI FRANCISCA 1 DI FRANCISCA 1 ARIANNA ERRIGO ARIANNA ERRIGO DI FRANCISCA DI FRANCISCA DI FRANCISCA DI FRANCISCA arianna errigo arianna errigo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

A ROMA C'È SPAZIO PER TUTTI (I CRIMINALI) - VIDEO: STASERA A ''NON È L'ARENA'' L'INCHIESTA DI FRANCESCA FAGNANI. LE MAFIE TRADIZIONALI CONTINUANO A FARE AFFARI E A RIPULIRE I LORO CAPITALI ILLECITI, GLI ALTRI SI SPARTISCONO IL CONTROLLO DEL TERRITORIO E DELLO SPACCIO: I CASAMONICA, GLI SPADA, GLI ALBANESI, I SOPRAVVISSUTI DELLA VECCHIA MALA ROMANA E POI LUI, FABRIZIO PISCITELLI, DIABOLIK. ANCORA NON SI SA (O NON È STATO ANCORA RESO PUBBLICO?) IL NOME DEL KILLER NÉ QUELLO DEI MANDANTI

sport

cafonal

viaggi

salute