BATTERE LA SVIZZERA PER PRENOTARE IL QATAR! MANCINI CAMBIA: IN DIFESA ECCO CHIELLINI E DI LORENZO PER IL MATCH CONTRO I RABBERCIATISSIMI ELVETICI (MANCHERANNO IL NO VAX XHAKA, COLPITO DAL COVID, E LO SQUALIFICATO FREULER: MEZZO CENTROCAMPO) - IL MANCIO È TUTT' ALTRO CHE ALLARMATO, ANCHE SE L'EVENTUALE MANCATA VITTORIA A BASILEA RISCHIA DI TRASFORMARE ITALIA-SVIZZERA DEL 12 NOVEMBRE IN UNO SPAREGGIO PER EVITARE I PLAYOFF (CON UN SOLO RISULTATO A DISPOSIZIONE)

-

Condividi questo articolo


Enrico Currò per “la Repubblica”

 

roberto mancini roberto mancini

Immobile ancora al centro del tridente con Chiesa e Insigne oppure Insigne falso nove, magari in corso d'opera, come all'Europeo nei momenti più delicati: durante la finale con l'Inghilterra e soprattutto la semifinale con la Spagna, dove il pressing e il superiore palleggio avversario avevano reso opportuna la variazione tattica, per sottrarre gli azzurri all'asfissia. Il dilemma apparente di Mancini, dopo l'inciampo con la Bulgaria, parrebbe indirizzare la questione della partita più importante delle qualificazioni al Mondiale - domani in casa della Svizzera - verso il tormentone sul centravanti.

GIORGIO CHIELLINI RE DEGLI EUROPEI GIORGIO CHIELLINI RE DEGLI EUROPEI

 

Ma il ct è tutt' altro che allarmato, anche se l'eventuale mancata vittoria a Basilea rischia di trasformare Italia-Svizzera del 12 novembre in uno spareggio per evitare i playoff, probabilmente con un solo risultato a disposizione. Intanto studia alternative: per mercoledì 8 a Reggio Emilia con la Lituania è plausibile la metamorfosi di centrocampo (Pessina-Sensi-Locatelli) e attacco (Zaniolo-Raspadori o Scamacca-Kean).

 

roberto mancini roberto mancini

Ma al momento il ct non pare tormentato, né tentato dall'idea di cambiare il trio in mediana Barella-Jorginho-Verratti (quest' ultimo ha preso una botta ed è a rischio) o la composizione dell'attacco, che in caso di accentramento di Insigne potrebbe essere completato da Pellegrini o Bernardeschi. I due ritocchi in cantiere sono in difesa: Chiellini per Acerbi e Di Lorenzo per Florenzi (per Calabria incidente in allenamento, gli esami hanno escluso fratture al polso).

 

ROBERTO MANCINI E CIRO IMMOBILE ROBERTO MANCINI E CIRO IMMOBILE

Il ct considera quello del gol un falso problema: nelle 13 gare del 2021, con Immobile centravanti, l'Italia ne ha segnati 31 e con la Bulgaria il prodotto inferiore alla norma è stato originato dalla prodigiosa serata del portiere Georgiev, mentre il gol incassato in contropiede per il duplice errore Florenzi-Acerbi va catalogato come occasionale. Le premesse tattiche avvantaggiano i freschi campioni d'Europa, anche se settembre resta il mese più complicato per loro e l'avversaria, nella tana del Sankt Jacob, è la squadra che all'Europeo ha buttato fuori la Francia campione del mondo e ha fatto tremare la Spagna.

meme su chiellini meme su chiellini

 

L'oggettiva superiorità degli azzurri nel gioco era già emersa all'Europeo: fu il nitido 3-0 all'Olimpico a forgiare l'autostima del gruppo. È inoltre molto adatto alla Nazionale il sistema di gioco svizzero, più o meno conservato dal neo ct Yakin, successore di scorta di Petkovic - trasmigrato al Bordeaux - anche per i no di Favre e Wenger. Yakin è stato ripescato dalla serie B con lo Sciaffusa ed è apprezzato dalla critica, ma al contempo atteso al varco.

 

roberto mancini roberto mancini

Dovrà fare a meno del no vax Xhaka, colpito dal Covid, e dello squalificato Freuler: mezzo centrocampo. Nell'amichevole di martedì (2-1 a Basilea con la Grecia) il 3-5-2 quasi mutuato dal predecessore ha rivelato soprattutto la vena di Zuber, che raccorda il centrocampo e Seferovic, pungente all'Europeo. Yakin predilige il gioco manovrato. Se tuttavia lo esaspera, rischia di consegnarsi alle puntate di Chiesa e Insigne. Se invece snatura il credo, coprendosi troppo, la difesa a 5 può pagare l'attendismo. L'Italia può prenotare il Qatar. A patto che non si distragga più.

HARRY KANE ANNULLATO DA GIORGIO CHIELLINI HARRY KANE ANNULLATO DA GIORGIO CHIELLINI chiellini 2 chiellini 2 chiellini chiellini bonucci chiellini bonucci chiellini GARETH SOUTHGATE CON GIORGIO CHIELLINI GARETH SOUTHGATE CON GIORGIO CHIELLINI CHIELLINI FLORENZI INTERVISTA CHIELLINI FLORENZI INTERVISTA

ROBERTO MANCINI ROBERTO MANCINI gabriele gravina e roberto mancini gabriele gravina e roberto mancini ROBERTO MANCINI CON CIRO IMMOBILE ROBERTO MANCINI CON CIRO IMMOBILE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE ROBERTA METSOLA VA IN PRESSING SU GIORGIA MELONI: LA PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO, RIELETTA CON UNA MAGGIORANZA RECORD DI 562 VOTI, COMPRESI QUELLI DI ECR, OGGI TELEFONERÀ ALLA DUCETTA PER CONVINCERLA A SMETTERLA DI NICCHIARE E APPOGGIARE ANCHE URSULA VON DER LEYEN – LA MELONI È CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA DI NON AUTOESCLUDERSI, MA È TERRORIZZATA DALLA REAZIONE DI SALVINI, PRONTO A URLARE ALL’INCIUCIO CON I SOCIALISTI, E DAL SUO ELETTORATO EURO-SCETTICO – BIDEN O TRUMP? CHIUNQUE VINCA, PER L’UE È FINITA LA PACCHIA DELLA SICUREZZA PAGATA DAGLI USA...

DAGOREPORT – LA RESA DEI CONTI TRA BIDEN E OBAMA ARRIVERÀ A FINE LUGLIO, QUANDO SI TIRERANNO LE SOMME SULLA PENURIA DI DONAZIONI: ANCHE UN EVENTUALE SUCCESSO IN POLITICA INTERNAZIONALE (LA TREGUA A GAZA) RISCHIA DI NON ESSERE RISOLUTIVO PER “SLEEPY JOE” – I SONDAGGI CONTINUANO A FOTOGRAFARE UN TESTA A TESTA CON TRUMP: L’ATTENTATO AL TYCOON NON HA SMOSSO TROPPI CONSENSI. ORMAI L’AMERICA, SEMPRE PIÙ POLARIZZATA, RAGIONA SU ALTRI SCHEMI - IN UN PAESE CON 330 MILIONI DI ABITANTI E 450 MILIONI DI ARMI PUO' SUCCEDERE DI TUTTO…

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…