BERLUSCONI CONTINUA A FARE QUELLO CHE GLI RIESCE MEGLIO: EVITARE I GIUDICI - COME MAI IL BANANA PUÒ FARE DICHIARAZIONI CONTRO ARBITRI SENZA INCORRERE IN MULTE E SQUALIFICHE? PERCHÉ FORMALMENTE NON È PRESIDENTE NEL MONZA - L'UNICO AMMINISTRATORE DEL CLUB È "IL CONDOR" GALLIANI, DEUS EX MACHINA DELL'OPERAZIONE CHE HA PORTATO IL MONZA IN MANO A FINIVEST (E NON ALLA FAMIGLIA BERLUSCONI, CHE NON E' AZIONISTA DELLA SOCIETÀ)

-

Condividi questo articolo


BERLUSCONI MONZA BERLUSCONI MONZA

M.PI. per “la Repubblica”

 

Dopo anni di tentativi, Silvio Berlusconi è riuscito a trovare un modo per evitare i processi. Almeno quelli sportivi. Non avrà bisogno di leggi ad personam, né di legittimi impedimenti. Nei tribunali del calcio, al momento, non può portarlo nessuno. Perché l'ex premier è praticamente immune anche a una semplice multa: non è lui il presidente del Monza e non può essere punito.

 

Molti se lo saranno chiesto: perché Berlusconi non è stato oggetto di un'indagine della procura federale per le sue frasi contro l'arbitro Di Bello? Soltanto qualche settimana fa, dopo l'ennesima sconfitta del suo Monza, e prima che la squadra battesse la Juventus, Silvio se l'era presa col direttore di gara: «L'Udinese ha giocato in dodici, l'arbitro Di Bello dovrebbe chiamarsi Di Brutto».

SILVIO BERLUSCONI ADRIANO GALLIANI ALLO STADIO DI MONZA SILVIO BERLUSCONI ADRIANO GALLIANI ALLO STADIO DI MONZA

 

Per parole altrettanto critiche, il laziale Sarri ha dovuto patteggiare una multa di 4 mila euro. Non Silvio. Ma non pensiate che la Procura federale non abbia provato a punirlo. Il problema è che, quando ha cercato di capire che carica avesse nel Monza l'ex presidente del Milan, ha scoperto un dato sorprendente: nessuna.

 

BERLUSCONI A MONZA BERLUSCONI A MONZA

Sì, Silvio Berlusconi formalmente non è presidente del club brianzolo. Non ha nemmeno un incarico onorifico. E il Monza non ha alcun presidente operativo. Ha, sì, un presidente onorario ma è il fratello di Silvio, Paolo. L'unico amministratore del club è Adriano Galliani, deus ex machina dell'operazione che ha portato il Monza in mano alla famiglia Berlusconi. Anzi, a Finivest. Sì, perché Silvio Berlusconi non è direttamente neanche azionista della società. Insomma, non poteva in alcun modo essere sanzionato per le sue frasi. Ovviamente, non è certo questo il motivo per cui il club ha optato per questa struttura societaria.

 

BERLUSCONI FESTA MONZA BERLUSCONI FESTA MONZA

Però, viene da chiedersi, possibile che un uomo che a 85 anni è ancora protagonista della caduta di un governo e di una campagna elettorale nella coalizione favorita dai sondaggi si accontenti di un ruolo marginale nello sport? Macché. Anzi, a giudicare dalla voglia che ha ancora di infilarsi nello spogliatoio per indottrinare la squadra - anche se non è chiaro a quale titolo ci riesca, visto che non è un tesserato della società - magari ha conservato pure il vizio di suggerire la formazione all'allenatore, come faceva con Ancelotti. Di certo, ama ostentarne la scelta, lo ha fatto anche pochissime ore fa: «Palladino è un allenatore che conosco bene. Ho deciso, con Adriano Galliani, di affidargli la squadra perché a nostro parere lo merita». Parola di presidente. Anzi, no.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

GRANDE BORDELLO! GINEVRA, TU QUOQUE: E’ STATA CACCIATA DALLA CASA DEL GRANDE FRATELLO LA LAMBORGHINI. CON UNA STORIA DI BULLISMO ALLE SPALLE AVEVA DETTO CHE ERA GIUSTO CHE MARCO BELLAVIA VENISSE BULLIZZATO! ANCHE CIACCI ELIMINATO A FUROR DI POPOLO – IL PRIMO BACIO AL “GF VIP” E’ TRA DUE UOMINI (MA UNO DEI DUE E’ PAZZO DI ANTONELLA FIORDELISI) – ERA DAMIANO DEI MANESKIN L’UOMO ATTOVAGLIATO CON BARBARA POLITI A MILANO? IL COACH CUBANO AMAURYS PEREZ: “OGNUNO CON IL SUO SEDERE CI FA QUELLO CHE VUOLE” (NON SOLO CON QUELLO!)

politica

VAI AVANTI TU CHE A ME VIENE DA RIDERE – MENTRE PER GLI ITALIANI È IN ARRIVO UNA MAXI-STANGATA SULLE BOLLETTE DA 2.942 EURO SU BASE ANNUA A FAMIGLIA, LA MELONI PREFERISCE MANDARE DRAGHI A TRATTARE A BRUXELLES SUL GAS - LA "DRAGHETTA" GIURERÀ DOPO IL CONSIGLIO EUROPEO DEL 20-21 OTTOBRE SULL'ENERGIA (L'ITALIA SARÀ RAPPRESENTATA DAL PREMIER USCENTE). AL COLLE NON DISPIACE QUESTA SOLUZIONE. MA PER LA MELONI IL PROBLEMA E’ L'ASSE GERMANIA-FRANCIA CHE TAGLIA FUORI L'ITALIA MALDESTRA

business

cronache

sport

cafonal

CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

viaggi

salute