IL CALCIO ITALIANO SARÀ PURE IN COMA MA LO SPORT TRICOLORE CONTINUA A VOLARE – CON 9 MEDAGLIE, DI CUI 5 ORI, L’ITALIA SUPERA IL RECORD DI MEDAGLIE A UN MONDIALE DI NUOTO – IL NUOTO ITALIANO SEMBRAVA AVER PERSO LA SUA STELLA DOPO IL RITIRO DI FEDERICA PELLEGRINI, MA LA NAZIONALE CAPITANATA DA GREGORIO PALTRINERI È RIUSCITA A INIZIARE IL NUOVO CICLO CON IL PIEDE GIUSTO 

-

Condividi questo articolo


XG. Zon . per “la Stampa”

gregorio paltrinieri gregorio paltrinieri

 

Una volta all'Italia del nuoto mancava il fisico, a un certo punto ha messo su le spalle larghe. Poi mancavano i numeri e ora invece di campioni trasportati dal talento c'è un movimento che quel talento lo coltiva. Mancava comunque la duttilità, la voglia di fare più gare, adesso tutti ad accumulare, a diversificare. E mancava l'oro in una staffetta, una qualsiasi: il successo che determina il livello di una nazione. C'è anche quello. 

 

benedetta pilato benedetta pilato

Gli azzurri sono una potenza della piscina. Record di medaglie, nove, una più dell'ultima edizione che già raccontava la crescita costante, però stavolta gli ori non sono tre, ma cinque. Ancora quel numero, lo stesso piazzato dall'atletica alle Olimpiadi. E ancora la medesima sensazione, identica a quella ci ha accarezzati la scorsa estate. Sedotti da un azzurro che racconta le risorse e il carattere di questo Paese. Affascinati da ragazzi e ragazze che pianificano imprese, innestano la fantasia con la tattica, spremono coraggio, si mostrano, scommettono sul limite. 

 

Sulla capacità di spostarlo in alto pure quando ha raggiunto il vertice e la testa va a sbattere contro il passato, il già vinto, il già fatto. E non si ferma lì. Paltrinieri è il capitano ideale di questa nazionale, uno che non crede ai propri dubbi però ha la forza di non ignorarli. L'Italia del nuoto raccoglie più medaglie di quante ne abbia prese in passato nel primo anno senza la sua stella. E Federica Pellegrini ha chiuso con un oro nei 200 stile libero in questa competizione quindi non si parla di un totem, ma di una che spostava il medagliere. 

 

thomas ceccon thomas ceccon

Lo riempiva. Senza si va oltre, un'eredità che lei ha raccolto dalla generazione di campioni visti ai Giochi Sydney e ha trasmesso a chi oggi sa come vincere. Sanno soffrire, ma questo lo insegnano a chiunque: ogni ambizione viene prima addomesticata e poi esaltata dalla fatica. Solo che i campioni del 2022 sono l'evoluzione, si sentono gruppo, si sanno forti, si presentano come quelli da battere. Non è spocchia, è consapevolezza. Ed esibirla è un dovere. 

gregorio paltrinieri 1 gregorio paltrinieri 1 gregorio paltrinieri 2 gregorio paltrinieri 2 alessandro miressi thomas ceccon nicholas martinenghi e federico burdisso alessandro miressi thomas ceccon nicholas martinenghi e federico burdisso benedetta pilato nuoto benedetta pilato nuoto italia libero combinato italia libero combinato nicolo martinenghi nicolo martinenghi gregorio paltrinieri gregorio paltrinieri giorgio minisini e lucrezia ruggiero giorgio minisini e lucrezia ruggiero

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

ANCHE DI MAIO, NEL SUO PICCOLO, TIRA FUORI GLI ARTIGLI: “CALENDA? E' UN BULLO. SICCOME ERA DISPERATO, PERCHÉ AVREBBE DOVUTO RACCOGLIERE LE FIRME, SI È MESSO CON UNO CHE GLI FA ORRORE - CONTE STA CORONANDO IL SUO SOGNO, DISTRUGGERE QUEL CHE ERA RIMASTO DEL M5S. E GRILLO SE N'È ACCORTO CON COLPEVOLE RITARDO - GIORGIA MELONI HA ABIURATO IL FASCISMO E NE PRENDO ATTO. LO PUOI DIRE IN DUE, TRE, QUATTRO LINGUE, MA SE OGNI SETTIMANA DEVI RASSICURARE IL MONDO CHE NON VUOI SFASCIARE L'ITALIA, È GIÀ UN PROBLEMA - ELEGGERE UN GOVERNO DI DESTRA SIGNIFICA FARLO DURARE POCHI MESI”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute