LA CHAMPIONS PARLA INGLESE - IL CHELSEA BATTE 2-0 IL REAL E RAGGIUNGE IL CITY IN FINALE - "LA VERA SUPERLEGA E' LA PREMIER" - FAVOLA "BLUES", ZIDANE SPAZZATO VIA DAI GOL DI WERNER E MOUNT. SECONDA FINALE CONSECUTIVA PER IL TECNICO DEL CHELSEA TUCHEL. L'ANNO SCORSO L'HA PERSA CON IL PSG CHE POI LO HA ESONERATO IN INVERNO. LA RIVINCITA E' SERVITA: I PARIGINI CON POCHETTINO A CASA E LUI CON I BLUES IN FINALE!

-

Condividi questo articolo


 

 

Da gazzetta.it

chelsea real chelsea real

 

Un grande Chelsea batte 2-0 il Real Madrid nella semifinale di ritorno di Champions League e raggiunge il Manchester City in quella che sarà una finale tutta inglese. Decisive le reti di Timo Werner nel primo tempo e di Mason Mount nel finale. Ma il risultato, corretto nella sostanza, non esprime pienamente quello che si è visto in campo. Il Chelsea ha sprecato almeno 5 occasioni per segnare, mentre Tuchel deve ringraziare anche il portiere Mendy, autore di due parate prodigiose su Benzema nel primo tempo.

chelsea real chelsea real

 

Fin dall’inizio il Chelsea dà l’impressione di una maggiore freschezza e reattività, mentre il Real, che ripresenta Ramos e Hazard, vive di fiammate estemporanee ma di grandissima qualità. Havertz spreca sottoporta ma è incontenibile, come quando al 28’ propizia la rete di Timo Werner (a cui era stato annullato un gol in precedenza) dopo aver colpito una traversa. A questo Mendy si rivela decisivo: già autore di una bella parata su Benzema, salva il risultato sempre sul centravanti francese. Nella ripresa il Chelsea legittima la finale, perché fallisce svariate occasioni non concedendo praticamente più nulla a un Real che fatica a cambiare ritmo e a trovare spazi. Anche perché il Chelsea si conferma squadra in un possesso di una fase difensiva di grande spessore. E chiude i conti con l’ennesima ripartenza, chiusa da Mount propiziata da un bel recupero di uno straripante Kante su un pigro Ramos.

chelsea real chelsea real chelsea real tuchel chelsea real tuchel chelsea real chelsea real

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute