“ECCO CHI CONVINSE MESSI A NON LASCIARE IL BARCELLONA” - IL RACCONTO DI UN EX VICEALLENATORE DEL CLUB BLAUGRANA: “LEO NON ERA SICURO SE RIMANERE O PARTIRE. POI CI FU UN INCONTRO DURATO DIVERSE ORE ALLA FINE DEL QUALE L’ARGENTINO CAMBIÒ IDEA E DECISE DI CONTINUARE. IL MERITO FU DI…”

-

Condividi questo articolo

Tito Villanova Tito Villanova

Da www.lastampa.it

 

Fu Tito Vilanova, in un incontro avuto 6 giorni prima di morire, a convincere Leo Messi a restare al Barcellona. La conferma dell’indiscrezione arriva da Jordi Roura, ex collaboratore dello sfortunato allenatore spagnolo scomparso 5 anni fa dopo aver combattuto una lunga battaglia con un grave male, in una intervista a “Radio Kanal Barcelona”.

 

 

«È vero, Leo non era sicuro se rimanere o partire -spiega Roura all’epoca dei fatti vice allenatore del Barca-. È vero che questo incontro c’è stato. Io non c’ero, hanno parlato per ore. Non so cosa si siano detti ma Messi ha cambiato il suo approccio e, fortunatamente per il Barcellona, ha deciso di continuare».

BARCELLONA UNITED MESSI 4 BARCELLONA UNITED MESSI 4

 

Roura ha poi ricordato Vilanova a 5 anni dalla scomparsa. «Si è parlato molto di come fosse, si trattava di una persona semplice e con una grande personalità. Sapeva gestire una rosa di campioni e questo lo rendeva speciale».

BARCELLONA UNITED MESSI BARCELLONA UNITED MESSI MESSI 4 MESSI 4 BARCELLONA UNITED MESSI 1 BARCELLONA UNITED MESSI 1 messi antonella roccuzzo messi antonella roccuzzo BARCELLONA UNITED MESSI 2 BARCELLONA UNITED MESSI 2

TITO VILANOVA TITO VILANOVA TITO VILANOVA CON PEP GUARDIOLA TITO VILANOVA CON PEP GUARDIOLA TITO VILANOVA - FOTO LAPRESSE TITO VILANOVA - FOTO LAPRESSE

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

MENARE IL KEYNES PER L’AIA – L’AMERICA HA RISCOPERTO IL FASCINO DEL DEFICIT: TANTO OBAMA CHE TRUMP, PUR DI CRESCERE, SE NE SONO FREGATI DEL DEBITO PUNTANDO FORTE SU INVESTIMENTI E SGRAVI. E I RISULTATI SI VEDONO – RAMPINI CONTRO “L’ORDO-LIBERISMO GERMANICO”: “PIÙ SIMILE A UNA RELIGIONE FONDAMENTALISTA CHE A UNA SCIENZA. CONDANNATA ANCHE DALL’EX CAPO ECONOMISTA DELL’FMI OLIVIER BLANCHARD”, LANCIATO DA FERDINANDO GIUGLIANO (BLOOMBERG) COME SUCCESSORE DI DRAGHI ALLA BCE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute