“GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? SIAMO AL RIDICOLO” – ALBERTO GALASSI, AD DEL 'GRUPPO FERRETTI' E MEMBRO DEL CDA DEL CITY, METTE A TACERE LE VOCI SUL POSSIBILE APPRODO DI PEP SULLA PANCHINA BIANCONERA: “HO PARLATO CON NEDVED E CI SIAMO FATTI DUE RISATE. IL TECNICO RESTERÀ CON NOI…” - IL TITOLO BIANCONERO PRIMA VOLA IN BORSA E POI SI SGONFIA: SI MUOVE ANCHE LA CONSOB 

-

Condividi questo articolo

guardiola premier city guardiola premier city

Da www.corrieredellosport.it

 

«Siamo veramente al ridicolo. La volontà di Guardiola è di rimanere». Alberto Galassi, membro del consiglio d'amministrazione del Manchester City, prova a mettere a tacere una volta per tutte le voci sull'imminente approdo di Pep Guardiola sulla panchina della Juventus. «Sono rimasto molto sorpreso nel leggere una corbelleria enorme - le sue parole a Sky Sport -.

 

alberto galassi alberto galassi

L'allenatore vuole rimanere e ha altri due anni di contratto. Inoltre qualsiasi club - e la Juve è un club strutturato, organizzato, gestito magistralmente - non avrebbe mai permesso l'uscita di una notizia del genere. La prima cosa che un club serio fa è contattare l'altro club visto che Guardiola è sotto contratto. Il Manchester City non può essere all'oscuro, è tutto totalmente privo di fondamento».

nedved nedved

 

Accordo Juve-Guardiola?

Galassi non si aspetta dietrofront del tecnico catalano: «È una persona seria, un professionista eccezionale, che non riesce a comprendere come la sua parola non venga ascoltata. Non comprendiamo anche perché dovremmo intervenire a spiegare un fatto certo: non vuole andare via e non si avvarrà di nessuna clausola, questa questione non esiste». Galassi smentisce anche che ci sia in corso una trattativa per il rinnovo («c'è tempo e non è previsto») e conferma di essersi anche sentito con la Juve: «Ho parlato con Nedved, siamo amici da molti anni e ci siamo fatti due risate. Entrambi ci siamo resi conto che la questione è diventata ridicola».

 

 

 

LA BORSA PRIMA VOLA E POI SI SGONFIA

Da www.repubblica.it

Perde terreno la Juve a Piazza Affari dopo che sono state smentite le indiscrezioni su un possibile arrivo dell'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, sulla panchina bianconera. Il titolo, che era arrivato a guadagnare fino a quasi il 5% in mattinata. Nella parte finale degli scambi ha girato in rosso anche la Juve (-0,14%), chiudendo comunque molto meglio del listino principale di Piazza Affari (-2,12%). Sugli 'strappi' in Borsa della Juve ha acceso un faro anche la Consob, che sta analizzando sia l'operatività sul titolo, cioè chi compra e chi vende, sia i flussi di informazioni che lo stanno muovendo.

AGNELLI NEDVED AGNELLI NEDVED city tottenham guardiola city tottenham guardiola alberto galassi alberto galassi guardiola galassi guardiola galassi sacchi guardiola sacchi guardiola Guardiola Guardiola sacchi guardiola ancelotti festival dello sport sacchi guardiola ancelotti festival dello sport city aguero guardiola city aguero guardiola city tottenham guardiola city tottenham guardiola

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

COME CI HA FREGATO MARCHIONNE – RICCARDO RUGGERI ALZA IL SIPARIO SUGLI ULTIMI ANNI DEL GRUPPO FIAT, QUELLI DELLA GESTIONE MARCHIONNE E DELL’OPERAZIONE CHRYSLER: “DETROIT È RIMASTA UNA DELLE CAPITALI DELL’AUTO MONDIALE, TORINO È DIVENTATA CITTÀ DELLA CULTURA. L’ITALIA NON HA PIÙ UN’INDUSTRIA DELL’AUTO, È COME LA SPAGNA” – LE MAGIE DI “MARPIONNE”, CON I FINTI PIANI INDUSTRIALI E LE “FAKE TRUTH”, E IL CAMBIO DI STRATEGIA INIZIATO CON IL TENTATO ACCORDO CON RENAULT

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute