“HA CAMBIATO 21 VOLTE NUMERO DI TELEFONO PER CONTATTARLO”, ORLA SLOAN DETTA “DEVIL BABY”, STALKER DI MASON MOUNT, FINISCE A PROCESSO - IL GIOCATORE DEL CHELSEA 24ENNE, CHE AVEVA AVUTO UNA STORIA DA UNA BOTTA E VIA CON LEI, HA DICHIARATO DI ESSERSI SENTITO TERRORIZZATO QUANDO L’HA VISTA PRESENTARSI AL CAMPO DI ALLENAMENTO DEI "BLUES". LEI GLI HA PURE DETTO DI ESSERE FALSAMENTE INCINTA DI LUI - LA RAGAZZA, CHE HA PERSEGUITATO ANCHE ALTRI DUE CALCIATORI, GILMOUR E CHILWELL, RISCHIA IL CARCERE. I GIUDICI: “PESA L’AGGRAVANTE DI AVER…”

Condividi questo articolo


Estratto da fanpage.it

 

orlasloan devil baby 44 orlasloan devil baby 44

Si chiama Orla Sloan e rischia il carcere per un processo che la vede accusata di stalking. Dopo un'avventura di una notte insieme al fantasista del Chelsea Mason Mount, la ragazza ha cominciato a bombardare il giocatore e i suoi compagni di squadra per avere altri appuntamenti. La ragazza, 22 anni soprannominata "Devil Baby", ha ammesso di aver cercato con insistenza il calciatore cambiando 21 volte numero di telefono.

 

"Ero terrorizzato"

Mason Mount, il giocatore del Chelsea 24enne (circa 130 presenze con la maglia del Chelsea e 29 gol) ha dichiarato di essersi sentito terrorizzato quando l'ha vista presentarsi al campo di allenamento del Chelsea e di essere così traumatizzato che per giorni non è riuscito a dormire. Adesso, Orla Sloan – che si dichiara influencer – dovrà affrontare il processo per stalking il 20 giugno. La pena massima è il carcere.

 

Chi è Orla Sloan

Orla Melissa Sloan, 22, di professione è una influencer e una modella inglese. Al momento, la sua pagina Instagram raccoglie più di 80mila follower

 

(...)

mason mount mason mount

 

 

I COLLAGE DELLE EX FIDANZATE TAGGANDO AMICI E PARENTI

Estratto da corriere.it

 

(...) Del resto le minacce erano piuttosto esplicite. «So tutto di Bethany, so tutto di Esme, scoprirò qualsiasi cosa perché niente mi sfugge», aveva scritto ad esempio Sloan a Mount, mandandogli dei collage di foto di altre ragazze che il calciatore aveva frequentato, sulla sua chat di Instagram e su Whatsapp, firmandosi «Only God 10». La ragazza era stata capace di taggare nei suoi messaggi anche amici e parenti del trequartista, oltre al dichiarare di essere (falsamente) incinta di lui, perseguitandolo con foto sempre nuove. Stesso tipo di minacce anche nei confronti di Gilmour e Chilwell. «Sa dove abito e dove mi alleno, ho il terrore che possa presentarmisi davanti ovunque vada», ha dichiarato Mount in tribunale.

 

orla sloan devil baby orla sloan devil baby

Nonostante il calciatore non le rispondesse più e la bloccasse, lei riprendeva il discorso con un nuovo numero scrivendogli messaggi del tipo: «Voglio sapere di te, mi dispiace ma non posso stare senza, parlami, lo apprezzo tanto, perché non posso continuare in queste condizioni». Ma anche: «Devi accettare le mie scuse e dire che ti dispiace altrimenti sarà la mia personalità da “Devil Baby” a venire fuori e le cose non andranno bene». Il processo che la vede imputata però, in vista di una sentenza esemplare, potrebbe presto non far andar bene le cose neanche a lei.

orla sloan devil baby 56 orla sloan devil baby 56 orla sloan devil baby 33 orla sloan devil baby 33 billy gilmour billy gilmour orla sloan devil baby 32 orla sloan devil baby 32 orla sloan devil baby 3 orla sloan devil baby 3 ben chilwell ben chilwell orla sloan devil baby 45 orla sloan devil baby 45

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA... 

DAGOREPORT - SE "AMERICA FIRST" DI TRUMP CONQUISTERA' LA CASA BIANCA PER L'EUROPA NULLA SARA' COME PRIMA - NEI SUOI 4 ANNI DA PRESIDENTE TRUMP NON HA MANCATO DI EVIDENZIARE L’IRRILEVANZA DELL'UNIONE EUROPEA, ENTRANDO IN CONFLITTO PER LO SCARSO IMPEGNO ECONOMICO A FINANZIARE LA NATO - AL 'NYT' IL TRUCE VANCE HA GIA' MESSO IN CHIARO CHE IL FUTURO DELL'UCRAINA "NON E' NEL NOSTRO INTERESSE" - SE LO ZIO SAM CHIUDE I RUBINETTI, DOVE VA UN'EUROPA DISSANGUATA DALLA GUERRA RUSSO-UCRAINA? AL VECCHIO CONTINENTE NON RESTERA' ALTRO CHE RICOMINCIARE A FARE AFFARI CON IL PRINCIPALE COMPETITOR DEGLI STATI UNITI PER LA SUPREMAZIA GLOBALE, L'ONNIPRESENTE CINA DI XI JINPING - DAVANTI A UNO SCENARIO DEL TUTTO NUOVO, CON L'UE COSTRETTA A RECUPERARE I RAPPORTI CON PECHINO E MOSCA (ORBAN E' GIA' AL LAVORO), COME REAGIRA' L'EX "SCERIFFO DEL MONDO"? 

E ORA LA MELONA, RIMASTA CON UN PUGNO DI POLVERE IN MANO, CHE FA? ALL’EVITA PERON DE’ NOANTRI NON RESTA CHE ATTACCARSI ALLA GIACCHETTA DI CICCIO TAJANI PER LA PARTITA DEI COMMISSARI (PROBABILMENTE PERÒ, NON OTTERRÀ DI MEGLIO CHE LA DELEGA ALLA COESIONE) – LA DUCETTA ERA TORMENTATA DAI DUBBI SUL VOTO ALLA VON DER LEYEN, MA POI HA CEDUTO ALLA FIAMMA MAGICA DI FAZZOLARI E ARIANNA, IDEOLOGICAMENTE CONTRARIA. L’HANNO MANDATA A SBATTERE PER LA PAURA DI PERDERE IL 6% RAPPRESENTATO DALLO ZOCCOLO DURO E PURO DI VECCHI ARNESI FASCI CHE ANCORA POPOLA FDI – LA POVERA URSULA CI HA PROVATO IN TUTTI I MODI: NEL SUO DISCORSO HA PARLATO APERTAMENTE DEL PATTO SUI MIGRANTI, MA DI FRONTE ALLA FOLLE RICHIESTA ITALIANA DI OTTENERE UNA VICEPRESIDENZA, HA DOVUTO FARE PIPPA – PS: CHI SONO I DUE FRATELLI D’ITALIA CHE HANNO VOTATO SÌ A VON DER LEYEN?