“ICARDI E’ COME LA PEPERONATA. DIFFICILE DA DIGERIRE” – “MASTERCHEF” SCONCERTI: "L’INTER IN IMBARAZZO, A CENTROCAMPO MANCA IL REGISTA, BROZOVIC NON È L'UOMO SQUADRA DI UNA GRANDE SQUADRA - SPALLETTI È DA TEMPO IN BALIA DI ERRORI CHE SONO DELLA SOCIETÀ: NON C' È MAI STATA COSTRUZIONE VERA – LA ROMA MEGLIO DEL MILAN COME GIOCO. PIATEK TROPPO SOLO. SI ASPETTA LA CRESCITA DI PAQUETA’" - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Mario Sconcerti per il "Corriere della Sera"

 

icardi icardi

Meglio la Roma del Milan come gioco, meglio il Milan come possibilità di squadra. Sono mancati gli esterni a Gattuso, e nessuna mezzala si è inserita, come è d' obbligo nel 4-3-3, così Piatek è rimasto quasi inesploso, sempre solo. Si aspetta la crescita di Paquetà, che non gioca mai male, ha migliorato anzi senz' altro il Milan, ma non ha mai una voce forte. Il Milan come squadra è anche meglio dell' Inter, Gattuso ha dato un gioco riconoscibile, non eccezionale ma consono agli uomini a disposizione.

 

spalletti spalletti

L' Inter non è mai chiaro cosa sia. Non entrano in area le mezzali e giustamente ne restano lontani gli esterni. Così manca densità nei 50 metri conclusivi. Credo si chieda troppo a qualunque trequartista interista, infatti ne sono falliti tanti negli ultimi tre anni (Borja Valero, Ljajic, Jovetic, in parte Rafinha, Joao Mario, Nainggolan, Guarin, Kondogbia, lo stesso Brozovic costretto ad arretrare). Tutti giocatori importanti, mai uno definitivo, anche con allenatori diversi. L' errore sta nello spazio da coprire, è sempre mancato uno che cominci il gioco e copra le spalle. Se in un centrocampo manca il regista, la mezzala d' attacco è già isolata in mezzo agli avversari e l' uomo che rimane (Vecino) ha più metri quadri da coprire che muscoli. Brozovic è un grande numero due, ma non l' uomo squadra di una grande squadra.

zhang jr zhang jr

 

Poi ci sono le ali, l' altro problema costante. Il loro compito non è stringersi nel gioco accanto agli altri, è saltare l' uomo e mettere il cross per il fatidico Icardi. In sostanza l' imbarazzo dell' Inter, di mezza Inter, è non riuscire ad adattarsi al proprio centravanti. Il quale è un grande giocatore, come la peperonata è un grande piatto, ma entrambi difficili da digerire.

 

Se poi il centravanti segna la metà dei gol di un anno prima la difficoltà da tattica diventa tecnica, cioè reale. È un problema che sfiora anche il Milan di Piatek soprattutto ora che Suso sembra meno felice e Calhanoglu deve coprire gli spazi vuoti di Paquetà. La sintesi è che Spalletti è da tempo in balia di errori che sono della società: non c' è mai stata costruzione vera.

icardi wanda nara icardi wanda nara spalletti zhang spalletti zhang ZHANG IN LACRIME ZHANG IN LACRIME icardi wanda nara icardi wanda nara wanda nara icardi wanda nara icardi brozovic brozovic brozovic 2 brozovic 2 icardi5 icardi5 icardi wanda nara icardi wanda nara

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute