“JUVE, ERA NELL’ARIA UNA NOTTE COSÌ.” - SCONCERTI AFFONDA IL COLTELLO SUI LIMITI BIANCONERI: “DA TROPPO TEMPO LA SQUADRA DI ALLEGRI ABUSAVA DEL PROPRIO GIOCO. LA DIFESA SERRATA, IL CATENACCIO MODERNO, SARANNO STATE ANCHE COSE INTELLIGENTI, MA ERANO PEZZE, NON SOLUZIONI” – “LA JUVE SI DIFENDE NON PERCHÉ AMI DIFENDERSI, MA PERCHÉ AMMETTE LA PROPRIA INFERIORITÀ" - "L’ATALANTA HA SPRECATO L’OCCASIONE MIGLIORE MA PUÒ ANCORA FARCELA"

- -

-

Condividi questo articolo


Mario Sconcerti per www.corriere.it

chelsea juventus 2 chelsea juventus 2

 

Era nell’aria una notte così. Da troppo tempo la Juve abusava del proprio gioco, che è sempre stato un limite, non una conquista. Né un gioco voluto da Allegri, che sarà pure italianista, ma non ama farsi male da solo. La difesa serrata, il catenaccio moderno, saranno state anche cose intelligenti, ma erano pezze, non soluzioni.

 

chelsea juventus 5 chelsea juventus 5

Senza Lukaku, Tuchel ha rovesciato la squadra. Non più un punto di riferimento in attacco, ma tre fantasisti che portavano continuamente al tiro con passi brevi l’ultima linea di gioco. Senza un punto che desse logica, la Juve ha solo inseguito, anche in area di rigore dove quasi sempre è stata costretta a giocare. 

 

chelsea juventus 13 chelsea juventus 13

Le marcature non esistevano, saltavano continuamente, Bonucci faceva il libero, De Ligt aveva fisico ma non il mestiere per capire la partita. Cuadrado e Alex Sandro sono stati saltati sempre dai raddoppi.

 

Il Chelsea è una squadra strana. Non ha un attaccante che punti la porta. Segna molto, 30 gol in 12 partite di Premier, ma il suo miglior cannoniere è James, che è l’esterno di destra, con piedi da trequartista. Il secondo uomo gol è Chilwell, l’altro esterno, martedì infortunatosi seriamente. In sostanza il Chelsea porta in gol ogni volta tutta la squadra, in Premier ben 15 giocatori. 

chelsea juventus 1 chelsea juventus 1

 

Per avere un’idea, diciamo che Milan e Inter hanno segnato con 11 giocatori, la Juve con nove. Martedì è stata la stessa cosa, tre marcatori diversi, un esterno, un difensore di ruolo e un difensore d’attacco. Werner, che ha segnato il quarto, è un centravanti che in Premier ha fatto solo un gol.

 

chelsea juventus 12 chelsea juventus 12

I limiti della Juve sono evidenziati dal suo modulo, si difende non perché ami difendersi, ma perché ammette la propria inferiorità contro una quantità imbarazzante di avversari. 

 

Credo anche che Tuchel abbia idee più verdi di Allegri e sia da un paio di anni il più promettente tecnico al mondo. Di sicuro ha raccontato una realtà sulla Juve che troppe volte abbiamo cercato di dimenticare. Non è comunque ancora la fine del mondo, solo una presa forte di coscienza.

 

young boys atalanta 5 young boys atalanta 5

È stata inaspettatamente avventurosa la partita dell’Atalanta. Il pareggio finale non accontenta, ma lascia in mano all’Atalanta la qualificazione. Però deve battere il Villarreal a Bergamo. Ed ha sprecato l’occasione migliore.

young boys atalanta 1 young boys atalanta 1 young boys atalanta 2 young boys atalanta 2 young boys atalanta 3 young boys atalanta 3 chelsea juventus 8 chelsea juventus 8 young boys atalanta 4 young boys atalanta 4 chelsea juventus 10 chelsea juventus 10 chelsea juventus 11 chelsea juventus 11 chelsea juventus 6 chelsea juventus 6 chelsea juventus 4 chelsea juventus 4 chelsea juventus 9 chelsea juventus 9 chelsea juventus 3 chelsea juventus 3 chelsea juventus 7 chelsea juventus 7 chelsea juventus 14 chelsea juventus 14

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“NON SONO CONTRARIO, SONO SOLO ATTENDISTA. LA FRETTA BISOGNA AVERLA SULLE TERZE DOSI” - IL MICROBIOLOGO ANDREA CRISANTI NON È CONVINTO DALLA VACCINAZIONE DEI BAMBINI: “L’AUTORIZZAZIONE È BASATA SU UNO STUDIO CHE HA COINVOLTO CIRCA DUEMILA BAMBINI. UNA CASISTICA LIMITATA. CON QUESTI NUMERI SI DOVREBBE PARLARE AL MASSIMO DI STUDIO PRELIMINARE” - POI PER UNA VOLTA SEMBRA QUASI OTTIMISTA: “LA VARIANTE OMICRON? SE SI SCOPRISSE CHE SIA RESPONSABILE DI SINTOMI LIEVI SAREBBE LA PROVA CHE L’EPIDEMIA È FINITA”