“IL MARE È INQUIETANTE, OSCURO. SEMBRA UNA LAVATRICE. TI SENTI SENZA FIATO” - CAVALCA UN’ONDA, POI L’INFARTO: LEO NEVES, STELLA DEL SURF, MUORE IN GARA A 40 ANNI SULLA SPIAGGIA DI ITAUNA A RIO DE JANIERO – IL SURFISTA È CROLLATO DOPO AVER CONCLUSO LA SUA PROVA: VANI I TENTATIVI DI SOCCORSO, È MORTO PRIMA DELL’ARRIVO IN OSPEDALE…

-

Condividi questo articolo

 

Da gazzetta.it

leo neves leo neves

 

Il surfista brasiliano Leo Neves è morto per un infarto durante il Triple Crown a Saquarema. L’incidente è avvenuto sulla spiaggia di Itauna a Rio de Janeiro. Secondo l’agenzia brasiliana Waves, Neves aveva appena finito di cavalcare un’onda quando è crollato e a niente sono serviti i tentativi di rianimazione. I servizi di emergenza sono accorsi in acqua per aiutarlo, ma Neves, 40 anni, è stato dichiarato morto prima di arrivare nel vicino ospedale di Bacaxa.

 

 

leo neves leo neves

Poco prima delle semifinali, Neves aveva caricato un video su Instagram in cui parlava delle condizioni del mare mosso. Aveva scritto: “Il mare è inquietante. Riesci a immaginare un mare oscuro? Quello ... sembra persino una lavatrice. Ti senti senza fiato.”  Neves è stato due volte campione brasiliano dopo aver vinto il torneo SuperSurf nel 2002 e nel 2003.

 

Il surfista lascia la moglie Tatiana e quattro figli, due del suo attuale matrimonio e due di una precedente relazione

 

leo neves leo neves

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

FINCHÉ C’È NAPOLI C’È SPERANZA - PERÒ È BELLO SAPERE CHE, DI QUESTI TEMPI CUPI E SPIETATI E RISENTITI, C’È UNA CITTÀ DOVE LA CREATIVITÀ ARTISTICA È VIVISSIMA, IL MIGLIOR VACCINO PER LA NOSTRA IMMAGINAZIONE FERITA DA MESI DI AFFANNI - VINCENZO DE LUCA HA SBORSATO 15 MILIONI E IL TEATRO SAN CARLO HA APPARECCHIATO IN PIAZZA DEL PLEBISCITO E ALLA REGGIA DI CASERTA UN SONTUOSO TRITTICO DI ALLESTIMENTI LIRICO (TOSCA E AIDA) E SINFONICI (LA NONA DI BEETHOVEN) CON LE UGOLE BACIATE DA DIO DI ANNA NETREBKO E DI JONAS KAUFMANN - VIDEO TOP

politica

business

cronache

sport

ANCHE CON LA CANICOLA, JOHN ELKANN SUDA FREDDO: I SUOI GUAI ARRIVANO DALLO SPORT - IN CASA JUVENTUS, ANCHE CON LA VITTORIA DELLA CHAMPIONS, NON C’È FUTURO PER SARRI - ARIA DI ADDIO ANCHE PER FABIO PARATICI (APPRODA ALLA ROMA AL POSTO DI PETRACHI?) E PER IL VICEPRESIDENTE PAVEL NEDVED (NON E' APPREZZATA LA SUA VIVACITÀ SENTIMENTALE) - FUORI I NEMICI PARATICI E NEDVED, MAX ALLEGRI POTREBBE TORNARE A TORINO. MA LO VOGLIONO ANCHE MANCHESTER UNITED E INTER (SUNING E MAROTTA SONO STUFI DELLE CONTINUE ROTTURE DI CAZZO DI CONTE). “ANDONIO” SOGNA LA PANCHINA DELLA NAZIONALE -  ALTRO SUDORE GELIDO PER JOHN ELKANN SI CHIAMA FERRARI..

cafonal

viaggi

salute