“LA VERA SORPRESA È IL NAPOLI, NESSUNO PENSAVA FOSSE A QUESTI LIVELLI” - L’ANALISI DI MARIO SCONCERTI SULLA PRIMA PARTE DI CAMPIONATO: "INTER PRENDE TROPPI GOL PER VINCERE LO SCUDETTO. IL MILAN SE RISOLVE IL CONTRATTO DI LEAO E IL REBUS DE KETELAERE PUÒ CRESCERE. LA JUVENTUS DEI GIOVANI È CAMBIATA GRAZIE A RABIOT. LA ROMA DI MOURINHO E' UNA DELUSIONE, IL TORINO GIOCA BENE…”

-

Condividi questo articolo


Mario Sconcerti per corriere.it

 

 

Il Napoli, Spalletti e il gioco in verticale

SPALLETTI SPALLETTI

La vera sorpresa è il Napoli, nessuno pensava fosse a questi livelli. È diverso per gioco e qualità individuale. Stupisce la tranquillità che riesce a mettere accanto all’ordine, è pieno di movimenti che aprono continui corridoi sul campo. Spalletti è bravo ma non è una novità, ha sbagliato pochissimo in carriera. Arrivava quarto all’Inter quando l’Inter era da quinta-sesta posizione. È stato vicino allo scudetto con una Roma non ancora all’altezza. La sua differenza naturale si accoppia oggi a giocatori di stili diversi che si completano a vicenda.

 

È una costruzione da vecchio calcio italiano intelligente. Il Napoli gioca soltanto in verticale e si muove con sincronia, ma in più ha giocatori fuori scala come Osimhen, Anguissa, Kvaratskhelia, Lobotka, l’ultimo Zielinski, diventato un 10 autentico, lo stesso Kim, Di Lorenzo. E pochi hanno riserve come Elmas, che sembra Insigne, o Raspadori.

 

leao dinamo zagabria milan leao dinamo zagabria milan

Il Milan e due problemi

Contro questo avversario il Milan ha fatto la sua strada. Ha solo due punti meno di un anno fa, è il Napoli che ne ha fatti troppi di più. Alla fine è arrivato stanco, più di nervi che di gioco. Segnare gli costa sempre fatica nonostante la crescita di Giroud e in parte Leao. Ha difficoltà in trasferta dove ha il decimo attacco, 9 reti, meno di Udinese e Torino. Costruisce con più affanno. Questo segnala un piccolo vuoto sul campo tra i centrocampisti e Diaz dove spesso comandano gli avversari. Diaz è uno scattista, quindi si allunga sul campo e non sempre diventa utile. Il Milan è però la squadra che può crescere di più. Se riesce a gestire il problema dei tanti soldi che Leao deve allo Sporting Lisbona e se De Ketelaere finirà per assomigliare a se stesso.

 

I gol subiti dall’Inter

marotta inzaghi marotta inzaghi

C’è una regolarità nella strana parabola dell’Inter: prendeva tanti gol quando giocava male, continua a prenderli oggi che gioca molto meglio. Se ci fermiamo con calma sul dato, capiremo che è molto importante. Con questa media lunga ormai 15 partite, a fine stagione l’Inter subirebbe tra i 56 e i 57 gol. Temo sia impossibile vincere qualcosa con questo handicap. Non solo, ma è lecito pensare che se una squadra ha questo limite, non è ancora una squadra completa. Subire gol è una conseguenza del gioco collettivo. Qualcosa deve per forza cambiare. Diversa la situazione della Juve che segna poco ma non subisce gol. Questa è una regolarità magra, ma è regolarità.

 

Le novità della giovane Juventus

adrien e veronique rabiot adrien e veronique rabiot

Fagioli e Kean, più Miretti, sono tra le novità più importanti della stagione. Perché non hanno da soli trasformato la squadra, ma le hanno dato uno scopo. Quando un’onda lunga avanza alle spalle, anche i giocatori più stanchi ritrovano stimoli. Allegri non gioca il calcio che preferisce, gioca quello che sente più adatto. Oggi ha una squadra perfino moderna nel suo senso classico. Il salto è avvenuto quando Rabiot si è messo a dare quanto si cercava da Pogba, cioè classe, personalità, peso. E quando Cuadrado ha potuto accorciare il suo spazio sul campo. Ma pur nella rimonta, anche la Juve manifesta un limite poco credibile: segna pochissimo in trasferta, appena 4 gol, quanto Verona e Sampdoria, nessuno ha segnato meno.

mourinho mourinho

 

La Roma è la delusione

Forse la Roma, per il poco gioco. Mourinho dice che è mancato troppo Dybala. In questo ha ragione, ma carattere e qualità, senso del campo, si possono raggiungere in molti altri modi. Il Torino, per esempio, non ha Dybala, ma gioca bene. Fra le delusioni non aggiungerei l’Atalanta, che fa quello che può tra rinnovamento e infortuni. Come onestamente mi sembrava abbastanza scritto il cammino di Verona e Samp.

 

Si aggiunge un difensore, si segna meno

Sembra allontanarsi la necessità di palleggiare a ogni costo. Tra le prime quattro solo il Napoli gioca con il 4-3-3 e le sue piccole varianti. Juve, Inter, Roma si sono messe a tre in difesa, spesso anche il Milan. L’Atalanta c’è sempre stata. La ricerca inferiore di palleggio ha consentito di aggiungere un difensore, infatti si segna meno. È migliorato il livello del gioco, si ha anche meno paura di far giocare i giovani. Il Lecce ha il 21 per cento dei giocatori in rosa sotto i 21 anni, il Torino quasi il 16 per cento. Sempre poco, il Barcellona è al 29,5, l’Arsenal al 26,7. Ma stanno diventando buone percentuali anche le nostre. Mi ha colpito un giocatore, Sernicola della Cremonese.

LUCIANO SPALLETTI LUCIANO SPALLETTI

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“GRAZIE FRANCESCA REGGIANI, PER AVERE FATTO GIUSTIZIA CON IL TUO TALENTO DI TUTTE LE GEPPI CUCCIARI DEL MONDO” –  CON IMPERDONABILE RITARDO LA RAI (STASERA SUL 3 A MEZZANOTTE!) SI RICORDA CHE OLTRE AI PERSONAGGINI BOLLITI DELLA SCUDERIA CASCHETTO C'E' UNA PERFORMER DOTATA DI UNA COMICITA' IRRESISTIBILE – FULVIO ABBATE: "LA DOPPIA INTERVISTA CONCITA DE GREGORIO- GIORGIA MELONI SURCLASSA QUALSIASI POSSIBILE EDITORIALE D’AUTORE SU CARTA STAMPATA - DA OSCAR ALLA CARRIERA, LA RIFLESSIONE SULLE SMAGLIATURE CHE PORTANO AFFLIZIONE AL DECORO E ALL’AUTOSTIMA FEMMINILE: “NON SONO SMAGLIATURE, È UN CODICE A BARRE...”VIDEO-STRACULT!

politica

“SINISTRA E GIORNALI NON ASPETTANO ALTRO CHE FARMI FARE UNA PESSIMA FIGURA ALL'ESTERO, PER AZZOPPARMI” – GIORGIA MELONI SI SENTE ACCERCHIATA DOPO LA CONFERMA DI DELMASTRO ACCUSATO DI AVER PASSATO INFORMAZIONI SENSIBILI SUL CASO COSPITO AL SUO COINQUILINO DONZELLI E DENUNCIA UN “ACCANIMENTO” CONTRO DI LEI -  TRA GLI ALLEATI PREVALE UN GELIDO SILENZIO. FORZA ITALIA E LEGA TEMONO LA POLARIZZAZIONE TRA FRATELLI D'ITALIA E PD CHE TOGLIEREBBE LORO SPAZIO E ATTACCANO: “SI È PERSA INUTILMENTE UN'ALTRA SETTIMANA. ABBIAMO ANNUNCIATO MOLTE COSE, EPPURE SI VEDE BEN POCO” - IL GIALLO DELLA CONFERENZA CON LA STAMPA ESTERA

business

IL PIZZINO DEL GOVERNATORE DELLA BANCA D’ITALIA, IGNAZIO VISCO A CHRISTINE LAGARDE: “LE DECISIONI DELLA BCE SONO STATE VOLTE A CONTRASTARE IL PERICOLO DELL’INFLAZIONE. L’AZIONE DOVRÀ PROSEGUIRE RICERCANDO IL GIUSTO EQUILIBRIO TRA IL RISCHIO DI FARE TROPPO POCO, LASCIANDO L’INFLAZIONE ELEVATA, E QUELLO DI FARE TROPPO, PORTANDO A UNA CADUTA DEL REDDITO E DELL’OCCUPAZIONE E COMPROMETTENDO LA STABILITÀ FINANZIARIA” – FINALMENTE UNA BUONA NOTIZIA: “LE ASPETTATIVE DI INFLAZIONE A BREVE TERMINE SONO IN CALO” – LA CITAZIONE DI CIAMPI

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L'EPIDEMIA DI VAIOLO DELLE SCIMMIE IN EUROPA SI STA SPEGNENDO: SOLO 23 NUOVI CONTAGI - SU SCALA GLOBALE, INVECE, L'OMS HA RILEVATO UN AUMENTO DEI CONTAGI. NELLA SETTIMANA TRA IL 23 E IL 29 GENNAIO SONO STATI REGISTRATI NEL MONDO 403 NUOVI CASI, IL 37,1% IN PIÙ RISPETTO ALLA SETTIMANA PRECEDENTE, DISTRIBUITI IN 20 PAESI NEL MONDO. IL MAGGIOR NUMERO DI CONTAGI È STATO REGISTRATO IN MESSICO (72 NUOVI CASI), REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (69), USA (42), BRASILE (40), GUATEMALA (34)…