“VOLETE VINCERE? SCHIERATE 11 ZLATAN” – IL RUGGITO DI IBRA SUI SOCIAL – ALDO SERENA, EX ATTACCANTE DI JUVE, TORO, MILAN E INTER SPIEGA PERCHE’ LO SVEDESE E CRISTIANO RONALDO OGGI POSSONO SEGNARE COSÌ TANTO – “NOI VENIVAMO MARCATI A UOMO. OGGI A VOLTE SEMBRA CHE I DIFENSORI SIANO UN PO' BLOCCATI, FORSE DAGLI OCCHI DEL VAR" - IBRA E’ DIVENTATO UN CENTROBOA PODEROSO. DA GIOVANE NON ERA COSÌ FORTE DI TESTA, MENTRE RONALDO… - VIDEO

-

Condividi questo articolo

ibra ibra

 

Da liberoquotidiano.it

 

Ronaldo e Ibrahimovic sono marziani, ma anche abitanti di un pianeta che non c'era. Questo il pensiero di Aldo Serena, ex attaccante di Juve, Torino, Inter e Milan. "Il corpo umano procede per progressi e miglioramenti, è la storia dell'uomo a dircelo". Serena poi spiega perché per lui si segna tanto: "Noi venivamo marcati a uomo: se saltavi il difensore, avevi una prateria davanti.

ibra ibra

 

Però saltarlo era molto più difficile. Con la tattica a uomo, non credo che Ibra avrebbe segnato il suo primo meraviglioso gol al San Paolo, perché lo stopper lo avrebbe spinto in anticipo, gli avrebbe sporcato l'azione, lo avrebbe pressato prima dell'arrivo della palla. A volte sembra che i difensori siano un po' bloccati, forse dagli occhi del Var, e assai meno concentrati: questo dipende, secondo me, dall'assenza di pubblico".

ALDO SERENA JUVE ALDO SERENA JUVE

 

 

Serena analizza poi i due fenomeni della serie A. " Ibrahimovic è in piena metamorfosi: era un esterno rapido, ora è un centroboa poderoso. Da giovane non era così forte di testa, mentre Ronaldo lo è sempre stato: pura esplosività". Poi parla, in una intervista a Repubblica, dell'attuale campionato, "Atipico, anomalo, dipende ovviamente dal virus. Però è un torneo intrigante, con questo Sassuolo incredibile, con Milan e Napoli secondo me fortissime. Dopo 9 anni di assoluto dominio juventino, un po di varietà non guasterebbe".

CR7 CR7 ibra ibra cr7 cr7 PIERLUIGI PARDO E ALDO SERENA PIERLUIGI PARDO E ALDO SERENA ibra ibra cr7 cr7 cr7 cr7 milan roma ibra milan roma ibra ibra ibra ibra ibra

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS – SI PARTE DAL CONFLITTO TRA MICOSSI E PADOAN, SI CONTINUA CON IL CANDIDATO CEO ANDREA ORCEL, SPINTO DA CONSIGLIERE DIEGO DE GIORGI, SI PROSEGUE CON LA ROGNA DELLA FUSIONE CON MPS, CHE VEDE L’OPPOSIZIONE DEI 5STELLE E ORA ANCHE DI DEL VECCHIO - IL PATRON DI LUXOTTICA STA DIVENTANDO DAVVERO UN GROSSO PROBLEMA: SI È MESSO CONTRO NAGEL IN MEDIOBANCA, CONTRO DONNET IN GENERALI, CONTRO IL MEF SU MPS. IN QUESTO STALLO PERICOLOSO, BRILLA L’ASSORDANTE SILENZIO DI BANKITALIA

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute