‘IO BELLO? MAI SENTITO SUPERIORE AD ALTRI. ERO UN PO' PIU CARUCCIO DI BERTOLUCCI" – ADRIANO PANATTA, CHE NEL FILM DI VERONESI INDOSSA UN PARRUCCONE (“ME SEMBRO MI’ ZIA”), DEBUTTA SU RAI2 CON PAOLA FERRARI CON “DOMENICA DRIBBLING” – “AI TEMPI DI (AH)IPIROSO NON CONOSCEVO LA SCALETTA. "ALMENO VUOI DIRMI CHI È L'OSPITE?", CHIEDEVO A ANTONELLO. "NO" ERA LA RISPOSTA "ALTRIMENTI NON RENDI"" . IL CALCIO IN TV VIENE TRATTATO IN MODO UN PO' ECUMENICO. SEMBRA CHE NON SI POSSA DIRE NIENTE – E POI LA ROMA, TOTTI E LA POLITICA: “SONO ANTIFASCISTA E ANTICOMUNISTA”

-

Condividi questo articolo


Silvia Fumarola per la Repubblica

 

Adriano panatta Adriano panatta

È stato un mito del tennis. Con quel "Pof pof", battuta del film La profezia dell'armadillo, lo hanno scoperto i giovani. Grazie alla serie La squadra di Domenico Procacci gli appassionati di tennis hanno conosciuto l'umanità dei campioni della Coppa Davis, quattro amici-complici: lui, Paolo Bertolucci, Corrado Barazzutti, Tonino Zugarelli oltre al caposquadra Nicola Pietrangeli.

 

Adriano Panatta da domenica pomeriggio su Rai 2 sarà protagonista con Paola Ferrari di Domenica dribbling. Romano, classe 1950, nel 1976 è stato il numero 4 al mondo, quell'anno vinse gli Internazionali d'Italia e il Roland Garros (dove nei quarti di finale fece l'impresa, riuscì a battere Björn Borg), carriera fomidabile anche in doppio con Bertolucci. Si è ritirato dall'agonismo nel 1983, negli anni è stato adottato da cinema e tv. Vive con la seonda moglie Anna Bonamigo a Treviso, dove ha rilevato un circolo sportivo.

BERTOLUCCI PANATTA BERTOLUCCI PANATTA

 

Com'è la nuova vita in tv?

"Mi diverto a fare televisione se mi fanno fare me stesso. Mai avuto un copione, ho sempre lavorato improvvisando. Mi piace intervenire sul momento, per dire una cosa spero intelligente. Ai tempi di (ah)iPiroso con Antonello, amico fraterno, non conoscevo la scaletta. "Almeno vuoi dirmi chi è l'ospite?". "No" era la risposta "altrimenti non rendi""

 

Per "Domenica dribbling" chi l'ha chiamata?

"Alessandra De Stefano, la direttrice di Rai Sport. Voleva che facessi le telecronache della coppa Davis, non ci penso per niente. Ero stato ospite al Circolo degli anelli, mi è simpatica. Ho detto subito: sai come lavoro in tv, faccio un po' come mi pare. Abbiamo parlato e eccoci qua".

vilas panatta borg connors vilas panatta borg connors

 

Segue i programmi sportivi?

(ride) "Non mi entusiasmano molto. Il calcio, secondo il mio punto di vista, viene trattato in modo un po' ecumenico. Sembra che non si possa dire niente".

 

Sarà perché i tifosi sono suscettibili?

"Se si incavolano si incavolano, tanto si arrabbierebbero lo stesso. Nella maggior parte delle interviste i calciatori dicono: dobbiamo impegnarci di più. Poi tutti usano la parola "importante". Ma perché? Un giocatore non è importante, è bravo".

 

Il rapporto con Paola Ferrari?

"La conosco da trent'anni, siamo amici. Sono ruoli diversi. Lei fa la televisione io faccio Panatta, cerco sempre il lato ironico" .

 

Ironia che confina col cinismo romano.

"Non confina, lo travalica".

 

panatta panatta

La battuta sul colpo piatto, "Pof pof" è cult;"La squadra" un successo. Che effetto fa essere riscoperti a 70 anni?

"Sono rimasto sorpreso. La cosa meravigliosa è che prima di girare quella scena ero andato a giocare un doppio: io e Margherita Buy contro Giovanni Veronesi e Nanni Moretti. Dovevo stare alle 4 a Fiumicino: vinciamo il primo set, il secondo sono avanti; se avessi perso avrei dovuto giocare il terzo e addio. Ho detto: "Margherì spostati", ha mille paure anche quando gioca a tennis. Vinciamo 6-4. Moretti fa: "Scusa, se avessimo vinto il secondo set, come avresti fatto?". "Perché, l'hai vinto?"" .

 

Ed è andato a girare.

"Hai letto il copione?" chiede mia moglie. No. "Adesso che fai?". "Lo leggo lì due volte e lo faccio mio, non devo fare tutto Dante come Benigni". Quel dialogo l'aveva scritto Procacci. Grazie alle domande del giovane attore mi sono immedesimato, mi facevano rodere. Ho risposto come farei nella vita. Un solo ciak".

 

Ci ha preso gusto, ha recitato in "Tutti per 1-1 per tutti" di Veronesi.

"Una cosa orrenda. Giovanni me la pagherà. "Dai, mi devi fare un cameo". Va bene. Poi mi ha chiesto di mettere la parrucca. "Eh no", gli ho risposto "la parrucca no"" .

panatta bertoucci pietrangeli panatta bertoucci pietrangeli

 

Poi se l'è messa.

"Sembravo mia zia Zoe, le volevo un bene dell'anima. Ridevano tutti".

 

È sempre stato bello. Nessun complesso di superiorità?

"Mai sentito superiore. Ero un po' piu caruccio di Bertolucci".

 

Perché il tennis di una volta era più elegante?

"I nostri movimenti erano più aggraziati, i colpi più morbidi, meno strappati. Erano diverse le racchette. Adesso sembra che si menino. Tutti gli sport sono più veloci e sono cambiati gli atleti: il più piccolo è alto come me, che sono un metro e 85".

 

panatta bertolucci panatta bertolucci

Che tipo di tifoso è?

"Non sono un fanatico, quando vince la Roma sono contento ma se perde non mi viene il malumore. Conosco lo sport, so cosa può succedere. Un notaio ligio tutti i giorni alle regole che allo stadio si scatena mi fa ridere. Mia moglie quando la Roma segna un gol si stupisce: tu non esulti? Esprimo di rado l'entusiasmo, mai capito i tifosi che passano il tempo a suonare il tamburo. Intendiamoci, possono farlo: ma perché?".

paola ferrari paola ferrari

 

Che consiglierebbe a Francesco Totti?

"Non posso dare consigli a nessuno, le questioni personali sono sacre, tante sfaccettature non si sanno, la gente giudica. Non si fa".

 

Il cuore batte ancora a sinistra?

"Ha una domanda di riserva? Sono fondamentalmente un liberale progressista. Antifascista e anticomunista. Spero, come credo, che in Italia siano finite sia una cosa che l'altra".

panatta belardinelli panatta belardinelli panatta di battista panatta di battista panatta 20 panatta 20 alessandro cattaneo adriano panatta antonello piroso alessandro cattaneo adriano panatta antonello piroso panatta bertolucci barazzutti zugarelli panatta bertolucci barazzutti zugarelli panatta panatta panatta pietrangeli panatta pietrangeli panatta 21 panatta 21

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

PILLOLE DI GOSSIP! "IL PORTAFOGLI SI PUÒ CAMBIARE, MA ALL'IGNORANZA UMANA NON C'È RIMEDIO", EZIO GREGGIO CAZZIA CHI SOSTIENE CHE LA FIDANZATA ROMINA PIERDOMENICO STIA CON LUI SOLO PER SOLDI: “PURTROPPO LA MAMMA DEI CRETINI È SEMPRE INCINTA E VEDO CHE A ALCUNE PERSONE NASCERANNO PRESTO FRATELLI E SORELLE!" – DANA SABER VS IL “GF VIP”, LA GUERRA FEDEZ-JACOBS, LA DE FILIPPI PUNTA SU EMMA E DI MARTINO, IL TOTO-CONCORRENTI PER L’ISOLA (ANCORA GEGIA?) - UN FAN CHIEDE A CHECCO ZALONE: “PUÒ FARE UN SELFIE CON MIA MOGLIE CHE È INCINTA?” L’ATTORE RISPONDE: “VA BENE. MA NON SONO STATO IO”

politica

business

cronache

sport

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute

INOCULATI PER BENE – È POLEMICA NEGLI USA PER LA DECISIONE DI PFIZER E MODERNA DI PORTARE IL COSTO DELLA SINGOLA DOSE DI VACCINO ANTI-COVID SUL LIBERO MERCATO A 130 DOLLARI, QUANDO IL COSTO STIMATO DI PRODUZIONE È DI 2,85 DOLLARI – MAURO MASI: “L’ANNUNCIO DI BIDEN NEL MAGGIO 2021 AL WTO DI ‘NON VOLER PROTEGGERE LA PROPRIETÀ INTELLETTUALE PER I VACCINI’ È RIMASTO LETTERA MORTA. AD OGGI, NULLA È CAMBIATO RISPETTO A TRE ANNI FA, PRIMA DELLA PANDEMIA, E IL TEMA RESTA IRRISOLTO”