NON C'E' PACE PER "PAPERUMMA" - CI RISIAMO: GIGIO DONNARUMMA VIENE SOMMERSO DI CRITICHE PER IL SUO ERRORE CONTRO IL NEWCASTLE - I QUOTIDIANI D'OLTRALPE LO STRONCANO: "UN ERRORE CHE POTEVA COSTARE MOLTO CARO" - DA QUANDO È ARRIVATO A PARIGI, IL PORTIERE AZZURRO HA COLLEZIONATO ERRORI SU ERRORI E I TIFOSI HANNO PRESO D'ASSALTO I SOCIAL PER SFOGARE LE LORO FRUSTRAZIONI: "ORA NESSUNO TI PUÒ DIFENDERE, NEMMENO IL MIGLIORE DEGLI AVVOCATI"- VIDEO

-

Condividi questo articolo


GIGIO DONNARUMMA PSG NEWCASTLE GIGIO DONNARUMMA PSG NEWCASTLE

(ANSA) - L'ennesima papera e l'ormai consueta pioggia di critiche dalla stampa ai social. Dal campionato francese alla Champions League sembra non finire mai il periodo da incubo per Gianluigi Donnarumma caduto in nuova papera nella serata europea che ha visto il suo Paris Saint Germain in seria difficoltà per tutto il match giocato al Parco dei Principi contro gli inglesi del Newcastle in vantaggio fino ai minuti di recupero grazie proprio al gol subito in malo modo dal portiere della Nazionale italiana.

 

Una rete quella di Isak servita su un piatto d'argento dall'ex milanista e pareggiata dal rigore dubbio di Mbappé nel finale che ha riacceso il fuoco delle polemiche sul ruolo da titolare nel Psg dell'estremo difensore azzurro. Un 1-1 in extremis che ha fatto infuriare gli inglesi che si sono sentiti "derubati" per il rigore concesso al 96' che ha permesso al Psg di strappare il pari con il Newcastle nella sfida del gruppo F (lo stesso del Milan) di Champions League: "Il regolamento parla chiaro, quel tocco di mano (di Livramento ndr) non è fallo" scrivono i media britannici, per l'episodio su cui l'arbitro Marciniak con il via libera del Var ha concesso il penalty e dato a Mbappé la possibilità di pareggiare dal dischetto.

 

GIGIO DONNARUMMA PSG NEWCASTLE GIGIO DONNARUMMA PSG NEWCASTLE

Il francese non sbaglia e tiene a galla il Psg di Luis Enrique. Dalle polemiche sul rigore a quelle per la papera di Donnarumma: una settimana da dimenticare in fretta per il portiere del Psg che in pochi giorni è stato protagonista di due brutti errori che lo hanno riportato nel mirino della critica dei media francesi. Due partite e due papere in cinque giorni, dopo l'errore con i piedi che ha spalancato la porta a Minamino contro il Monaco, il numero uno del Psg contro il Newcastle ha respinto male un tiro non irresistibile di Almiron consegnando ad Isak il pallone che, senza il discusso rigore di Mbappé nel finale, sarebbe potuto costare un'altra precoce eliminazione dalla Champions.

 

E così sui giornali francesi arrivano le stroncature, che si traducono in una sfilza di 3 in pagella. "Donnarumma non ha respinto sufficientemente sulla sua destra per evitare che tornasse nella zona dell'attaccante svedese", scrive l'Equipe, che sottolinea anche il passaggio sbagliato ad Hakimi, una decina di minuti prima, che ha portato al tiro di Isak alle stelle dal limite dell'area piccola. "Totalmente responsabile sul gol di Isak - scrive Le Parisien, che aggiunge anche che è - un errore che avrebbe potuto costare molto caro", mentre per Figaro il tiro dello svedese era "innocuo" e Le Monde scrive che l'ex Milan "ha commesso un errore sul gol e rimane perfettibile con i piedi".

donnarumma psg newcastle donnarumma psg newcastle

 

Dalla stampa ai social ma musica per Donnarumma non cambia con chi dalla Francia esclama che "ora nessuno ti può difendere, nemmeno il migliore degli avvocati". Dall'Italia arrivano poi le bordate degli ex milanisti che dopo i fischi e i dollari finti di San Siro con la Nazionale non hanno pietà nei confronti del loro ex giocatore per il discusso addio a suon di milioni. Lo sfottò più gettonato per sottolineare l'ultima topica di Donnarumma il 'vecchio' Paperumma con tanto di foto d'accompagnamento. (ANSA).

PRIMA PAGINA L EQUIPE SU GIGIO DONNARUMMA PRIMA PAGINA L EQUIPE SU GIGIO DONNARUMMA donnarumma psg newcastle donnarumma psg newcastle

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE