IL PALLONE D’ORO A MESSI PER LA SESTA VOLTA E’ UN’INGIUSTIZIA CHE SVILISCE IL PREMIO. ECCO IL MOTIVO – RONALDO ASSENTE ALLA CERIMONIA - CHE SENSO HA QUESTO TROFEO? VA AL MIGLIORE IN ASSOLUTO O A CHI HA SEGNATO LA STAGIONE CON LE SUE PRESTAZIONI (IN QUESTO CASO SALAH O VAN DIJK DEL LIVERPOOL VINCITORE DELLA CHAMPIONS) - TUTTI PAZZI PER LA COMPAGNA DI DE LIGT (MIGLIOR GIOVANE) - VAN DIJK: "RONALDO? MA PERCHE' ERA CANDIDATO ALLA VITTORIA?"- VIDEO

-

Condividi questo articolo

Paolo Tomaselli per corriere.it

 

messi 8 messi 8

«Un tappeto rosso ma non Reds?»: l’Equipe, quotidiano dello stesso editore di France Football, dà gli ultimi indizi per il Pallone d’oro che verrà assegnato stasera a Parigi (dalle 20 su Canale 20): il vincitore è Leo Messi, per la sesta volta, ovvero colui che col Barcellona ha steso in effetti un tappeto rosso per il Liverpool verso la finale della Champions, poi conquistata dagli inglesi. Eppure nemmeno quella rimonta clamorosa da 0-3 a 4-0 basta a Virgil Van Dijk e Momo Salah per vincere il Pallone d’oro: è giusto che l’argentino venga premiato anche in un’annata nella quale ha conquistato «solo» la Liga?

 

messi 2 messi 2

È ingiusto, non perché siano in discussione le qualità di Messi, ci mancherebbe. Ma perché così si svilisce l’essenza del premio, quello di celebrare il giocatore che ha inciso di più nella stagione. Van Dijk non ha subito un dribbling dall’argentino nella doppia sfida di Champions, ma viene schiacciato dalla potenza mediatica del rivale. Come accadde nel 2010, con l’olandese Sneijder nemmeno sul podio dopo il Triplete con l’Inter e la finale Mondiale: dietro a Messi c’erano i suoi compagni nel Barcellona, Iniesta e Xavi, che quella Coppa del Mondo l’hanno alzata. E anche nel 2014 l’argentino fu premiato «controcorrente» come miglior giocatore del Mondiale brasiliano, dopo aver perso la finale contro la Germania.

van dijk van dijk

 

I motivi della sua vittoria del Pallone d’oro, al di là della sua classe immensa e dei suoi gol (l’ultimo domenica all’Atletico) quali possono essere? Il primo è pratico: le votazioni sui diversi giocatori del Liverpool, Van Djik, Salah ma anche Alisson e Mané ha disperso voti, agevolando l’argentino. Secondo: il Pallone d’oro a Modric dello scorso anno ha avuto una eco mediatica bassissima e quindi anche a livello di marketing — terzo motivo — il ritorno a Messi, grande assente dal 2015, va letto in questo senso. A questo punto però è lecito ancora una volta chiedersi che senso abbia questo trofeo: se va assegnato al migliore in assoluto — a non a chi segna la stagione con le sue prestazioni — Messi lo può vincere da qui a fine carriera.

messi messi

messi 1 messi 1 21728902 0 image a 10 1575321780411 21728902 0 image a 10 1575321780411 de ligt de ligt messi 5 messi 5

de ligt 6 de ligt 6

messi messi modric modric rapinoe rapinoe

 

messi messi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute