POMPE A SECCO - SBRIGATEVI A FARE IL PIENO: ALLE 19 INIZIA LO SCIOPERO DI 48 ORE DEI BENZINAI - NELLE AUTOSTRADE SARANNO APERTI SOLO 175 IMPIANTI (UNO OGNI 100 CHILOMETRI) - E IL PREZZO DEL CARBURANTE TORNA A SALIRE - MA POI TUTTO STO CASINO PER NON ESPORRE UN CARTELLO CON I PREZZI MEDI? – LE ASSOCIAZIONI DEI BENZINAI TENGONO IL PUNTO E PARLANO DI CAMPAGNA DI DIFFAMAZIONE...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Paolo Baroni per lastampa.it

 

benzina benzina

Per Giorgia Meloni il decreto sulla trasparenza dei prezzi dei carburanti «è giusto» e il governo, dopo essere andato incontro alle richieste degli esercenti, «non intende fare passi indietro». Le associazioni dei benzinai (Faib Confesercenti, Fegica e Figisc-Anisa Confcommercio) che hanno proclamato lo sciopero di due giorni che inizia stasera, invece, si sentono diffamate e penalizzate dai nuovi provvedimenti del governo e tengono il punto.

 

(...)

 

Parlando ad Algeri Giorgia Meloni ha invece spiegato che per il governo «il tema centrale di affiggere il prezzo medio settimanale per far capire all’utente quale sia la situazione è un’iniziativa di buonsenso. 

 

(...)

 

BENZINA - QUANTO INCASSA LO STATO DALLE ACCISE BENZINA - QUANTO INCASSA LO STATO DALLE ACCISE

La protesta scatta stasera alle 19 (alle 22 sulla rete autostradale) e terminerà dopodomani interessando anche gli impianti self service. Fare il pieno in questi due giorni sarà difficile ma non impossibile: alle tre sigle che protestano fa capo il 70% dei 21 mila impianti di distribuzione dei carburanti attivi in Italia, ma le regole sui servizi minimi impongono da un lato di mantenere aperti nelle città un certo numero di pompe, a cui si aggiungono gli impianti gestiti direttamente dalle compagnie ed i distributori autonomi associati all’Angac e all’Asnali che non aderiscono allo sciopero. Sulle autostrade prefetti e Regioni devono invece assicurare che resti in funzione un impianto ogni 100 chilometri: la lista diffusa ieri dalla Conferenza delle Regioni (l’elenco completo su www.lastampa.it) ne conta ben 175 su un totale di 477, tra cui 19 sulla A1 Milano-Napoli, 15 sulla A4 Torino-Trieste, 19 sulla A14 Adriatica tra Bologna e Taranto e 10 sulla Salerno-Reggio Calabria.

 

IL VALORE DELLE ACCISE SULLA BENZINA IN ITALIA IL VALORE DELLE ACCISE SULLA BENZINA IN ITALIA

 

(...)

 

Manco a farlo apposta, intanto, i prezzi dei carburanti sono tornati a salire con Eni e Q8 che sabato hanno suggerito 2 centesimi d’aumento ogni litro. In base ai dati aggiornati alle 8 di domenica il prezzo medio nazionale della benzina in modalità self è così salito da 1,828 di venerdì a 1,845 euro/litro, mentre il gasolio da 1,877 è passato a 1,89. Il servito, ovviamente, è sempre sopra la soglia dei 2 euro.

GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute