A QUANTO AMMONTA IL PATRIMONIO DI MARADONA? MA SOPRATTUTTO, CHI POTRÀ GODERNE? DOPO LA DELICATA OPERAZIONE AL CERVELLO, MARADONA AVEVA MINACCIATO DI NON LASCIARE UN CENTESIMO AI SUOI PARENTI – PER LA LEGGE ARGENTINA UNA QUOTA SPETTERÀ DI DIRITTO A MOGLIE E FIGLI, COMPRESO L'ITALIANO DIEGO SINAGRA AL QUALE PERO' POTREBBE NON RESTARE NULLA A CAUSA DELLE PRETESE DEL FISCO ITALIANO

-

Condividi questo articolo

Marco Ciotola per mowmag.com

 

maradona diego jr maradona diego jr

A quanto ammonta il patrimonio di Diego Armando Maradona? Ma soprattutto, chi potrà goderne adesso che il Pibe de oro è passato a miglior vita? Una domanda ricorrente a poche ore dalla dipartita del numero 10 per eccellenza, spentosi nel pomeriggio di ieri, mercoledì 25 novembre, per insufficienza cardiaca all’interno di una villa affittata a Tigre, appena fuori Buenos Aires, dove avrebbe dovuto passare tutta la fase post-operatoria seguente al recente ematoma al cervello. Fase che è stata come al solito foriera di dichiarazioni da copertina pronunciate da Diego; appena una settimana fa, in piena ripresa, aveva inviato un messaggio sconcertante rivolto a una generica categoria parentale, a tratti per esorcizzare l’eventualità di una sua dipartita ma chiudendo con una chiosa piuttosto decisa sul fronte eredità:

 

maradona con le figlie maradona con le figlie

 

“Non sto morendo, dormo tranquillo e continuo a lavorare. Non so cosa ha voluto dire Giannina e come verrà interpretato, ma so che quando uno invecchia tutti quelli attorno si preoccupano più di cosa e quanto lascerà piuttosto che di quello che sta facendo. E allora dico a tutti che non lascerò nulla: voglio dirvi che non sto morendo affatto e non vi lascerò niente. Non darò a nessuno tutto quello che ho guadagnato nella mia vita. Lo donerò”.

diego armando maradona con claudia villafane e un'altra donna a st tropez nel 1998 diego armando maradona con claudia villafane e un'altra donna a st tropez nel 1998

 

Maradona con moglie e figlie

La dichiarazione ha subito riacceso rabbie e rivendicazioni da parte di Claudia Villafañe, ex moglie di Maradona, che ha sottolineato di attendere ancora che “tutto ciò che mi spetta mi venga restituito”.

diego armando maradona con la moglie claudia a saint tropez nel 1998 diego armando maradona con la moglie claudia a saint tropez nel 1998

 

Per il momento il contenuto del testamento – che Diego ha modificato proprio durante l’ultima convalescenza – non è noto; ma non è inverosimile che molti tra gli eredi diretti del Pibe possano restare a mani vuote. Ci sono però diverse condizioni che potrebbero portare i parenti a rivolgersi alla giustizia per recuperare parte di quel patrimonio, come stanno facendo notare nelle ultime ore diverse testate argentine tra cui Carlin e Solodinero.

diego armando maradona e la moglie claudia il giorno del matrimonio al luna park stadium diego armando maradona e la moglie claudia il giorno del matrimonio al luna park stadium

 

Il nuovo Codice Civile e Commerciale dell’Argentina, in vigore dal 2015, ha infatti introdotto modifiche in materia di successioni, in particolare attorno alla definizione e ai diritti di quelli che in Italia chiamiamo eredi legittimari, e alla figura del cosiddetto “oltraggio” e delle “diseredazioni”.

 

In poche parole, esattamente come nell'ordinamento italiano, anche in quello argentino viene prevista la figura della cosiddetta "legittima", corrispondente a una quota di cui l'autore del testamento non può in ogni caso disporre. Dimenticate, quindi, le boutade in stile americano: niente patrimoni al gatto o figli esclusi da qualsiasi beneficio. Una parte del patrimonio del "de cuius" (come viene definito il defunto nel gergo legale), deve per forza essere destinato a una serie di soggetti che sono specificamente previsti dalla legge.

diego armando maradona in yacht nel 1986 diego armando maradona in yacht nel 1986

 

Proprio come per la normativa vigente in italia, inoltre, anche secondo il diritto argentino, l'ammontare della quota spettante agli eredi legittimari varia in base alla loro composizione. In particolare, la quota di legittima dei discendenti (figli) è pari a due terzi, quella degli ascendenti (eventuali genitori) della metà e quella del coniuge della metà. Nel caso in cui concorrano sia i figli che il coniuge, la quota di legittima viene calcolata sulla base dell'indicazione più favorevole.

 

 

Molte testate argentine hanno, così, osservato come Maradona non abbia potuto, di fatto, escludere dalla sua eredità le figlie riconosciute, Dalma e Gianina, il figlio più giovane Diego Fernando ma neanche l’italiano Diego Sinagra e Jana, tardivamente riconosciuti dal Pibe de oro.

diego armando maradona bacia la moglie claudia hotel las praderas 2000 diego armando maradona bacia la moglie claudia hotel las praderas 2000

 

E a nulla può valere la volontà di Maradona di diseredare alcuni o tutti i propri figli. Come spiegato alla testata Infobae, da Cristian Fox, partner dello studio legale Allende y Brea, infatti, "La riforma del Codice Civile e Commerciale del 2015, ha abrogato la figura della diseredazione, ricomprendendola tra le cosiddette cause di indegnità". L'articolo 2281 stabilisce le cause, tra cui, ad esempio, i tentativi di frode da parte degli eredi designati nei confronti del defunto, ma un eventuale generico astio non è sufficiente ad escluderli dall'asse ereditario.

 

E quindi? Quanti sono i milioni di euro sui quali, inevitabilmente, gli eredi di Maradona sono destinati a farsi la guerra nei mesi prossimi?

diego armando maradona in uruguay nel 1999 diego armando maradona in uruguay nel 1999

 

Sebbene sia certo che i guadagni maggiori siano arrivati dai contratti come calciatore e allenatore, dalle significative entrate pubblicitarie, dai programmi televisivi e dal ruolo di commentatore tecnico, risulta attualmente impossibile stabilirne l'ammontare.

 

diego armando maradona con claudia villafane a una festa diego armando maradona con claudia villafane a una festa

Quello che è certo è che, In Italia, una sentenza del 2005 lo ha condannato a pagare 37,2 milioni di euro nei confronti dell'erario. Una somma che il fisco italiano potrebbe pretendere - quantomeno per la parte di essa corrispondente alle imposte non versate - anche dai suoi eredi. Ammesso e non concesso, dunque, che almeno una parte del patrimonio di Diego non sia stata definitivamente sperperata, per l'italiano Diego Sinagra la possibilità di arricchirsi dopo la morte del padre potrebbe essere molto meno concreta di quanto si creda.

diego armando maradona e la moglie claudia a l'avana nel 2000 diego armando maradona e la moglie claudia a l'avana nel 2000 diego armando maradona e la moglie claudia al compleanno di massimo casanova a milano 2003 diego armando maradona e la moglie claudia al compleanno di massimo casanova a milano 2003 diego armando maradona – festa al conrad hotel a punta del este, uruguay, 1999 diego armando maradona – festa al conrad hotel a punta del este, uruguay, 1999 diego armando maradona a 20 anni nella sua casa di buenos aires 1980 diego armando maradona a 20 anni nella sua casa di buenos aires 1980 diego armando maradona con le figlie giannina e dalma a cannes nel 2008 diego armando maradona con le figlie giannina e dalma a cannes nel 2008 diego armando maradona e la moglie claudia in uruguay nel 1999 diego armando maradona e la moglie claudia in uruguay nel 1999

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS – SI PARTE DAL CONFLITTO TRA MICOSSI E PADOAN, SI CONTINUA CON IL CANDIDATO CEO ANDREA ORCEL, SPINTO DA CONSIGLIERE DIEGO DE GIORGI, SI PROSEGUE CON LA ROGNA DELLA FUSIONE CON MPS, CHE VEDE L’OPPOSIZIONE DEI 5STELLE E ORA ANCHE DI DEL VECCHIO - IL PATRON DI LUXOTTICA STA DIVENTANDO DAVVERO UN GROSSO PROBLEMA: SI È MESSO CONTRO NAGEL IN MEDIOBANCA, CONTRO DONNET IN GENERALI, CONTRO IL MEF SU MPS. IN QUESTO STALLO PERICOLOSO, BRILLA L’ASSORDANTE SILENZIO DI BANKITALIA

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute