"GIOCHEREMO LA SUPERCOPPA" - IL NAPOLI SPIEGA PERCHÉ AVEVA PROPOSTO IL RINVIO DEL MATCH CON LA JUVE – “SE LA PARTITA SI FOSSE DISPUTATA IN PRIMAVERA, CI SAREBBE STATA LA SPERANZA DI APRIRE, ANCHE PARZIALMENTE, AL PUBBLICO. INOLTRE, LA PROPOSTA ERA RIVOLTA A CERCARE MAGGIORI FONDI, DALLE AUTORITÀ REGIONALI, STATALI E DA SPONSOR DIVERSI, PER RACCOGLIERE UNA CIFRA IMPORTANTE DA DEVOLVERE ALLA RICERCA CONTRO IL COVID…”

-

Condividi questo articolo

Da corrieredellosport.it

 

de laurentiis de laurentiis

"Il Napoli parteciperà alla Supercoppa contro la Juventus in programma a Reggio Emilia mercoledi' 20 gennaio". Lo sottolinea il club azzurro in una nota pubblicata sul proprio sito internet. Un comunicato stampa che nasce dall'esigenza di confermare la notizia della proposta (non accolta) della società e spiegarne meglio i motivi.

 

de laurentiis agnelli de laurentiis agnelli

"Risponde al vero - scrive il Napoli - il fatto che il presidente Aurelio De Laurentiis aveva richiesto uno spostamento della partita a fine campionato, o in una data eventualmente disponibile in primavera, per una serie di motivi di grande ragionevolezza.

 

agnelli agnelli

Ma si è sempre trattato di una proposta. Se la partita si fosse disputata in primavera, ci sarebbe stata la speranza di aprire, anche parzialmente, al pubblico. Inoltre, la proposta di De Laurentiis era rivolta a cercare maggiori fondi, dalle autorità regionali, statali e da sponsor diversi, per raccogliere una cifra importante da devolvere alla ricerca contro il Covid 19. Il Napoli prende atto che questa richiesta non sia stata accettata e sarà presente mercoledi' a Reggio Emilia per contendere la Supercoppa alla Juventus".

DE LAURENTIIS 1 DE LAURENTIIS 1 DE LAURENTIIS DE LAURENTIIS DE LAURENTIIS DE LAURENTIIS aurelio de laurentiis foto mezzelani gmt019 aurelio de laurentiis foto mezzelani gmt019

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute