"A PARIGI VOGLIO UN ALTRO ORO" – MARCELL JACOBS NON SI NASCONDE: "SOLO DUE ATLETI HANNO VINTO DUE ORI CONSECUTIVI NEI 100 METRI E LAVORO PER QUELLO. DOPO LA VITTORIA A TOKYO AVREI DOVUTO LAVORARE DI PIÙ A LIVELLO MENTALE DI QUANTO NON FACESSI GIÀ PRIMA. UN PO' MI SONO PERSO. MA ORA STO BENE E VOGLIO RICONQUISTARE QUEL TITOLO" - SU TAMBERI PORTABANDIERA AI GIOCHI: "CHI MEGLIO DI LUI PER I RISULTATI OTTENUTI E PER IL SUO MODO DI ESSERE CAPITANO. IO…”

-

Condividi questo articolo


Da sportmediaset.mediaset.it

 

marcell jacobs 4 marcell jacobs 4

 

"È tanta la responsabilità di arrivare da campione in carica a Parigi, darò il massimo di me stesso. Solo due atleti hanno vinto due ori consecutivi nei 100 e lavoro per quello". Non si nasconde l'oro olimpico a Tokyo Marcell Jacobs dopo i test con l'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI allo Stadio dei Marmi.

 

"Quando vinci un'Olimpiade hai tante aspettative, dopo l'oro avrei dovuto lavorare di più a livello mentale di quanto non facessi già prima. Un po' mi sono perso invece. Ma ora voglio riconquistare quel titolo. Mi sento bene, sono pronto e sto bene".

 

 

jacobs jacobs

Guardando ai suoi avversari: "In questo momento nessuno ha corso veramente forte, non c'è un vero numero uno per dire che a Parigi vincerà sicuramente. Tutti stanno lavorando al massimo per arrivare al top lì". Su Tamberi portabandiera ai Giochi: "Chi meglio di lui per i risultati ottenuti e per il suo modo di essere capitano. Io a questo punto mi metto in lista per la prossima Olimpiade".

tamberi jacobs tamberi jacobs tamberi jacobs tamberi jacobs

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)