LO "SCIAGURATO" ORSATO – DOTTO: "CIO’ CHE HA COMBINATO IN OCCASIONE DEL RIGORE E’ UNA PUTTANATA MAI VISTA – PRIMA HA PRIVATO LA ROMA DI UN GOL CERTO PER UNO PROBABILE. POI HA DETTO A CRISTANTE: “IO NON POTEVO APPLICARE IL VANTAGGIO ESSENDO UN CALCIO DI RIGORE E SE POI VOI SIETE COSÌ COGLIONI DA SBAGLIARLO IL RIGORE NON SARÀ MICA COLPA MIA”. PECCATO NON ESSERE STATO LÀ SOTTO PER REPLICARE COME SI DEVE…" - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Giancarlo Dotto per Dagospia

 

 

juve roma orsato cristante juve roma orsato cristante

Strana reticenza di quasi tutti, Mourinho incluso, a chiamare con il giusto nome la “cosa” di Orsato ieri allo Stadium: una puttanata mai vista. Così mai vista prima che non ci stanchiamo di rivederla per essere sicuri di non averla mai vista. Ok. Siamo sicuri. Orsato da domenica sera fa rima con sciagurato, ma anche con scellerato. Orsato l’hai fatta (grossa) fuori dal vaso.

 

Impresa consumata in due atti. Il primo, quando si precipita a fischiare un rigore a favore in una situazione in cui, per oggettive ragioni (situazione in essere, palla che balla a un metro dalla porta, portiere juventino a terra inerme, numero di romanisti in area), le probabilità che la Roma da lì a un secondo potesse metterla dentro da lì a un secondo, come poi è avvenuto, erano decisamente più del cinquanta per cento.

juve roma orsato juve roma orsato

 

Con un riflesso paragonabile a quello di Jacobs ai blocchi di partenza della finale dei 100, l’Orsato si è avventato a stroncare l’eventuale non si sa mai lieto fine, coadiuvato nel buttarla in caciara dal guardalinee che sbandierava a cazzo un fuorigioco mai esistito e dunque mai sbandierabile. Risultato: nel casino, la Roma privata di un gol certo per uno probabile. Un capolavoro! Un caso d’ingiustizia esemplare truccato da un gesto di giustizia ordinaria.

 

mourinho orsato quarto uomo mourinho orsato quarto uomo

Secondo atto. Quando nel tunnel, prima del secondo tempo con l’arroganza che gli butta naturale dalla pelle come le lacrime nelle bambole di celluloide, Orsato, appesantito da una coda di paglia chilometrica, catechizza Cristante e compagni con un concetto che, tradotto, suona così: “Io non potevo applicare il vantaggio essendo un calcio di rigore e se poi voi siete così coglioni da sbagliarlo il rigore non sarà mica colpa mia…”.

 

Peccato non essere stato là sotto per replicare come si deve all’artefice di cose mai viste e di fischi contro natura. Che cento arbitrucci su cento, all’esordio in una partita di prima categoria, confortati prima dal buonsenso e poi anche dal regolamento, eh sì, Orsatuccio caro, avrebbero atteso quel nano secondo prima di fischiare l’irreparabile. Non rischiando la figuraccia, salvo poi tornare indietro ed eventualmente rimediare. Incredibile doverlo scrivere, incredibile sia accaduto.

ivan zazzaroni giancarlo dotto foto di bacco (2) ivan zazzaroni giancarlo dotto foto di bacco (2) giancarlo dotto foto di bacco (3) giancarlo dotto foto di bacco (3) juve roma juve roma

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute