"SE NON SONO IN PISTA, SONO IN FABBRICA. NON VIVO COME UN ESULE FISCALE A MONACO, GESTENDO UNA SQUADRA A DISTANZA" - L'ATTACCO FRONTALE DI CHRISTIAN HORNER, TEAM MANAGER DI RED BULL, A TOTO WOLFF, DIRETTORE ESECUTIVO DI MERCEDES: LUI VIENE DA UN BACKGROUND FINANZIARIO ED È GUIDATO DA CIÒ CHE DICE IL BILANCIO. E I RISULTATI SONO LEGATI A QUESTA MENTALITÀ… - NON SO SE SARÀ ANCORA AL SUO POSTO TRA 10 ANNI O PREFERIRÀ STARE SUL SUO SUPER YACHT”

-

Condividi questo articolo


Federico Mariani per www.gazzetta.it

 

Toto Wolff Christian Horner Toto Wolff Christian Horner

Se con Max Verstappen e Lewis Hamilton il Mondiale F1 si è infiammato per tutto il 2021, Christian Horner e Toto Wolff hanno aggiunto ulteriore benzina al duello incandescente. Del resto il team manager di Red Bull e il direttore esecutivo di Mercedes sono molto diversi tra loro per modi di pensare e passioni personali. Lo ha sottolineato in maniera pungente proprio l'inglese, vincitore dello scorso titolo piloti grazie a Verstappen, durante un'intervista al quotidiano Dailymail. E il ritratto che Horner fa di Wolff è destinato a far discutere.

Toto Wolff Christian Horner Toto Wolff Christian Horner

 

ABITUDINI

Christian esordisce sottolineando le differenze nella routine. E lo fa in maniera tagliente: “Se non sono in pista, sono in fabbrica. Non vivo come un esule fiscale a Monaco, gestendo una squadra a distanza. La mia agenda è piena dal momento in cui arrivo a quello in cui parto, affrontando problemi all'interno del team. Ho una politica molto aperta”. Una questione anche di esperienza accumulata: “Sono cresciuto nello sport. Ero un pilota da corsa che si è dedicato alla gestione di una squadra”. Un ragionamento che pone le basi per una seconda stoccata.

Toto Wolff Christian Horner Toto Wolff Christian Horner

 

FUTURO

Horner infatti prosegue con una riflessione pungente: “Toto viene da un background finanziario ed è guidato da ciò che dice il bilancio. E i risultati sono legati a questa mentalità”. Secondo il team manager Red Bull, con questo approccio diventa difficile pensare di costruire una lunga carriera: “Non so se Wolff condivide la stessa passione di un pilota e se sarà ancora al suo posto tra 10 anni o preferirà stare sul suo super yacht”.

Toto Wolff Christian Horner Toto Wolff Christian Horner

 

ABU DHABI

Ovviamente in questa analisi non si può non parlare del finale del 2021. Horner premette: “Con Toto c'è un rapporto professionale. Non uscirei a cena con lui, anche se non è una cattiva persona. Mi piace stuzzicarlo”. Poi l'attacco a Mercedes: “C'è stata una campagna mediatica organizzata da parte dei nostri rivali per screditare il nostro successo, fino al punto della premiazione della FIA. Una tattica impiegata sempre da loro anche in altri campionati”. In ogni caso Horner assicura: “Il 2021 è un capitolo chiuso. Pensiamo alla nuova stagione”.

Toto Wolff Christian Horner Toto Wolff Christian Horner

 

Condividi questo articolo

media e tv

PILLOLE DI GOSSIP! SLITTA LO SHOW DELLA PARIETTONA. LE DRAG QUEEN DI ALBA FANNO PAURA A QUALCUNO? LO STOP E’ ARRIVATO DAI PIANI ALTI RAI. LA FURIA DELLA PARIETTI: IL MOTIVO – A "X FACTOR" BEATRICE QUINTA FUORI DI SENO MANDA IN TILT MORGAN CHE SI INCHINA:”E’ UN FIGA” – LEI SU TWITTER ROVINA TUTTO: “CHE PROBLEMA AVETE CON LE MIE TETTE? VE LO DICO IO, SI CHIAMA SESSISMO” (CHE PALLE) – GRANDE BORDELLO! ORIANA MARZOLI FA UN MASSAGGIO AD ANTONINO SPINALBESE POI AMMETTE: “HO UN RITARDO” (SPINALBESE INSEMINATOR?)

politica

“NON SI CHIEDE A UN PRIMO MINISTRO SE HA IMPARATO UNA LEZIONE” – BRUNO VESPA, OSPITE DI FORMIGLI A “PIAZZAPULITA”, DÀ UNA SCUDISCIATA AI GIORNALISTI CHE ALLA CONFERENZA STAMPA CON LA MELONI SI SONO INCAZZATI PER LE POCHE RISPOSTE DELLA PREMIER: “IO NON SO COME ALTRI AVREBBERO RISPOSTO. LA DOMANDA SI FA PER SAPERE LE COSE. IL CASO SAVIANO? QUELLO DI CUI UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NON PUÒ FARE A MENO È DENUNCIARE UNA PERSONA CHE AFFERMA CHE È CORRESPONSABILE DELLA MORTE DI UN BAMBINO IN MARE. SI CHIAMA ATTRIBUZIONE DEL FATTO DETERMINATO…”

business

cronache

sport

PALLONI SGONFIATI – LA SINISTRA DA SALOTTO LA SMETTA CON LE PREDICHELLE E CI LASCI VEDERE IL MONDIALE IN PACE – DA UNA PARTE FABIO FAZIO, STRAFREGANDOSENE DELLA RAI CHE LO PAGA MILIONI, SPUTA NEL PIATTO IN CUI MANGIA ATTACCANDO UN MONDIALE CHE SI PUÒ NON VEDERE PERCHÉ CI È “ESTRANEO” – DALL'ALTRA LA VICEDIRETTRICE FEMMINISTA E BORSETTA PRADA DEL “CORRIERE DELLA SERA”, BARBARA STEFANELLI, INVOCA L’“OPPOSIZIONE CREATIVA” PER SABOTARE IN OGNI MODO L’EVENTO IN QATAR, CON UNA BELLA DOSE DI AUTOLESIONISMO VERSO I LETTORI DEL “CORRIERE” E DELLA “GAZZETTA”…

cafonal

viaggi

salute