SPADAFORA SUONATO DA BACH: "LA RIFORMA DELLO SPORT? NOI ABBIAMO ESPOSTO LE NOSTRE POSIZIONI IN UNA LETTERA AL MINISTRO E NON ABBIAMO RICEVUTO RISPOSTA" – IL PRESIDENTE DEL CIO PARLA DELL'EVENTUALITÀ CHE L'ITALIA ALLE PROSSIME OLIMPIADI ABBIA I SUOI ATLETI SOTTO LA BANDIERA DEL COMITATO OLIMPICO INTERNAZIONALE: "IL CONI CI HA CHIESTO DI ASPETTARE. VEDIAMO QUELLO CHE SUCCEDERÀ CON IL GOVERNO" – POI ASSICURA SULLO SVOLGIMENTO DEI GIOCHI OLIMPICI: “NON ABBIAMO UN PIANO B”

-

Condividi questo articolo

Da corrieredellosport.it

 

malagò bach malagò bach

"Noi abbiamo esposto le nostre posizioni in modo molto preciso. Lo abbiamo fatto anche in una lettera al Ministro dello Sport italiano e non abbiamo ricevuto risposta". Sono le parole di Thomas Bach, presidente del Cio, riferimento alla missiva inviata a Vincenzo Spadafora manifestando le sue preoccupazioni per la riforma dello sport. L'intervento è avvenuto durante SportLab, la maratona digitale di Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport per festeggiare i 75 anni della testata torinese e di Stadio.

 

spadafora conte spadafora conte

Sull'eventualità che l'Italia alle prossime Olimpiadi abbia i suoi atleti sotto la bandiera del Cio aggiunge: "D'altro canto il Coni ci ha chiesto di aspettare e di concedere al Governo italiano l'occasione di raggiungere una soluzione pragmatica. Per questo abbiamo sospeso ogni discussione e stiamo aspettando di vedere quello che succederà tra Coni e Governo".

 

 

BACH

 

MALAGO BACH MALAGO BACH

«Siamo certi di poter disputare le Olimpiadi di Tokyo in totale sicurezza, perché gli sviluppi in ambito sanitario ci rendono via via sempre più fiduciosi: i Giochi si disputeranno regolarmente e la cerimonia di apertura si terrà il 21 luglio 2021». L’ha dichiarato il presidente del Cio, Thomas Bach, intervenendo a SportLab, la maratona digitale organizzata da Tuttosport e Corriere dello Sport-Stadio per celebrare i 75 anni di Tuttosport e Stadio. «Non abbiamo un “piano b”: Tokyo è la luce in fondo al tunnel di questo difficile periodo, un messaggio importante per il mondo intero – ha proseguito Bach –.

spadafora spadafora

 

La situazione in Italia? Provo una profonda ammirazione nei confronti del Coni, per il lavoro che sta svolgendo e per quello che ha saputo fare durante il periodo più duro della pandemia: l'organizzazione dei Mondiali di ciclismo a Imola ne è la dimostrazione. I problemi con il Governo sono evidenti e li abbiamo illustrati al Ministro dello Sport, senza ricevere alcuna risposta: attendiamo che si trovi una soluzione pragmatica».

malagò bach malagò bach vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 075 vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 075 vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 082 vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 082 vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 087 vincenzo spadafora incartato foto mezzelani gmt 087

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL RESTO? "MANK"! - CHI SCRISSE DAVVERO "QUARTO POTERE", CONSIDERATO IL FILM PIU' BELLO IN ASSOLUTO? – DOMANI SU NETFLIX LO STUPENDO FILM DI DAVID FINCHER SUL COMPLESSO RAPPORTO FRA DUE GENI NELLA HOLLYWOOD DEGLI ANNI '30: ORSON WELLES E LO SCENEGGIATORE HERMAN MANKIEWICZ  – AGLI OSCAR A MANK SAREBBE PIACIUTO RINGRAZIARE COSI': "SONO MOLTO LIETO DI ACCETTARE QUESTO PREMIO IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES, PERCHÉ LA SCENEGGIATURA È STATA SCRITTA IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES" – VIDEO

politica

ATTENTI, GHEDINI È NERVOSO! - “SUL SITO DAGOSPIA È APPARSO UN ARTICOLO DOVE SI PROSPETTA FALSAMENTE DI UN MIO ASSERITO INTERVENTO SULLA DECISIONE DEL PRESIDENTE BERLUSCONI IN MERITO AL VOTO SUL MES - È RISIBILE OLTRE CHE DIFFAMATORIO PROSPETTARE UNA MIA SUDDITANZA NEI CONFRONTI DEL SEN. SALVINI O UNA CONTRAPPOSIZIONE CON IL DR. LETTA - IL CONTINUO TENTATIVO DI CREARE DISSIDI ALL’INTERNO DI FORZA ITALIA PER EVIDENTEMENTE FAVORIRE ALTRI È DAVVERO DIVENUTO INTOLLERABILE E DIFFAMATORIO E AGIRÒ NELLE SEDI COMPETENTI”

business

cronache

sport

DIEGO, MI MANCHI - FAUSTO LEALI RACCONTA L'AMICIZIA CON MARADONA E IL SUO MATRIMONIO DA FAVOLA: "IO E CALIFANO ERAVAMO GLI UNICI MUSICISTI INVITATI. TUTTA BUENOS AIRES ERA PER STRADA PER SALUTARE DIEGO, IN CHIESA CI TROVAMMO IMMERSI NEL LUSSO PIÙ SFRENATO. 200 MUSICISTI E 200 CORISTI A SUONARE LA NONA DI BEETHOVEN, CLAUDIA VESTITA DAI MIGLIORI STILISTI DEL MONDO. E IL PRANZO SUCCESSIVO… - MARADONA IMPAZZIVA PER ME. IN ARGENTINA GUARDAVA UNA TELENOVELA SOLO PERCHE’ LA SIGLA ERA MIA. POI VENNE IN ITALIA E…"

cafonal

viaggi

salute