SVOLTA NELLA BATTAGLIA DEI DIRITTI TV DELLA SERIE A - TIM SCENDE IN CAMPO A FIANCO DI DAZN: FORNIREBBE SUPPORTO A LIVELLO DISTRIBUTIVO E TECNOLOGICO, MENTRE A LIVELLO ECONOMICO GARANTIREBBE OLTRE 1 MILIARDO DI € IN 3 ANNI - UNA PARTNERSHIP CHE SPINGE ANCOR DI PIÙ I DIRITTI TV DEL CAMPIONATO VERSO DAZN: L'ACCORDO CON TIM (IN TRATTATIVA PER RINNOVARE LA SPONSORIZZAZIONE CON LA LEGA) RIDURREBBE NON SOLO IL RISCHIO TECNOLOGICO, GARANTENDO UNA MIGLIORE DISTRIBUZIONE DELLE GARE IN STREAMING, MA ANCHE QUELLO ECONOMICO...

-

Condividi questo articolo


Matteo Pinci e Franco Vanni per repubblica.it

 

diritti tv 3 diritti tv 3

Telecom è pronta a sostenere Dazn nella corsa sui diritti tv per la Serie A. La voce che circolava da giorni è stata confermata da Bloomberg, che ha rivelato anche l'esistenza di una lettera riservata e datata 8 febbraio in cui Dazn comunicava alla Lega Serie A di essere affiancata da "un partner che è un leader del settore e fornirà ulteriore supporto anche dal punto di vista finanziario".

 

Come aveva anticipato Repubblica, infatti, Tim è pronta a mettere sul piatto oltre 300 milioni: si parla di 340 milioni di euro all'anno (sugli 840 offerti da Dazn), per un totale che nel triennio 2021/24 supererà il miliardo di euro complessivo.

luigi gubitosi nel 2008 luigi gubitosi nel 2008

 

L'ammissione di Tim

Tim, all'epoca - era il 10 febbraio, ossia due giorni dopo la lettera di Dazn - aveva smentito con una nota l'accordo. Oggi ha invece confermato, ammettendo di aver "sottoscritto un'intesa volta a integrare l'accordo di distribuzione già in essere, anche nei termini economici, condizionata all'aggiudicazione a Dazn della gara".

 

dal pino dal pino

Nella nota, viene anche esplicitato come "Tim si qualificherebbe, quindi come operatore di telefonia e Pay Tv di riferimento per l'offerta dei contenuti di Dazn in Italia nonché per la partnership tecnologica".

 

Quindi Tim, pur volendo sostenere di "non essere tra i partecipanti alla gara indetta da Lega Calcio per l'assegnazione dei diritti televisivi", in realtà entra pienamente nella partita. E anche se fino a oggi era tutt'altro che un segreto, la questione non può non avere un peso nella vicenda dei diritti tv. Pur non avendo partecipato all'asta, Tim è in campo. A tutti gli effetti.

maximo ibarra 2 maximo ibarra 2

Leonard Blavatnik Leonard Blavatnik diritti tv diritti tv diritti tv serie a diritti tv serie a

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute