I TIRI MANCINI DI SCONCERTI – "L’ITALIA DEVE ANCORA CRESCERE. E’ QUASI SCOMPARSO CHIESA. NON SALTA PIÙ L'UOMO, NON TIRA IN PORTA, NON MARCA IL SUO AVVERSARIO. SEMBRA ANNODATO SU SE STESSO. NON SI SBLOCCA NEMMENO LA SITUAZIONE DEL CENTRAVANTI. IMMOBILE DIMOSTRA DEI LIMITI DI FONDO. SI È PERSO SOPRATTUTTO JORGINHO. IL MIGLIORE È…" – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

MARIO SCONCERTI per il Corriere della Sera

 

chiesa chiesa

Anche l'Italia di Mancini sta cambiando. Si è allungata sul campo, ha perso il gioco di Verratti e Jorginho, poco cercati dalla squadra che preferisce andare sulle ali dove però trova pochi spazi. Il migliore è Barella, quasi un fuori categoria a questi livelli, che corre però da troppe parti. Il suo movimento continuo non è seguito dalla squadra, quindi crea disordine.

 

L'Olanda è un buon avversario, ha un palleggio migliore del nostro, qualche movimento ottimo di giocatori solitari come Frankie De Jong, Blind e Depay, ma non ha momenti decisivi. La loro parte migliore, dove a De Jong si aggiungono Van de Beek e Wijnaldum, lascia abbastanza solo il nostro centrocampo, dove nel gioco di Mancini nasce la rapidità di pensiero.

italia olanda mancini italia olanda mancini

 

Forse è già il piccolo tempo di chiedersi chi siamo a un livello più alto. Contro avversari migliori e non formidabili come Polonia e questi di Bergamo, abbiamo esaurito i progressi, siamo tornati a un vecchio tran tran dimenticato. La Nations League è un avvenimento che vale un primo girone di campionato europeo. Polonia, Olanda e Bosnia come buoni avversari e poco più. Dobbiamo ancora crescere.

italia olanda mancini italia olanda mancini

 

Nel frattempo è quasi scomparso Chiesa, e non da oggi. Non salta più l'uomo, non tira in porta, non marca il suo avversario. Sembra annodato su se stesso. Non si sblocca nemmeno la situazione del centravanti. Immobile è stato stavolta più dentro la partita ma ha sbagliato un gol che in campo internazionale non è sbagliabile, dimostra dei limiti di fondo.

 

florenzi immobile florenzi immobile

Si è perso soprattutto Jorginho, non ha più il suo mestiere. Lui gioca di prima sul compagno più vicino, la velocità del passaggio è il suo mondo. Nell'Italia di adesso mancano spesso i compagni vicini, manca l'obiettivo.

 

Come mezzala normale meglio altri, non ha quasi utilità. È stato lento anche Mancini a capire l'importanza di Blind sulla loro sinistra. Era il vero regista d'attacco olandese. Tra Chiesa, Barella e D'Ambrosio si sono tutti fermati a mezza strada, nella zona ma mai sulla traiettoria.

barella barella

 

Per ovviare, dopo 75 minuti siamo passati al 3-5-2 con Florenzi in quella fascia. È stata alla fine una partita confusa, con pochi dribbling, molti cross inutili perché i centrali delle due squadre erano i migliori in campo. Il resto è sembrata un'illusione che va scolorandosi.

 

jorginho 4 jorginho 4 belotti immobile belotti immobile

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute