TODA “JOYA” – DYBALA INIZIA A LOGORARSI NELL’ATTESA CHE L’INTER SI DECIDA: MA L’AFFARE LUKAKU COMPLICA I PIANI DELL’ATTACCANTE ARGENTINO, CHE PIACE ANCHE AL MILAN. E, SORPRESA, AL MONZA DI BERLUSCONI-GALLIANI, CHE HANNO GIÀ PUNTATO ICARDI. CHI LA SPUNTERÀ?

-

Condividi questo articolo


Franco Ordine per “il Giornale”

 

fotomontaggio di dybala interista 2 fotomontaggio di dybala interista 2

All'inizio fu solo Inter, o meglio solo Beppe Marotta, il dirigente che molti anni prima lo portò da Palermo a Torino. In quei giorni, però, era lontana la sagoma gigantesca di Lukaku e l'ad interista si spinse probabilmente, oltre il ragionevole nel promettere una maglia e un contratto a Paulo Dybala.

 

Poi l'affare Lukaku divenne concreto, si trasformò nella priorità dell'Inter e da quel giorno all'argentino e al suo agente è stato detto e ripetuto di «aspettare un paio di settimane». Il tempo necessario - questa la spiegazione autentica - di far uscire un paio di pedine (gli attaccanti Dzeko e Sanchez, quest' ultimo a libro paga iscritto per 9,3 milioni netti, secondo dietro Lukaku il cui stipendio per niente ridotto ammonta a 8 più 3, 11 milioni netti, parzialmente ridotti dal decreto crescita, ndr) dallo spogliatoio affollato di Appiano Gentile per fare posto alla Joya.

 

TOTTI DYBALA TOTTI DYBALA

È stato allora che Francesco Totti ha effettuato un sondaggio per conto della Roma trovando inaspettata disponibilità per poi capitolare e far sapere che ormai la strada era stata sbarrata. Dall'Inter, sicuramente, che vanterebbe lo jus primae noctis. Ma non solo.

 

Perché nei giorni in cui a casa Milan rinviavano giorno dopo giorno la firma di Maldini e Massara, una telefonata da Londra ha sconvolto lo scenario e dato vita all'ennesimo derby con il Milan, questa volta sul calcio-mercato dopo quello per l'ultimo scudetto, come alcuni, suggestivi, in passato, furono vissuti con alterne fortune (Pato, Thiago Silva, Suazo, ndr).

 

fotomontaggio di dybala e lukaku nerazzurri fotomontaggio di dybala e lukaku nerazzurri

Sia Inter che Milan vivono la stessa condizione: non possono, nel caso neroazzurro, non vogliono per i rossoneri, andare oltre certe cifre. Perché è vero che Dybala ha il cartellino, virtualmente, a costo zero ma ci sono le famose commissioni di Antun (e una sommetta da passare a Petralito che ha fatto da ufficiale di collegamento) e il famigerato premio alla firma che raggiungerebbero, nella prima richiesta, la vetta di 10 milioni giudicata irraggiungibile sia da Marotta che da Maldini-Massara.

paulo dybala paulo dybala

 

Nelle ultime ore poi, assecondando le note ambizioni del Monza di Silvio Berlusconi, anche Galliani si è iscritto alla lista d'attesa nella previsione, davvero improbabile, che l'argentino possa restare a piedi con Inter e Milan e dirigersi verso la Brianza.

 

Se Marotta è il più convinto fautore dell'operazione Dybala, sul fronte milanista risulta Massara il più deciso con l'avallo (e sarebbe una sorta di notiziona considerati i precedenti burrascosi, ndr) di Elliott. Naturalmente a stipendio e commissioni ridotti rispetto alle richieste attuali.

 

fotomontaggio di dybala interista 1 fotomontaggio di dybala interista 1

Difficile prevedere come finirà, di sicuro Inter e Milan continueranno a marcarsi a uomo sorvegliando la trattativa dei rivali con continue telefonate allo staff di Dybala. Scontati gli effetti mediatici in un caso e nell'altro.

 

Ultima annotazione: dove giocherebbe con maggiore frequenza Dybala? Nell'Inter, immodificabile il 3-5-2 di Simone Inzaghi, si darebbe il cambio con Lautaro al fianco di Lukaku, titolarissimo e simbolo della prossima stagione. Nel Milan è scoperto il ruolo del 10 e le cifre che circolano sul belga De Kateleare sconsigliano pronostici favorevoli. L'anno prima - dopo l'addio di Calhanoglu - il ruolo fu affidato a Brahim Diaz che è partito alla grande e si è poi perso per strada.

le lacrime di paulo dybala mentre saluta la juventus 9 le lacrime di paulo dybala mentre saluta la juventus 9 lautaro martinez paulo dybala lautaro martinez paulo dybala le lacrime di paulo dybala le lacrime di paulo dybala paulo dybala in lacrime paulo dybala in lacrime totti dybala totti dybala totti dybala totti dybala

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

BUTTI LA RETE (COMINCIAMO BENE...) – IL RESPONSABILE TELECOMUNICAZIONI DI FRATELLI D’ITALIA ALESSIO BUTTI SMENTISCE "IL FOGLIO" SULLA RETE UNICA - "SIAMO FORTEMENTE CONTRARI AL PIANO DI VENDITA DELLA RETE TIM. LA RETE UNICA DEVE RIMANERE IN CAPO A TIM. MA CON CONTROLLO E GESTIONE DI CDP" – CERASA (DIRETTORE DE "IL FOGLIO"): IL PIANO DI FRATELLI D’ITALIA E’ FAR COMPRARE OPEN FIBER A TIM E POI FAR COMPRARE TIM A CDP. MI PARE ISPIRATO AL MODELLO MADURO (NAZIONALIZZARE TUTTO)…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute