VIDEO! STIAMO ALLEGRI - “CON AGNELLI CI VEDREMO LA PROSSIMA SETTIMANA. PENSO CHE LE DOMANDE SIANO FINITE QUI. POSSO ANDARE, GIUSTO?” – SHOW DEL TECNICO LIVORNESE IN CONFERENZA TRA SARCASMO E SALMASTRO: "LE VOCI SUI MIEI SUCCESSORI FANNO PARTE DEL GIOCO. MA SE IN QUESTI ANNI NON FOSSI RIUSCITO A PORTARE A CASA QUALCHE TROFEO, COSA SAREBBE SUCCESSO? MI AVREBBERO IMPALATO, FORSE…"- "HO IN MENTE DA 6 MESI LA NUOVA JUVE" - MA QUANDO GLI CHIEDONO SE RESTERA’ AL MILLE PER CENTO SVICOLA…

-

Condividi questo articolo

 

https://video.gazzetta.it/allegri-show-agnelli-vedo-breve-mi-metto-giacca-me-ne-vado/fcfe38b6-73de-11e9-b53c-e04c3e8bc2c1

 

Da gazzetta.it

 

allegri allegri

Il sorriso è quello di sempre e non tradisce alcun nervosismo. Massimiliano Allegri arriva con 4 minuti di ritardo, si toglie la giacca della tuta e attacca senza aspettare la prima domanda: “Vi dico io che con il presidente ci vedremo in settimana. Quindi immagino che le domande siano finite qui... posso andare, giusto?”. Allegri sembra incuriosito più che infastidito da tutte le voci che circolano sul suo futuro: “Mi sta facendo divertire tutto quello che leggo.

 

A volte mi chiedo: ma se in questi anni non fossi riuscito a portare a casa qualche trofeo, che cosa sarebbe successo? Forse mi avrebbero impalato da qualche parte. Comunque ci sono abituato e tutto questo fa parte del gioco, è giusto così. Con il campionato finito almeno movimentiamo un po’ la situazione. Io e Agnelli ci vedremo e parleremo a 360 gradi, come è sempre stato. Gli avevo detto prima dell’Ajax che sarei rimasto. Devo gratitudine a lui e alla società, ma non posso piacere a tutti e non mi piace piacere a tutti. Il calcio è fatto di lavoro e di risultati”.

 

 

allegri allegri

Allegri ribadisce concetti già espressi spesso in queste tre settimane, però più che convincente appare sfuggente. Così di fronte alla domanda diretta “Ronaldo ha detto che resterà al mille per cento, lei se la sente di affermare lo stesso?”, svicola, senza dare una risposta netta. “Come ho già detto - ribadisce - ho già detto al presidente che sarei rimasto, ora però dobbiamo parlare. Io ho in mente da sei mesi la nuova Juventus, ma devo prima incontrare Agnelli per vedere se siamo d’accordo. Poi bisognerà parlare delle cose tecniche”. La sensazione è che il tecnico aspetti la prima mossa della società: “Il presidente ha detto dopo l’Ajax che sarei rimasto, con lui ho un rapporto molto diretto e questa è la cosa più importante. Una società solida è la base per ottenere grandi risultati. L’incontro non è stato posticipato, semmai anticipato, perché lo abbiamo sempre fatto a fine campionato. Al Milan l’ultimo anno scrivevano che al posto mio sarebbe arrivato Guardiola. Già che ci sia il suo nome è positivo. Se posso restare anche a scadenza? Non so e non posso rispondere adesso”.

allegri allegri

 

Sullo sfondo c’è la partita con la Roma, che conta per i giallorossi ma non per la Juventus. Allegri ne approfitta per fare il bollettino medico: “Abbiamo recuperato Alex Sandro, Bentancur, Dybala, Emre Can”. Dybala potrebbe giocare dall’inizio: anche sul futuro dell’argentino, che non pare essere nei piani di Allegri, il tecnico non si sbilancia: “Non è vero che ha cambiato ruolo, ha sempre giocato nella stessa posizione, l’anno scorso aveva vicino Higuain e Mandzukic, quest’anno c’è Ronaldo che è un giocatore diverso”. Idem su Cancelo, altro giocatore considerato sacrificabile: “Cancelo è migliorato da quando è arrivato, in fase di possesso qualità straordinarie. Bentancur è cresciuto ma deve ancora migliorare in tante cose, per esempio negli inserimenti, nel tiro, negli assist. La Juve ha giocatori avanti con l’età ma anche giovani importanti. La rosa è miscelata bene. E’ una squadra che ha fatto tanti risultati pur essendo stata molto cambiata negli anni”. Con Allegri cinque scudetti in cinque anni, l’incontro tanto atteso chiarirà se ci sarà anche un Max sesta versione.

ALLEGRI ALLEGRI allegri allegri cr7 allegri cr7 allegri allegri cover allegri cover allegri fazio allegri fazio ambra allegri ambra allegri allegri adani allegri adani tapiro ad allegri tapiro ad allegri

 

allegri allegri allegri allegri

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

TUTTO PRONTO PER LE NOZZE TRA PEUGEOT-FCA? RESTA IL NODO DELLA PRODUZIONE IN ITALIA - MIKE MANLEY AVEVA ANNUNCIATO L'ESAURIMENTO DEI MODELLI FIAT 500 E PANDA. OVVERO UN BRUTTO SEGNALE PER GLI STABILIMENTI DI MIRAFIORI E DI POMIGLIANO - I SINDACATI: “QUALCUNO SI È POSTO IL PROBLEMA DI CHIEDERE SE SI INTENDE MANTENERE E SVILUPPARE LA PRODUZIONE AUTOMOBILISTICA O SE CI SI ACCONTENTERÀ INVECE DI DESTINARE BUONA PARTE DELLA REALTÀ ITALIANA DI FCA A DIVENTARE SOLO UN FRUITORE DI CASSA INTEGRAZIONE?"

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute