VOLATONA CHAMPIONS - LA ROMA NON APPROFITTA DEL PARI DEL MILAN: PERISIC RISPONDE ALLA MAGIA DI EL SHAARAWY - COSTACURTA AL “CLUB” DI SKY SULLA CORSA PER IL 4° POSTO: “SEMBRA UNA PARTITA DI CIAPANO’”(IL TRESSETTE A NON PRENDERE) - SPALLETTI: "PER COME SI ERA MESSA LA PARTITA, UN PUNTO ANCHE PREZIOSO" - ZANIOLO CON UN OCCHIO NERO: ECCO COSA GLI E’ SUCCESSO – SAMP IN SUBBUGLIO: SABATINI SI DIMETTE DOPO UNA LITE CON FERRERO…

-

Condividi questo articolo

inter roma el shaarawy inter roma el shaarawy

 
Termina 1-1 lo scontro diretto per la Champions tra Inter e Roma. I nerazzurri restano a +6 proprio dai giallorossi, che non approfittano del pareggio del Milan per scavalcare i rossoneri in classifica. In avvio la Roma si rende pericolosa con Dzeko e Kolarov, ma la prima grande palla-gol è per l’Inter: testa di Lautaro, Mirante salva e il pallone finisce sul palo. A trovare il vantaggio sono i giallorossi: gran destro a giro di El Shaarawy al 14’. La reazione dei nerazzurri arriva nel finale di primo tempo: Asamoah, Vecino e D’Ambrosio hanno le chance per pareggiare. Nella ripresa Spalletti cambia: dentro Icardi, fuori Nainggolan. E l’Inter trova il pareggio al 61’: cross di D’Ambrosio, Perisic si fa trovare pronto sul secondo palo e insacca di testa. Al 70’ grande occasione per Lautaro: il destro al volo da pochi passi termina alto sopra la traversa. Nel finale grande parata di Handanovic su Kolarov: termina 1-1.

inter roma perisic inter roma perisic

 
SABATINI CHOC
È finita nel peggiore dei modi, ma era comunque solo questione di tempo, perché a fine stagione le strade di Walter Sabatini e della Sampdoria si sarebbero comunque interrotte. L’utopia di Sabatini, il suo calcio che "evocava pensieri sublimi" (queste le sue parole, il giorno della presentazione a Genova, il 25 giugno scorso), non ha mai trovato riscontro nella realtà blucerchiata. E, a Bologna, è stata scritta in anticipo l’ultima pagina di un rapporto che sul piano tecnico non ha garantito alla Samp quel salto di qualità in più che il presidente Massimo Ferrero si sarebbe aspettato. Un ruolo importante l’ha avuto, purtroppo, il malore accusato nell’autunno scorso da Sabatini, poi costretto a un lungo ricovero e che soltanto nelle ultime settimane si era lentamente ripreso. Di fatto, tutte le operazioni di mercato sono sempre state nelle mani del direttore sportivo Carlo Osti.
 

inter roma perisic 6 inter roma perisic 6

LA VICENDA — Inattesa, la frattura definitiva e le dimissioni anticipate di Sabatini, nonostante nei mesi della malattia abbia sempre avuto il pieno sostegno della società blucerchiata. L’ormai ex responsabile dell’area tecnica blucerchiata a fine gara, nello spogliatoio della squadra, ha replicato alle accuse del presidente Massimo Ferrero, deluso dall’andamento della partita, prendendo le difese della squadra. Una mossa che non è piaciuta al patron blucerchiato: i toni si sono alzati e Sabatini a quel punto ha pensato di troncare in anticipo un rapporto che si sarebbe comunque chiuso a fine giugno, visto che lui aveva comunque già altri piani per il suo futuro professionale.
 
ZANIOLO
Jacopo Aliprandi per www.corrieredellosport.it
 
«Cosa si è fatto Zaniolo?». Tweet di tifosi preoccupati per il giovane trequartista dopo essere stato inquadrato prima del match con un occhio nero e diversi punti di sutura allo zigomo. Niente di allarmante, il trequartista ha subito un colpo durante la partitella d'allenamento di due giorni fa. Zaniolo è stato medicato dallo staff giallorosso che gli ha applicato qualche punto di sutura allo zigomo, poi ha continuato l'allenamento senza problemi.

 

 
 
 
 

WALTER sabatini WALTER sabatini viperetta ferrero viperetta ferrero ferrero ferrero viperetta ferrero viperetta ferrero viperetta ferrero viperetta ferrero SABATINI SABATINI

zaniolo occhio nero zaniolo occhio nero

 

SABATINI SABATINI SABATINI SABATINI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

IL CONTE DELLA SUPERCAZZOLA - “GIUSEPPI” IN CONFERENZA STAMPA DOPO L’AUDIZIONE AL COPASIR SI ARRAMPICA SUGLI SPECCHI: “SONO STATO QUASI COSTRETTO A RIFERIRE... SULLA VICENDA BARR CI SONO STATE RICOSTRUZIONI FANTASIOSE. TRUMP NON MI HA MAI PARLATO DI QUESTA INCHIESTA” - MA QUANDO CONFERMA I DUE INCONTRI NELLA SEDE DEI SERVIZI, CADE L'ASINO: NON POTEVA ORDINARE AI VERTICI DEI NOSTRI SERVIZI DI INCONTRARE IL MINISTRO DI TRUMP - POI ATTACCA SALVINI PER GLI INCONTRI DEL METROPOL: "SORPRENDE CHE PONTIFICHI" - VIDEO

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute