PICCOLI POLLOCK CRESCONO - LA STORIA DI NOAH D’ALESSANDRO, ARTISTA DI 4 ANNI DI MILANO, CHE “RIEMPIE” LE CARENZE DI DIFESE IMMUNITARIE PITTURANDO: UN BABY ESPRESSIONISTA ASTRATTO CHE, SENZA AVER MAI VISTO UN QUADRO DI POLLOCK O KLINE, REALIZZA LE OPERE CHE HA GIÀ ESPOSTO A NEW YORK – IL SUO PRIMO QUADRO DOPO CHE I MEDICI DIEDERO AI GENITORI LA NOTIZIA CHE IL PICCOLO AVEVA UN SISTEMA IMMUNITARIO DEBOLE CHE…

-

Condividi questo articolo


Nino Materi per "Il Giornale"

 

noah d'alessandro 8 noah d'alessandro 8

Già il nome, Noah, sembra uno schizzo di tempera pronto a sfrecciare sulla pista di pattinaggio della tela bianca. Lui ha 4 anni, vive a Milano, ma ha già esposto a New York, città che sta alla scuola dell'Action painting come i Navigli (il quartiere dove abita Noah) stanno alla tradizione dell'arte romantica e figurativa.

 

La sua è la storia di un bambino che, nella forza del gesto e del colore, ha trovato i migliori alleati per «riempire» la carenza di difese immunitarie che gli creano qualche difficoltà nel frequentare la scuola e uscire di casa. Nulla di grave per fortuna; anzi, proprio «grazie» a questa situazione, Noah ha scoperto di avere un talento eccezionale per la pittura. Senza aver mai visto un'opera di Pollock, de Kooning, Rothko, Kline, Congdon o altri interpreti della pittura d'azione, Noha si è ritrovato per incanto nel flusso della corrente d'avanguardia più celebre d'America: un baby espressionista astratto, a sua insaputa

 

noah d'alessandro 7 noah d'alessandro 7

I genitori di Noah - i coniugi D'Alessandro - sono un mix di felicità e legittimo orgoglio nel raccontare al Corriere della Sera la genesi «fenome(Noah)le» del loro bambino: «L'avventura è iniziata quando nostro figlio aveva un anno e mezzo - spiegano mamma e papà -. Un giorno hanno iniziato a comparire macchie viola sul corpo, sempre di più.

I medici ci spiegarono che i suoi capillari stavano man mano scoppiando, lui perdeva peso. Pareva una vasculite da stress e alle dimissioni ci hanno raccomandato di non trascurarlo». L'esito degli esami non è rassicurante: «Sistema immunitario debole». 

noah d'alessandro 6 noah d'alessandro 6

 

I genitori di Noah, quasi per farsi coraggio, decidono di fare un regalo al bambino. Vanno sul sicuro: fogli e colori. Un'abbinata che tutti i piccoli accolgono con un sorriso, ma che in Noah si trasforma addirittura in irrefrenabile gioia creativa: «In pochi minuti realizzò il primo quadro. Bellissimo. Da allora sono passati due anni e mezzo e lui non si è più fermato. Dipinge ogni giorno e sempre con maggiore passione», sottolineano i genitori, Erika e Giuseppe. Che da qualche tempo hanno realizzato anche un profilo Instagram, artistic.

 

noah d'alessandro 5 noah d'alessandro 5

Noah, per far conoscere via social le emozioni artistiche di Noah. Risultato: migliaia di «mi piace» da parte di persone (compreso qualche gallerista) che vede nelle sue tele qualcosa di «davvero grande». Inoltre si è avviato anche un circolo virtuoso che ha spinto tanti bambini a emulare lo stile di Noah utilizzando gli attrezzi più incredibili: c'è chi ha messo del colore sotto un dischetto di ovatta e poi gli ha dato un colpo di martello, chi ha preso un'automobilina immergendo le ruote nel colore per poi far sfrecciare la macchina su un foglio bianco; chi usa come pennello una scopetta per raccogliere le briciole; chi «soffia» il colore con l'aria dell'asciugacapelli.

 

noah d'alessandro 3 noah d'alessandro 3

Roba da lasciare a bocca aperta il mitico Mucciaccia di Art Attack. Al pari dei genitori di Noah che non fanno mai mancare pennelli e tubetti all'artista di famiglia. Anche se Noah, come nella migliore tradizione pop, non disdegni anche l'uso di mani e materiali d'ispirazione ready made: «È capitato che nei suoi quadri inserisce le cose più stravaganti, perfino la polenta. Diluendola poi con i colori». Un geniale dripping in salsa douchampiana, ottimo per dare ragione a Picasso, che soleva ammettere: «Una volta dipingevo come Raffaello, ma ci è voluta una vita intera per disegnare come i bambini». Noah riuscirà a fare il percorso inverso?

everson museum di syracuse pollock everson museum di syracuse pollock pollock pollock POLLOCK 1 POLLOCK 1 pollock e lee krasner pollock e lee krasner pollock pollock

KLINE KLINE

noah d'alessandro 2 noah d'alessandro 2 noah d'alessandro 1 noah d'alessandro 1 noah d'alessandro 4 noah d'alessandro 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

I RELIGIOSI VADANO A PREGARE, SUI SOLDI MEGLIO I LAICI – PAPA FRANCESCO NOMINA PREFETTO DELLA SEGRETERIA PER L'ECONOMIA IL MANAGER MAXIMINO CABALLERO LEDO - È IL SECONDO LAICO CHE PRENDE LA GUIDA DI UN MINISTERO DELLA SANTA SEDE - LA SEGRETERIA, NATA NEL 2014, DOPO LA CONTROVERSA GESTIONE DEL CARDINALE GEORGE PELL, HA INTRODOTTO NOVITA’ COME IL CODICE DEGLI APPALTI, LA GESTIONE DELLE "MATERIE RISERVATE", IL NUOVO CODICE PER GLI INVESTIMENTI FINANZIARI, L'ACCENTRAMENTO DELLE RISORSE DELLA SANTA SEDE (CIRCA 2 MILIARDI) NELL'APSA (E AFFIDATE IN GESTIONE ALLO IOR)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute