''MASCHERINA OBBLIGATORIA ANCHE DURANTE L'ATTIVITÀ MOTORIA ALL'APERTO MA NON PER QUELLA SPORTIVA'' - IL SEGNALE CHE STIAMO TORNANDO ALL'EMERGENZA SANITARIA? SONO TORNATI I DECRETI IN CUI NON SI CAPISCE UNA MAZZA. TANTO CHE IL VIMINALE HA DOVUTO PUBBLICARE UNA CIRCOLARE IERI SERA PER CHIARIRE ALLE FORZE DELL'ORDINE CHI MULTARE

-

Condividi questo articolo

ANSA

 

donna che fa jogging donna che fa jogging

Anche chi fa attività motoria all'aperto dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina. Lo scrive il Viminale in una circolare firmata nella serata di ieri dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi con la quale vengono dati dei chiarimenti ai prefetti sul decreto legge approvato il 7 ottobre scorso. La disposizione che prevede l'uso della mascherina "esenta dall'obbligo di utilizzo - scrive Frattasi - solo coloro che abbiano in corso l'attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall'obbligo in questione". Nelle bozze del decreto circolate nei giorni scorsi era scritto che dall'obbligo di utilizzare la mascherina erano esentati "i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria" ma nel testo pubblicato in Gazzetta l'esenzione è rimasta solo per coloro che fanno attività sportiva.

 

coronavirus e jogging 1 coronavirus e jogging 1

Niente feste o incontri in ambito domiciliare se non tra congiunti, campagna elettorale (in Sardegna 160 Comuni vanno al voto il 25 e 26 ottobre, ndr) solo in luoghi che consentano di rispettare le norme a contrasto della diffusione del coronavirus e massimo 30 persone per volta in cimitero. Sono le restrizioni stabilite dal sindaco di Buddusò (Sassari), Giovanni Antonio Satta, con un'ordinanza che anticipa le ventilate misure del governo al fine di contenere la pandemia. Si aggiungono l'obbligo di mascherina in qualsiasi luogo al chiuso a parte la propria abitazione, ma anche all'aperto ovunque non sia possibile restare isolati rispetto a non conviventi e più controlli da parte delle forze dell'ordine nei locali pubblici.

 

COVID: OCCHIONERO, CORSA CON MASCHERINA? GOVERNO CHIARISCA

jogging coronavirus 1 jogging coronavirus 1

 (ANSA) - "Correre all'aperto e fare jogging con la mascherina può essere pericoloso per la salute, come hanno spiegato i medici dello sport e appare peraltro una misura inutile per evitare contagi, se si corre da soli. Quindi che senso ha la circolare del Viminale che obbliga a indossare la mascherina quando si corre? Perché una misura del genere, che non fu presa neanche subito dopo il lockdown, quando l'attività motoria fu nuovamente consentita anche lontano da casa? Tanto vale, allora, vietare del tutto la corsa, perché così di fatto sarà resa impossibile.

 

Se si tratta, invece, di un errore di interpretazione del Viminale e di Palazzo Chigi è bene rettificarlo subito, per non ingenerare confusione anche in chi deve effettuare i controlli". Lo scrive su Facebook la deputata di Italia viva Giusy Occhionero. E prosegue: "Come ha dichiarato tempo fa Gianfranco Beltrami, vicepresidente della Federazione medico sportiva italiana, 'chi corre o in generale fa attività fisica all'aperto, non deve usare la mascherina: rischia di intossicarsi respirando l'anidride carbonica che emette a ogni respiro. Quindi mai indossarla quando si corre, fa male'".

jogging coronavirus 6 jogging coronavirus 6 jogging coronavirus 4 jogging coronavirus 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

IL VACCINO ALLA VACCINARA – IL DUPLEX ITALO-SVIZZERO SPALLANZANI-REITHERA È CONVINTISSIMO CHE L’ANTI-COVID POSSA CREARSI CON COMUNICATI STAMPA E BALLE ASSORTITE – SONO INDIETRO NELLA PRODUZIONE? CERTO: LE ALTRE 8 MULTINAZIONALI (PFIZER, ASTROZENECA, MODERNA, ETC) NON SONO PRUDENTI COME NOI (SIC!) – POI ARRIVA IL CENTRO CLINICO DI VERONA, CHE HA PRESO IN CARICO LA SPERIMENTAZIONE SPALLANZANI-REITHERA, E PRECISA: “IL VACCINO SARÀ PRONTO PER NATALE 2021” - (NON AVETE LETTO MALE: NATALE 2021!)

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

OPINIONI CONTROCORRENTE - BECCHI E ZIBORDI: SOLO TRUMP HA CAPITO CHE I LOCKDOWN SONO ANTISCIENTIFICI E DISTRUGGONO INUTILMENTE MILIONI DI VITE: IN CALIFORNIA MUORE UNA PERSONA A SETTIMANA DI CORONAVIRUS (10MILA PER ALTRE CAUSE) EPPURE BLOCCANO TUTTO - MEDICI SCETTICI SULL'EFFICACIA DELLE MASCHERINE NON FFP2, SOPRATTUTTO ALL'APERTO - I MORTI SONO 80-90ENNI CON PATOLOGIE PREGRESSE, QUINDI BISOGNA TENERLI AL RIPARO DAL CONTAGIO, MENTRE GLI ALTRI DOVREBBERO CONTINUARE A VIVERE E LAVORARE - NEL 57-58 L'ASIATICA FECE IL TRIPLO DELLE VITTIME MA FU L'ANNO DEL BOOM ECONOMICO PERCHÉ...