CHE SUCCEDE AI VACCINI CON LE VARIANTI DEL COVID? I PRODUTTORI DICONO CHE FUNZIONERANNO - IL VIRUS PROVERÀ A MUTARE PER NON MORIRE, NOI DOBBIAMO SPERARE CHE DIVENTI MENO AGGRESSIVO (È ANCHE SUO INTERESSE ESSERE PIÙ CONTAGIOSO MA MENO MORTALE). A QUEL PUNTO SARÀ COME UN’INFLUENZA. NOI CI VACCINEREMO E CI DOVREMO CONVIVERCI...

-

Condividi questo articolo

 

 

 

Articolo del “Financial Times” - dalla rassegna stampa estera di “Epr comunicazione”

 

coronavirus vaccinazione al niguarda di milano coronavirus vaccinazione al niguarda di milano

I produttori di vaccini e i regolatori stanno abbozzando piani nel caso in cui il coronavirus mutante trasformi lo sviluppo del vaccino in un gioco del gatto e del topo. Appena settimane dopo che i principali produttori si sono assicurati le prime approvazioni regolamentari, le mutazioni del virus hanno costretto gli scienziati a ritestare i loro vaccini Covid-19 e a prepararsi a modificare la loro formula nel caso in cui i vaccini si rivelassero meno efficaci.

 

Allo stesso tempo, i regolatori stanno valutando come potrebbero accelerare le nuove approvazioni e se potrebbero usare il vaccino dell'influenza come modello per autorizzare le versioni modificate senza richiedere lunghe sperimentazioni – scrive il FT.

coronavirus microscopio coronavirus microscopio

 

Gli scienziati sperano che il ventaglio di vaccini esistente si dimostri ancora efficace contro le nuove varianti altamente trasmissibili identificate nel Regno Unito e in Sudafrica. I primi test di laboratorio dell'Università del Texas hanno rilevato che il vaccino BioNTech/Pfizer funziona ancora contro una delle mutazioni più preoccupanti nel Regno Unito e nelle varianti sudafricane.

MEME SUL VACCINO PFIZER MEME SUL VACCINO PFIZER

 

Tuttavia, l'iniezione non è stata ancora testata contro tutte le mutazioni in quelle varianti e con probabili ulteriori mutazioni, Andrew Pollard, direttore dell'Oxford Vaccine Group, ha messo in guardia contro l'autocompiacimento. "Potremmo benissimo trovarci in un luogo dove in futuro potrebbero sfuggire alle risposte immunitarie".

 

DOSI DEL VACCINO PFIZER IN ITALIA DOSI DEL VACCINO PFIZER IN ITALIA

Andrey Zarur, amministratore delegato di Greenlight Biosciences, un'azienda biotecnologica che sta realizzando un vaccino messaggero contro l'RNA, ha detto che ha senso progettare nuovi vaccini per "prepararsi ad un'ulteriore deriva". "Allora avete maggiori possibilità che il vostro nuovo vaccino continui a proteggere contro nuove varianti", ha detto Zarur.

il vaccino pfizer arriva allo spallanzani il vaccino pfizer arriva allo spallanzani

 

BioNTech/Pfizer e Moderna, che sono stati i primi produttori a portare sul mercato i loro vaccini sperimentali Covid, sono ben posizionati per rispondere alle mutazioni. La tecnologia RNA messaggero permette alle aziende di inserire il codice genetico modificato in risposta a qualsiasi cambiamento del virus. BioNTech ha detto che potrebbe produrre un nuovo vaccino in sei settimane.

 

Paul Duprex, direttore del Center for Vaccine Research dell'Università di Pittsburgh, ha detto che il "bello" dell'mRNA è che utilizza "le persone come fabbriche" per produrre la proteina necessaria a innescare la risposta immunitaria.

 

la diffusione della mutazione d614g del coronavirus 12 la diffusione della mutazione d614g del coronavirus 12

Per altri produttori di vaccini che si affidano a tecnologie diverse, il processo di produzione può richiedere più tempo. Il dottor Pollard ha detto che potrebbero essere necessari solo un paio di giorni per ideare una nuova formulazione per il vaccino adenovirus Oxford/AstraZeneca, ma molto più tempo per produrre.

 

"La cosa che richiederebbe tempo è la produzione - prendere il nuovo seme, metterlo in quell'impianto di produzione e produrre milioni di nuove dosi", ha detto.

 

il coronavirus il coronavirus

Geoffrey Porges, un analista della banca d'investimento sanitaria SVB Leerink, ha stimato che l'intero processo fino a quando le nuove iniezioni non saranno in mano alla gente richiederà dai tre ai sei mesi per i vaccini mRNA. Ci vorrebbero dai sei agli otto mesi per i vaccini adenovirus vettoriali come Oxford/AstraZeneca e Johnson & Johnson, e fino a nove mesi per i vaccini a base proteica come quelli sviluppati da Novavax e Sanofi/GSK, ha detto.

 

VACCINO PFIZER 1 VACCINO PFIZER 1

Sanofi, che è già in ritardo dopo che il suo vaccino non è riuscito a produrre una forte risposta immunitaria negli adulti più anziani, ha detto al Financial Times che ci vorranno "passi di sviluppo più lunghi per coprire un nuovo ceppo di virus rispetto all'approccio mRNA, se dovessimo mirare a un nuovo ceppo di coronavirus".

 

Anche i vaccini che si basano sull'utilizzo del virus in forma morta o indebolita, come quelli del Sinopharm e del Sinovac cinese, richiederebbero più tempo per adattarsi. Sinopharm e Sinovac non hanno risposto alle richieste di commento.

 

coronavirus vaccinazione al pio albergo trivulzio coronavirus vaccinazione al pio albergo trivulzio

I tempi dipenderanno anche da ciò che i regolatori richiederanno per approvare un vaccino modificato. L'Agenzia europea per i medicinali ha detto di essere già in discussione su cosa richiedere se è necessario un cambiamento. La Food and Drug Administration statunitense ha detto che sta ancora controllando se il virus muta in modo da rendere i vaccini meno efficaci.

Entrambi i regolatori hanno detto al Financial Times che il vaccino antinfluenzale, che viene modificato ogni anno per tenere il passo con i ceppi più diffusi, potrebbe fornire un modello per un processo di approvazione veloce.

 

scatole di vaccino pfizer distribuite negli usa 1 scatole di vaccino pfizer distribuite negli usa 1

"Facciamo questo ogni anno per i vaccini antinfluenzali", ha detto Angela Rasmussen, virologa della Georgetown University. "Non dobbiamo avere grandi studi clinici per assicurarci che funzionino, ma abbiamo avuto vaccini antinfluenzali per molto più tempo di quanto abbiamo avuto i vaccini contro il coronavirus".

 

proteina spike del coronavirus proteina spike del coronavirus

Negli studi normali l'efficacia di un vaccino viene giudicata in base al fatto che i partecipanti agli studi vaccinati hanno meno probabilità di contrarre l'infezione rispetto a quelli che hanno ricevuto un placebo. Per saltare questo processo gli scienziati dovrebbero avere marcatori affidabili del sistema immunitario che possono usare per valutare se una persona sarà in grado di resistere alla malattia. Un esempio, ha detto la signora Rassmussen, è il numero di anticorpi necessari per neutralizzare il virus.

 

Peter Hotez, uno specialista di vaccini presso il Baylor College of Medicine, ha detto che la FDA dovrebbe fornire maggiori indicazioni su quali studi richiederebbero per approvare i vaccini corretti in modo che gli sviluppatori non debbano "reinventare la ruota".

CORONAVIRUS - VACCINAZIONI A ROMA CORONAVIRUS - VACCINAZIONI A ROMA

 

A lungo termine, ha detto che questo problema potrebbe essere risolto da un vaccino universale contro il coronavirus, progettato per produrre una protezione almeno parziale per l'intera famiglia di virus, che comprende anche Sars e Mers.

 

Il National Institutes of Health degli Stati Uniti ha recentemente invitato i ricercatori a richiedere un finanziamento per la creazione di vaccini per i coronavirus con potenziale pandemico. Ma questa sarebbe una sfida enorme, dato che molti scienziati stanno cercando di creare un vaccino universale contro l'influenza da decenni. Negli ultimi cinque anni, ci sono stati dei progressi, ma due studi clinici sono falliti l'anno scorso.

 

Fino ad allora, se il Covid-19 dovesse mutare in modi che riducono l'efficacia del vaccino, le aziende che lavorano con l'RNA messaggero avrebbero un vantaggio in un mercato annuale delle vaccinazioni che potrebbe valere più di 10 miliardi di dollari.

"Non penso nemmeno per un minuto che le maggiori compagnie desiderino un virus cattivo", ha detto Porges di SVB Leerink. "Ma questo modifica fondamentalmente il valore commerciale dell'opportunità".

PFIZER PFIZER

 

scatole di vaccino pfizer distribuite negli usa scatole di vaccino pfizer distribuite negli usa VACCINO PFIZER 2 VACCINO PFIZER 2 claudia alivernini prima in italia a ricevere il vaccino pfizer contro il coronavirus claudia alivernini prima in italia a ricevere il vaccino pfizer contro il coronavirus

 

Condividi questo articolo

media e tv

CHRISTIAN RACCONTA VITTORIO DE SICA – “IL GIORNO DEL SUO FUNERALE AL VERANO C’ERA UNA “BUZZICONA”. SI È GIRATA E AVEVA LA MIA FACCIA. MI DISSE CHE ERA LA FIGLIA DI INES, LA SARTA DI MIO PADRE. CHIESI SPIEGAZIONI A MIA MADRE: “E QUESTA CHI È?”. E LEI MI DISSE…” - E POI QUEL “VECCHIO SCEMO” DI CHARLIE CHAPLIN, IL FILM DI ANDY WARHOL E QUEI “QUATTRO FROCI AMERICANI” – ROSSELLINI MI DISSE: “MEGLIO CHE CONTINUI A STUDIARE. FARE L’ATTORE È UN MESTIERE DA FANNULLONE” – LO SHOW DA FAZIO – VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute