CI MANCAVA GIUSTO UN ALTRO PO' DI TERRORISMO SUI VACCINI - IL PROF. PAOLO BELLAVITE, UNIVERSITÀ DI PADOVA, DA FLORIS: "GLI ITALIANI CHE HANNO PAURA HANNO RAGIONE IN UN CERTO SENSO. NON ABBIAMO MOLTE CERTEZZE TRA LA VERA RELAZIONE TRA UN BENEFICIO E IL RISCHIO. NELL'ULTIMO RAPPORTO AIFA SI PARLA DI 40 CASI GRAVI DI REAZIONI AVVERSE OGNI 100 MILA INIEZIONI, MA IN REALTÀ SONO MOLTE DI PIÙ…" - MYRTA MERLINO IN STUDIO SBROCCA: "VALE LA PENA DARE UN ALLARME DI QUESTO TIPO?"

-

Condividi questo articolo


Da www.liberoquotidiano.it

 

Paolo Bellavite Paolo Bellavite

"Gli italiani che hanno paura dei vaccini hanno ragione in un certo senso". Il professor Paolo Bellavite, dell'Università di Padova, spiazza Giovanni Floris e lo studio di DiMartedì a La7: "Non abbiamo molte certezze tra la vera relazione tra un beneficio e il rischio. Questo discorso viene affrontato in maniera piuttosto superficiale. Dobbiamo sapere che siamo ancora in una vera e propria sperimentazione, quelle di Fase 2 e Fase 3 finiranno nel 2022, quella di Fase 4 cosiddetta post-marketing è in piena attività però purtroppo viene fatta anche male".

 

floris floris

"I dati che ci vengono riferiti sugli effetti avversi non sono affidabili perché sono affidati tutti sulla cosiddetta sorveglianza passiva, ovvero viene segnalato un caso di reazioni avverse solo se viene preso in mano da qualcuno che si occupa di segnalarlo. Un esempio? Nell'ultimo rapporto Aifa si parla di 40 casi gravi di reazioni avverse ogni 100mila vaccini iniettati, in realtà negli studi di sorveglianza attiva che stanno uscendo di parla del 4%, cioè 4.000 su 100mila. Questo si deve sapere".

 

myrta merlino 2 myrta merlino 2

"Lei consiglierebbe di vaccinarsi a un ottantenne o a un quarantenne?", domanda Floris. "A un ottantenne sì, mia mamma che ha 94 anni si è vaccinata. Il rischio però è più grande per le persone più anziane e con patologie. Sotto i 50 anni, dipende molto da che mestiere fanno o se sono portatori di altre patologie. La cosa più importante è avere una valutazione libera del medico curante, senza pressioni né condizionamenti".

 

myrta merlino myrta merlino

Dura la replica di Myrta Merlino, conduttrice di L'aria che tira e ospite di Floris in studio: "Non sono un medico e non voglio fare una discussione tecnica, ma ho guardato le statistiche. Prima cosa proprio scema scema: oggi in Inghilterra 0 morti per Covid, vaccinazione di massa, e in Italia 300. È più probabile farsi male con la pillola anticoncezionale, 1 caso di coaguli del sangue su 5.000, che con il vaccino. Incidenti domestici: uno grave su 7.100, Astrazeneca siamo su 1 caso ogni 250mila. Allora mi chiedo: vale la pena dare un allarme di questo tipo quando abbiamo un problema enorme di vaccinarsi tutti il prima possibile?".

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL DIVANO DEI GIUSTI - I FAN DI JERRY CALÀ E DEL TRASH ITALIANO PIÙ DIVERTENTE IMPAZZIRANNO CON “CHICKEN PARK”, PARODIA DI “JURASSIC PARK” DIRETTA DALLO STESSO CALÀ, PRODOTTA E IDEATA DAL VULCANICO GALLIANO JUSO, IL NOSTRO ED WOOD, CON EFFETTI SPECIALI RIDICOLI, MA PERFETTI PER LA RIUSCITA DEL FILM - RICORDO LO SBALLATISSIMO, MA STRACULTISSIMO “SAI COSA FACEVA STALIN ALLE DONNE?”, CINE 34 ALLE 4, 20, IDEATO E DIRETTO DAL CRITICO DI PAESE SERA MAURIZIO LIVERANI.INUTILE DIRE CHE MARGARETH LEE E SILVIA MONTI SONO NUDISSIME E SCOSTUMATE COME MAI… - VIDEO

politica

CARLO PETRINI CONTRO GLI SCIENZIATI ANTI-BIO – ‘’IN UNA SOCIETÀ DOVE IL SISTEMA ALIMENTARE INQUINA, SPRECA E AMMALA, DEFINIRE L'AGRICOLTURA BIODINAMICA UNA PRATICA ESOTERICA O UN'ABERRAZIONE DA CIARLATANI MI SEMBRA UN GIUDIZIO PRESSAPOCHISTA E SINTOMO DI NON CONOSCENZA. LA PREROGATIVA NON È PIÙ PRODURRE DI PIÙ CON MENO, MA MEGLIO. NEL RISPETTO DELLA TERRA E DI TUTTI NOI CITTADINI CHE ABBIAMO IL DIRITTO A UN CIBO SANO - SEMBRA STRANO CHE CHI COLTIVA IN MODO NATURALE È SOTTOPOSTO A CONTROLLI, MENTRE CHI USA CHIMICA A MANETTA NON È SOGGETTO A NESSUNA VERIFICA’’

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute