CI MANCAVA SOLO IL VACCINO CINESE - STOP A 100MILA DOSI ANTI-INFLUENZALI IN LOMBARDIA: VENGONO DALLA CINA E NON HANNO L'AUTORIZZAZIONE DELL'AIFA, L'AGENZIA NAZIONALE DEL FARMACO - GALLERA RESPINGE LE ACCUSE: ''SIAMO UNA CASA DI VETRO, GUARDINO LE CARTE E VEDRANNO CHE ABBIAMO FATTO TUTTO IN MODO CORRETTO. ABBIAMO TRE MILIONI DI DOSI, PIÙ DI CHIUNQUE ALTRO''

-

Condividi questo articolo

 

 (ANSA) - La Lombardia "ha 3 milioni di vaccini, tutti quelli che servono e parte con una campagna esattamente nei tempi giusti". Ad assicurarlo in mattinata è l"assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, ma di dosi a disposizione contro l'influenza ce ne saranno 100mila in meno. Una delle ditte che si è aggiudicata parte dell'ultima gara, la cinese Life'On, non ha infatti l'autorizzazione dell'Aifa, l'Agenzia nazionale del farmaco, e quindi non potrà vendere i suoi vaccini né in Lombardia, né in nessun'altra regione italiana.

FONTANA GALLERA FONTANA GALLERA

 

C'è quindi un altro problema per l'ultima gara bandita da Aria, la centrale acquisti della Regione Lombardia: non solo la Procura di Milano ha aperto un'indagine conoscitiva sul prezzo superiore rispetto a quello di mercato, con un fascicolo al momento senza indagati né titolo di reato, ma quella commessa arriverà in ogni caso con un numero minore di test antinfluenzali visto che, dei 500mila acquistati, i 100mila prodotti dalla Life'On non potranno arrivare.

 

L'assessore Gallera respinge al mittente le critiche relative sia all'inchiesta ("Noi siamo una casa di vetro: vengano, guardino le carte, va benissimo tutto") sia alla campagna anti influenza che partirà il 19 ottobre: "Siamo assolutamente in orario, copriamo tutte le categorie, non solo quelle ritenute obbligatorie ma anche quelle raccomandate in maniera molto ampia", ha detto.

 

anziani vaccino influenza 1 anziani vaccino influenza 1

Ma l'ultimo acquisto contestato di Aria ha scatenato le opposizioni che, a partire dal Pd, da tempo ritengono la questione dei vaccini un altro fallimento della Regione sul tema sanità: l'acquisto di vaccini da un'azienda senza l'autorizzazione dell'Aifa è "l'ennesimo fatto grave in una vicenda in cui la Regione Lombardia ha dato il peggio di sé", spiega il capodelegazione del Pd in commissione sanità del Consiglio regionale Samuele Astuti, mentre per Marco Fumagalli, capogruppo del M5S in Regione, "è la conferma che Aria non funziona e che in Regione la mano destra non sa cosa fa quella sinistra".

 

Non solo in Lombardia, l'organizzazione della campagna antinfluenzale è tutt'altro che semplice anche in altre regioni. In Calabria, per esempio, il Consiglio direttivo della Federazione medici di famiglia (Fimmg) di Catanzaro ha deciso all'unanimità di non ritirare i vaccini presso i servizi farmaceutici territoriali perchè "le dotazioni assegnate dall'Azienda sanitaria provinciale non sono coerenti con le reali necessità dell'utenza, sia in termini quantitativi che qualitativi".

 

DAVIDE CAPARINI GIULIO GALLERA DAVIDE CAPARINI GIULIO GALLERA

D'accordo su tutti i fronti con i camici bianchi calabresi il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) Filippo Anelli: "La protesta è corretta, finalizzata a mettere tutte le persone nella stessa situazione senza discriminazioni. È normale che questo crei proteste anche da parte della gente. I vaccini hanno indicazioni diverse e vanno usati su soggetti diversi".

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

IL VACCINO ALLA VACCINARA – IL DUPLEX ITALO-SVIZZERO SPALLANZANI-REITHERA È CONVINTISSIMO CHE L’ANTI-COVID POSSA CREARSI CON COMUNICATI STAMPA E BALLE ASSORTITE – SONO INDIETRO NELLA PRODUZIONE? CERTO: LE ALTRE 8 MULTINAZIONALI (PFIZER, ASTROZENECA, MODERNA, ETC) NON SONO PRUDENTI COME NOI (SIC!) – POI ARRIVA IL CENTRO CLINICO DI VERONA, CHE HA PRESO IN CARICO LA SPERIMENTAZIONE SPALLANZANI-REITHERA, E PRECISA: “IL VACCINO SARÀ PRONTO PER NATALE 2021” - (NON AVETE LETTO MALE: NATALE 2021!)

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

OPINIONI CONTROCORRENTE - BECCHI E ZIBORDI: SOLO TRUMP HA CAPITO CHE I LOCKDOWN SONO ANTISCIENTIFICI E DISTRUGGONO INUTILMENTE MILIONI DI VITE: IN CALIFORNIA MUORE UNA PERSONA A SETTIMANA DI CORONAVIRUS (10MILA PER ALTRE CAUSE) EPPURE BLOCCANO TUTTO - MEDICI SCETTICI SULL'EFFICACIA DELLE MASCHERINE NON FFP2, SOPRATTUTTO ALL'APERTO - I MORTI SONO 80-90ENNI CON PATOLOGIE PREGRESSE, QUINDI BISOGNA TENERLI AL RIPARO DAL CONTAGIO, MENTRE GLI ALTRI DOVREBBERO CONTINUARE A VIVERE E LAVORARE - NEL 57-58 L'ASIATICA FECE IL TRIPLO DELLE VITTIME MA FU L'ANNO DEL BOOM ECONOMICO PERCHÉ...