COSA È SUCCESSO IN LOMBARDIA? – LO SPIEGA UNO STUDIO DELL’OSPEDALE NIGUARDA SULLE CATENE DI TRASMISSIONE DEL VIRUS! NE SONO STATE IDENTIFICATE DUE. LA A È PIÙ RAPIDA NELL’ESPANDERSI ED È QUELLA CHE SI È DIFFUSA A BERGAMO, ALZANO E NEMBRO. LA B INVECE HA CARATTERIZZATO L’EPIDEMIA A LODI E CREMONA – IL VIRUS CHE CIRCOLA OGGI IN ITALIA È IL…

-

Condividi questo articolo

 

 

coronavirus lombardia coronavirus lombardia

IL BOLLETTINO DI OGGI: L’EMILIA ROMAGNA SUPERA LA LOMBARDIA

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/occhio-bollettino-ndash-252-nuovi-positivi-emilia-romagna-242996.htm

 

 

CORONAVIRUS, LA "CATENA DI INFEZIONE A": CONTAGIO, PERCHÉ AL NORD È STATO UN INCUBO. LE PROSPETTIVE

Da www.liberoquotidiano.it

 

 

massimo galli massimo galli

Il ceppo cinese, quello serbo, quello tedesco. Non ci si capisce più nulla. Quanti sono i ceppi di Sars-CoV-2 circolanti? Uno quadro più chiaro prova a ricostruirlo il Corriere della Sera, "Crediamo che Sars-CoV-2 sia entrato in Italia intorno al 25-26 gennaio", spiega Massimo Galli, primario di malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano. 

alzano lombardo alzano lombardo

 

Cosa potrebbe essere successo in Lombardia? Una possibile risposta arriva da uno studio promosso dalla Fondazione Cariplo e realizzato da ricercatori dell'Ospedale Niguarda di Milano e del Policlinico San Matteo di Pavia.

CORONAVIRUS - BARE A BERGAMO CORONAVIRUS - BARE A BERGAMO

 

"Abbiamo analizzato le sequenze virali di 350 pazienti - dice Carlo Federico Perno, direttore dell'Unità di Microbiologia all'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma (già direttore della Medicina di laboratorio a Niguarda").

coronavirus lombardia coronavirus lombardia

 

"Lo studio ci ha permesso di identificare due catene di trasmissione virale: la A, più rapida nell'espandersi, si è diffusa nel nord della regione (Bergamo, Alzano, Nembro). La B ha caratterizzato l'epidemia del sud (Lodi e Cremona).

 

Le differenze che abbiamo identificato tra i ceppi sono minime: 7 mutazioni su un totale di circa 30mila basi di genoma virale. Questo offre delle speranze in merito alla possibilità di arrivare a un vaccino. I coronavirus, per le loro caratteristiche biologiche, variano poco. C'è però un problema: l'infezione porta alla produzione di anticorpi, ma non sempre genera un'immunità neutralizzante efficace".

 

coronavirus al microscopio 4 coronavirus al microscopio 4

Oggi che tipo di virus circola? Il virus presente nel nostro Paese è il famoso B1, arrivato da Shanghai attraverso la Germania, mentre a Padova è stato isolato in un paziente il lignaggio ( lineage ) B, più simile al progenitore di Wuhan. "L'80% delle infezioni è causata da superdiffusori asintomatici", sottolinea Galli, "mentre la maggior parte dei positivi attuali trasmette il virus poco e male. Purtroppo non abbiamo un test che possa stabilire quanto è contagioso un paziente".

esercito a bergamo per portare via le bare 3 esercito a bergamo per portare via le bare 3 coronavirus lombardia coronavirus lombardia

 

Condividi questo articolo

media e tv

SLURP! LILLI-BOTOX IN SOCCORSO DI CONTE: “È  GENTILE, EDUCATO E AFFABILE". POI LE SI ALLUNGA IL NASINO: "NON CHIEDE MAI LE DOMANDE PRIMA" (INFATTI LA DOMANDA SU DRAGHI, CON SGRADEVOLE BATTUTA A SEGUIRE, ERA STRA-PREPARATA) - DA PINOCCHIA A CROCEROSSINA: "LA TOSSE? AVEVA LE CORDE VOCALI IRRITATE, CERTO NON METTEREBBE A RISCHIO LA SALUTE DI ALTRI" - INFINE SI SCIOGLIE COME UN LECCA-LECCA: "L’HO TROVATO MOLTO DETERMINATO, UN PO’ STANCO, MA È NORMALE PER UN UOMO CHE HA MESSO AL CENTRO DELLA SUA VITA IL LAVORO” (SLURP. SLURP!)

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute