DOBBIAMO AVERE PAZIENZA – L’ESPERIENZA DI WUHAN CI INSEGNA CHE QUANDO SI CHIUDONO LE CITTÀ I CASI SI ARRESTANO SUBITO, MA LO SI SCOPRE SOLO DOPO 12 GIORNI. LA CRESCITA CHE VEDIAMO OGGI È FRUTTO DELLE SCIATE E DELLE FUGHE DEL WEEKEND SCORSO. TRA UNA SETTIMANA INIZIEREMO A VEDERE I RISULTATI – L’ARTICOLO CHE SPIEGA LA “CURVA NASCOSTA”

-

Condividi questo articolo

 

 

L’ARTICOLO COMPLETO SUL MEDIUM DI THOMAS PUEYO

 

QUI TRADOTTO IN ITALIANO

LA TIMELINE DELLA PANDEMIA - SCARTO TRA CASI REALI E CONTAGI - CINA VS ITALIA LA TIMELINE DELLA PANDEMIA - SCARTO TRA CASI REALI E CONTAGI - CINA VS ITALIA

 

LA CURVA NASCOSTA DEI CONTAGI REALI: PERCHÉ AGIRE ORA

Silvia Turin per il “Corriere della Sera”

 

Quanto tempo servirà per capire se le restrizioni funzionano? Uno studio che ha totalizzato più di 24 milioni di visualizzazioni ci può dare qualche spunto sull' andamento dell' epidemia qui in Italia.

 

L' analisi in questione è stata fatta da Tomas Pueyo, 33 anni , Mba all' Università di Stanford, vicepresidente di «Course Hero», una piattaforma di insegnamento online oggi valutata 1,1 miliardi di dollari e si intitola: «Perché agire ora». Analizza gli andamenti del Covid-19 in tutto il mondo, soffermandosi su errori e strategie da adottare e partendo dalla Cina, non solo perché è il Paese (finora) più colpito, ma perché più avanti cronologicamente di tutti gli altri e in qualche modo già fuori dall' emergenza, uno scenario che può fornire dati più completi.

 

triage all'ospedale civile di brescia triage all'ospedale civile di brescia

Il dettagliato grafico ( si veda sopra, ndr ) riporta l' andamento (nella provincia di Hubei, la più colpita) del numero di casi confermati per ogni giorno. Le barre blu sono casi reali di coronavirus. I Cdc cinesi (Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie) li hanno ricavati chiedendo ai pazienti in cura quando sono iniziati i sintomi. Le barre arancioni mostrano ciò che le autorità sapevano (i casi ufficialmente positivi), quelle grigie quello che stava realmente accadendo.

 

cina controlli per il coronavirus cina controlli per il coronavirus

Incrociando i numeri dei positivi con le misure intraprese dal governo cinese, si nota come tra il 23 e il 24 gennaio (chiusura di Wuhan e chiusura di 15 città dell' Hubei) i casi reali arrivino al picco, per poi iniziare a scendere due giorni dopo. Le colonnine arancioni, però, crescono ancora esponenzialmente per altri 12 giorni, ma nella realtà non era così.

La discrepanza temporale è data dal ritardo tra l' insorgenza dei sintomi (in media 5 giorni dopo il contagio) e l' arrivo dei risultati dei tamponi.

wuhan deserta wuhan deserta

 

La crescita rappresenta le persone che, avendo sintomi più forti, vanno dal medico. Ebbene, si vede come i casi reali non sono subito noti, si possono scoprire solo guardando all' indietro. L' altro dato importante è che, all' inizio di un' epidemia, i casi reali possono essere molti di più di quelli che si stimano: quando a Wuhan pensavano di avere 444 positivi, ne avevano 27 volte di più. Il contrario succede quando la curva dei contagi diminuisce: sono ancora tantissimi quelli ufficiali, ma nella realtà stanno calando.

soldati alla zona rossa turano lodigiano soldati alla zona rossa turano lodigiano

 

E veniamo all' Italia: anche l' ISS (Istituto Superiore di Sanità) emette un bollettino che contiene un grafico analogo ( si veda sopra, ndr ): in blu i casi reali con la data di inizio dei sintomi e in azzurro i casi diagnosticati aggiornati al 14 marzo. Il problema con la nostra situazione è che è ancora troppo presto per costruire curve precise. Lo stesso ISS specifica in una nota che « i dati raccolti sono in continua fase di consolidamento e, come prevedibile in una situazione emergenziale, alcune informazioni sono incomplete. Il calo che si osserva nelle curve epidemiche negli ultimi due giorni, pertanto, deve essere interpretato come un ritardo di notifica e non come descrittivo dell' andamento dell' epidemia ».

 

grafico logaritmico curva contagi coronavirus grafico logaritmico curva contagi coronavirus

Non solo. Ogni Paese adotta policy diverse che regolano l' esecuzione dei tamponi (che tra l' altro cambiano nel tempo): in Italia ora i test si fanno solo a persone con sintomi evidenti e seri e con sospetto di essere entrate in contatto con malati di Covid-19.

L' indagine sull' inizio dei sintomi, invece (colonne blu), parla di dati «raccolti dai laboratori di riferimento regionale»: non si capisce quanto rappresentino la popolazione che ha qualche sintomo leggero e che si confina in casa senza chiamare le autorità sanitarie.

 

milano bloccata emergenza coronavirus 5 milano bloccata emergenza coronavirus 5

Quel che possiamo dire, e che rassicura, a partire dalla Cina, è che quando si «chiudono» le città i casi si arrestano subito e diminuiscono, ma lo si «scopre» solo 12 giorni dopo. Teoricamente la crescita che vediamo oggi, quindi, è l' effetto dei comportamenti di una settimana fa e tra una settimana (circa) vedremo a cosa è servita la chiusura «totale».

Quello che sappiamo per certo è che in gran parte ora dipende da noi: come insegnano la Cina e Codogno, i risultati verranno.

quarantena nelle scuole in cina quarantena nelle scuole in cina un dottore visita una paziente a wuhan un dottore visita una paziente a wuhan coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 4 coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 4 CORONAVIRUS A MILANO CORONAVIRUS A MILANO emergenza coronavirus controlli allo stadio luigi ferraris emergenza coronavirus controlli allo stadio luigi ferraris il virus cinese simile alla sars 1 il virus cinese simile alla sars 1 coronavirus cina coronavirus cina IL MERCATO DI WHUAN DA CUI PARTE IL CORONAVIRUS CINESE IL MERCATO DI WHUAN DA CUI PARTE IL CORONAVIRUS CINESE la spesa in tempi di coronavirus 1 la spesa in tempi di coronavirus 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute