“ESSERE CONTAGIATI NON SIGNIFICA ESSERE MALATI” – ZANGRILLO NON MOLLA E CONTINUA LA SUA CROCIATA CONTRO I CATASTROFISTI DEL VIRUS: “NON DOBBIAMO CREARE CONFUSIONE, IL CONTAGIATO NEL 99% DEI CASI NON MANIFESTA UNA SINTOMATOLOGIA CLINICA” – “SERVE VACCINAZIONE DI MASSA CONTRO L’INFLUENZA. CI SONO APPUNTAMENTI CHE POTREBBERO CREARE DISAGIO E PREOCCUPAZIONE, COME LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE, MA…”

-

Condividi questo articolo

 

Da www.adnkronos.com

 

alberto zangrillo 3 alberto zangrillo 3

Le notizie relative ai contagi degli ultimi giorni sono “la conferma di quello che ho detto il 28 aprile, quando appena usciti dalla fase più drammatica dell’epidemia dissi che dovevamo imparare a convivere col virus. Essere contagiati non significa essere malati”. Sono le parole del professor Alberto Zangrillo, prorettore dell’Università San Raffaele, a In Onda su La7.

 

coronavirus Italia coronavirus Italia

 

“Fa bene il governo ad adottare con le regioni tutte le norme per cercare di identificare precocemente i contagiati. Non dobbiamo però confondere il contagiato con il malato. Il contagiato ha un’evidenza sierologica per cui è venuto a contatto con un virus e nel 99% dei casi non manifesta una sintomatologia clinica. Ci sono appuntamenti che potrebbero creare disagio e preoccupazione, come la riapertura delle scuole, ma non dobbiamo creare confusione: essere contagiati non significa essere malati, non ha alcun significato dal punto di vista clinico-sanitario”, aggiunge.

ITALIA Coronavirus ITALIA Coronavirus alberto zangrillo 1 alberto zangrillo 1 Italia coronavirus Italia coronavirus silvio berlusconi alberto zangrillo silvio berlusconi alberto zangrillo coronavirus Italia coronavirus Italia alberto zangrillo alberto zangrillo alberto zangrillo 4 alberto zangrillo 4 silvio berlusconi alberto zangrillo silvio berlusconi alberto zangrillo alberto zangrillo 2 alberto zangrillo 2 paolo bonaiuti alberto zangrillo paolo bonaiuti alberto zangrillo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

LA ROMA TREMA, LO STADIO ORA E’ UN MIRAGGIO – IL PD SI SFILA, IL PROGETTO DEL NUOVO IMPIANTO A TOR DI VALLE SEMPRE PIU’ IN BILICO, LA RAGGI: “I DEM NON VOGLIONO LO STADIO. VIA LIBERA ENTRO NATALE” - IL CLUB GIALLOROSSO SI ASPETTAVA IN QUESTO MESE IL VIA ALL’ITER CHE DOVREBBE PORTARE ALL’APPROVAZIONE DELLA VARIANTE E DELLA CONVENZIONE URBANISTICA – LA SINDACA E’ ALLE PRESE CON UN MOVIMENTO SPACCATO E CON UN PD CHE PARTE DA UNA “POSIZIONE DI FORTE CONTRARIETA’”

cafonal

viaggi

salute