OGNI TANTO UNA BUONA NOTIZIA: UNO STUDIO RILEVA CHE I BAMBINI SONO MENO CONTAGIANTI, E CHE SE IL PICCOLO È INFETTO IL VIRUS GLI È STATO TRASMESSO DA UN ADULTO E NON IL CONTRARIO – SECONDO IL RAPPORTO DI SANTÉ PUBLIQUE FRANCE I CASI PEDIATRICI RAPPRESENTANO DALL'1% AL 5% DI TUTTI I COVID-19 NEL MONDO. MOLTI ERANO ASINTOMATICI E ALTRI PRESENTAVANO SINTOMI LIEVI – INCOGNITA SULLA SINDROME DI KAWASAKI…

-

Condividi questo articolo

Da “Le Monde”

 

coronavirus bambini 10 coronavirus bambini 10

Alla domanda su quale sia il ruolo dei bambini e degli adolescenti nell'epidemia di Covid-19 – scrive Le Monde - uno studio condotto dall'Associazione francese di pediatria ambulatoriale, messo online giovedì 4 giugno sul sito web di MedRxiv, in pre pubblicazione, ha appena fornito una risposta.

 

coronavirus bambini 11 coronavirus bambini 11

"I bambini sembrano essere meno infetti e meno contagianti", dice il professor Robert Cohen, specialista in malattie infettive pediatriche presso l'Ospedale Intercomunale di Créteil, che ha coordinato la ricerca. Mentre ci sono ancora molte incognite e incertezze sulla SARS-CoV-2, il virus responsabile della Covid-19, "questa malattia colpisce soprattutto gli adulti, con le forme più gravi e i decessi che si verificano quasi esclusivamente in soggetti anziani o con co-morbilità", continua il professor Cohen.

 

coronavirus bambini 12 coronavirus bambini 12

In totale, i casi pediatrici rappresentano una piccola percentuale (dall'1% al 5%) di tutti i casi di Covid-19 nel mondo, secondo un recente rapporto di Santé publique France (SpF). In Ile-de-France, regione fortemente colpita dall'epidemia, sono stati testati complessivamente 605 giovani pazienti di età inferiore ai 15 anni, seguiti da un pediatra locale - ventisette hanno partecipato allo studio - dal 14 aprile al 12 maggio. Tra questi, 322 (53,2%) erano asintomatici e 283 (46,8%) presentavano sintomi lievi (febbre, tosse, faringite, rinite, diarrea, diarrea, perdita del gusto...).

 

coronavirus bambini 9 coronavirus bambini 9

Dei bambini asintomatici, 118 (37%) hanno avuto una storia di sintomi nelle settimane precedenti. Lezioni apprese da questo lavoro: pochissimi bambini (11 o 1,8%) hanno avuto un test PCR positivo, mentre la sierologia positiva, che rileva la presenza di anticorpi, è risultata più elevata in 65 giovani pazienti (10,7%). Per i bambini con test PCR positivi, il contatto con una persona infetta da CoV-2-SARS "è stato l'unico fattore di rischio significativo per l'infezione", hanno detto i ricercatori, e dei 65 bambini con sierologia positiva, l'87,3% aveva confermato o sospettato il contatto, di solito un membro adulto della famiglia.

 

coronavirus bambini 8 coronavirus bambini 8

"I bambini sembrano quindi essere meno frequentemente infettati da CoV-2-SARS e potenzialmente meno contagiosi degli adulti", conferma questo studio, contrariamente a quanto detto all'inizio dell'epidemia, per analogia con altri virus come l'influenza. Inoltre, "non abbiamo trovato alcuna differenza significativa nella sierologia positiva e nei test PCR tra bambini asintomatici e leggermente sintomatici". "Avevamo già trovato in uno studio precedente che i test PCR nei bambini erano da tre a cinque volte più frequentemente negativi che negli adulti", dice Cohen.

coronavirus bambini 5 coronavirus bambini 5

 

Alla luce di questi risultati, sono proprio gli adulti a trasmettere il virus a loro e non il contrario.  Tuttavia, la trasmissione nell'ambiente scolastico sembra essere più forte tra gli adolescenti che in famiglia, come dimostra uno studio sul rilevamento degli anticorpi contro la SARS-CoV-2, condotto da un'équipe guidata da Arnaud Fontanet (Istituto Pasteur) a Crépy-en-Valois (Oise), uno dei primi focolai epidemici in Francia. Il 38% degli studenti delle scuole superiori aveva anticorpi, poco meno dei loro insegnanti (43%) e molto più della loro cerchia familiare (10% dei genitori e 11% dei fratelli).

 

coronavirus bambini 6 coronavirus bambini 6

SpF, da parte sua, ha dichiarato in una sintesi pubblicata il 20 maggio che "l'importanza del ruolo dei bambini nella trasmissione del virus rimane scarsamente compresa". Gli stessi autori dell'indagine sui giovani residenti dell'Ile-de-France hanno evidenziato alcuni limiti, in particolare la sopravvalutazione del contagio intrafamiliare - era il periodo di confinamento e di chiusura delle scuole - e la sovrarappresentazione della popolazione infetta - sembravano più propensi a partecipare.

 

coronavirus bambini 7 coronavirus bambini 7

Per andare oltre, questo studio sarà ripetuto dopo la riapertura di scuole e asili nella regione di Parigi. Un'incognita rimane su casi di bambini e adolescenti che sono o sono stati ricoverati in ospedale per forme atipiche della sindrome di Kawasaki (malattia infiammatoria di tipo vascolare). Quasi 200 casi sono sotto esamea. Il legame con Covid-19 è stato stabilito, ma questi casi rimangono rari.

coronavirus bambini 2 coronavirus bambini 2 coronavirus bambini 3 coronavirus bambini 3 coronavirus bambini 1 coronavirus bambini 1 coronavirus bambini 4 coronavirus bambini 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

BRAGANTINI REPLICA, DAGO RISPONDE – ‘’OBIETTO AL FATTO DI ESSER DIPINTO COME UOMO LEGATO AD UBI. HO DOVUTO PERFINO FAR CAUSA AD UBI. SEMMAI HO DEI LEGAMI PROFESSIONALI CON INTESA" – DAGO: ''A GIUDICARE DAL SUO ARTICOLO NON SI DIREBBE CHE LEI SI SIA LASCIATO IN MALO MODO CON UBI, ANZI SEMBRA CHE NE SUBISCA ANCORA IL RICHIAMO. EVIDENTEMENTE, NON HA MESSO UN SOLO MOTIVO FAVOREVOLE ALL’OPS DI INTESA SU UBI PROPRIO PERCHÉ HA DEI LEGAMI PROFESSIONALI ATTUALI, TRAMITE UNA SOCIETÀ DA LEI PRESIEDUTA, CON INTESA. ALTRIMENTI, QUALCHE MOTIVO FAVOREVOLE NON AVREBBE CERTO FATICATO A TROVARLO"

cronache

sport

SPROFONDO GIALLOROSSO – DURISSIMO J’ACCUSE DI GIANCARLO DOTTO: "DOPO ROMA-UDINESE SIAMO OLTRE LA VERGOGNA. QUESTA SQUADRA, QUESTA SOCIETÀ SONO ORMAI PEGGIO DI UN FILM HORROR. SOLO OGGI CI RENDIAMO CONTO DEI MIRACOLI CHE FECE SABATINI. DA QUANDO LO HA SCARICATO, LA ROMA È UNA LUPA ZOPPA. PALLOTTA E BALDINI SEMPRE PIÙ AVVINTI DI QUA E LA ROMA CON I SUOI TIFOSI SEMPRE PIÙ SMARRITI DI LÀ: DUE MONDI ORMAI INCONCILIABILI PROTESI SOLO A LIBERARSI L’UNO DELL’ALTRO. CHE FACCIANO IN FRETTA. L’AGONIA NON PUÒ DURARE PIÙ A LUNGO"

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute