SUL VINO NON DATE RETTA A ANTONELLA VIOLA, MA A UN VERO ESPERTO, GIORGIO CALABRESE! – IL MEDICO-NUTRIZIONISTA CLINICO SMONTA L’IMMUNOLOGA IN SBORNIA DI VISIBILITÀ, CHE SOSTIENE CHE “CHI BEVE HA IL CERVELLO PIÙ PICCOLO”: “IL VINO CONSUMATO CON MODERAZIONE E INTELLIGENZA HA EFFETTI BENEFICI, SOPRATTUTTO SE ASSOCIATO AI PASTI” – MICHELE ARNESE PESCA UNA FOTO DELLA VIOLA CON UN BICCHIERE IN MANO: “SI BRINDA, OVVIAMENTE, CON SUCCO DI POMODORO. DI DATTERINI GIALLI, PENSO…"

-

Condividi questo articolo


GIORGIO CALABRESE GIORGIO CALABRESE

Estratto dell’articolo di Giorgio Calabrese per “la Stampa”

 

Cara Professoressa Viola, le scrivo da medico-nutrizionista clinico a proposito dell'articolo in cui attesta indiscutibilmente che il vino accorcia la vita.

 

La sua affermazione trae spunto […] da una ristretta quantità di «papers in review», quasi un diktat. Ma a tale ristretta mole di papers si oppongono ben 236.068 pubblicazioni scientifiche che sottolineano la bontà di questo «alimento liquido», come amo definirlo.

 

ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA

[…] Il vino consumato con moderazione e intelligenza - e lo dimostrano le evidenze scientifiche - ha effetti benefici, soprattutto se associato ai pasti, specie se in stile mediterraneo. Anche i singoli composti presenti nel vino (polifenoli, minerali e vitamine) sono stati oggetto di studi e lavori scientifici, pubblicati negli ultimi 30 anni, e questi dimostrano il ruolo funzionale e positivo sull'organismo.

 

[...] La richiesta fatta alla Commissione stessa da parte dell'Irlanda di apporre l'etichetta «Nuoce fortemente alla salute» [...] risulta, quindi, abnorme. Non prevede distinzione se a basso, medio o elevato tenore alcolico.

 

vino vino

Questa richiesta avrebbe lo scopo di allertare i consumatori sugli eventuali rischi associati all'alcol e nasce da una civilissima nazione, che, però, di base ha un elevato consumo di superalcolici e che per dissetarsi, invece dell'acqua, beve birra. Non è così per l'Italia e il Sud Europa. 

 

[…] In Italia, secondo i dati Istat, si beve all'incirca un bicchiere di vino al giorno e siamo passati negli ultimi 30 anni dai 3-4 bicchieri a questo consumo minimo con un contestuale aumento della qualità del vino medesimo. Una moderata quantità appaga il palato, aiuta la digestione e anche la salute cardio-circolatoria.

 

Il vino contiene l'85-87% di acqua e il 12-15% di materia alcolica, associata a vitamine, minerali e antiossidanti. Chi scrive, più di 40 anni fa, ha definito il vino «un alimento liquido» al pari del latte e dell'olio e, come lei ben sa, anche questi due alimenti liquidi sono, a loro volta, sotto attacco mediatico e non mi stupirei, alla lettura del suo pensiero, che lei faccia parte di coloro che affermano che il buon latte provochi l'insorgenza del cancro.

ANTONELLA VIOLA CON IL BICCHIERE IN MANO ANTONELLA VIOLA CON IL BICCHIERE IN MANO

 

Io penso che sia necessaria soprattutto un'azione di educazione alimentare e non solo fra i giovani, che sono i maggiori consumatori di birra, energy drink e shortini.

 

Esiste in Parlamento un progetto di legge, che mi vede firmatario, inteso a educare i consumatori al moderato introito di alimenti, solidi e liquidi, spiegando che l'introduzione del minimo bicchiere di vino al dì deve avvenire dai 18 anni in su, quando il fegato è in grado di metabolizzare anche la minima quota di alcol, sempre durante i pasti e mai a digiuno, e men che meno come dissetante.

 

I dati qui riportati e le vicende storicamente accertate vogliono essere al contempo un invito a rivedere le posizioni rigide, come quelle da lei esposte, quasi da persona astemia, che risultano parziali, ma anche di confrontare le diverse posizioni. Occorre, invece, una visione più ampia e scientificamente condivisa. Auguro a tutti e anche a lei di seguire il mio motto, coniato decenni fa: «Si beve l'acqua e si gusta il vino». Prosit!

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA GIORGIO CALABRESE GIORGIO CALABRESE GIORGIO CALABRESE GIORGIO CALABRESE matrimonio azienda vinicola 2 matrimonio azienda vinicola 2 spumante al matrimonio spumante al matrimonio GIORGIO CALABRESE GIORGIO CALABRESE

ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA ANTONELLA VIOLA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UN “MONTE” DI GUAI – LA PROCURA GENERALE DI MILANO HA CHIESTO LA CONFERMA DELLE CONDANNE PER ALESSANDRO PROFUMO (EX PRESIDENTE DI MPS) E FABRIZIO VIOLA (EX AD DELLA BANCA), E DI ANNULLARE QUELLA DI PAOLO SALVADORI – IN CONTEMPORANEA È ARRIVATA L’ISTANZA DI DANNI DA SEI SOCIETÀ DEL GRUPPO CALTAGIRONE PER 741 MILIONI DI EURO – AGLI EX VERTICI DI MONTE DEI PASCHI VIENE CONTESTATA L'ERRATA CONTABILIZZAZIONE DEI DERIVATI ALEXANDRIA E SANTORINI - IL PRECEDENTE DI MUSSARI E VIGNI ASSOLTI...

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO IN FIORE – ALL’ORMAI MITOLOGICO “GALA DELLE MARGHERITE”, NEI SALONI DELL’HOTEL EXCELSIOR DI VIA VENETO, SI AMMIRANO TRUCCHI, O MEGLIO STUCCHI ALLA MOIRA ORFEI, BOTOX A GOGÒ, BOCCHE A CANOTTO E PERSINO QUALCHE “TRAPIANTO FACCIALE”. E POI ACCONCIATURE PULLULANTI DI MARGHERITE, PIUME E CRISTALLI CHE NEMMENO LE DRAG QUEEN PIÙ SGAMATE – RISPONDONO ALL'APPELLO DELLA CONTESSA BIANCA MARIA CARINGI LUCIBELLI PRINCIPI, MARCHESI, DAME, DAMINE, DAMAZZE E CARAMPANE DOC DELLA ROMANELLA GODONA E MONDANA… – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute