SULLE BOLLETTE CONVIENE FARE GLI STRUZZI – DAL 1 LUGLIO CHI NON AVRÀ ANCORA SCELTO UN FORNITORE DI ENERGIA SUL MERCATO LIBERO PASSERÀ AUTOMATICAMENTE AL MERCATO A TUTELE GRADUALI, E RISPARMIERÀ IL 60% - GLI ESPERTI: “DOPO TUTTA LA SPINTA PER IL PASSAGGIO AL MERCATO LIBERO, CHI HA RESISTITO SUL TUTELATO PAGHERÀ MOLTO MENO…”. MA LA PACCCHIA DEL SERVIZIO A TUTELE GRADUALI DOVREBBE DURARE 36 MESI…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Sandra Riccio per www.lastampa.it

 

BOLLETTE LUCE BOLLETTE LUCE

Dopo la fine del mercato tutelato del gas si avvicina il passaggio obbligato al mercato libero anche per la luce.

 

[...] entro domani sarà noto l’esito definitivo dei vincitori dei 26 lotti in cui è stato suddiviso il Paese per accaparrarsi i 4,5 milioni (per ora) di clienti che si trovano sul libero tutelato dell’energia elettrica e che dal prossimo 1° luglio, data della fine del regime di maggior tutela per la luce, non avranno ancora scelto un fornitore sul mercato libero.

 

L’incertezza è alta. Dai primi calcoli, chi resterà sul mercato tutelato senza fare niente potrà risparmiare parecchi soldi sulla bolletta. Il risparmio c’è anche rispetto al mercato tutelato, quindi nel confronto tutelato con tutelato.

 

rincaro energia e aumento delle bollette 3 rincaro energia e aumento delle bollette 3

Secondo le previsioni di Consumerismo No Profit e Assium, [...] per effetto delle aste di domani una famiglia media con consumi fino a 2.750 kWh all’anno, se deciderà di rimanere nel servizio a tutele graduali, si ritroverà a pagare il primo anno una bolletta attorno ai 550 euro, l’equivalente di spesa del 2020, ossia il 25,4% in meno rispetto alla spesa media del 2024 alle attuali tariffe del mercato tutelato, con un risparmio stimato in 187 euro annui.

 

Molto più consistente è il risparmio rispetto alle tariffe sul mercato libero. Gli utenti non vulnerabili che alla data dell’1° luglio 2024 si troveranno ancora nel mercato di tutela della luce e non sceglieranno un operatore del mercato libero avranno [...] vantaggi medi fino al 20% rispetto alle tariffe che saranno praticate ai clienti vulnerabili, e addirittura fino al 60% rispetto ai prezzi medi praticati oggi sul libero mercato.

CARO BOLLETTE CARO BOLLETTE

 

Cosa sta succedendo? «Per partecipare alle aste, gli operatori hanno dovuto applicare dei ribassi, per esempio sulla componente di commercializzazione che in media su ogni contratto incide per 80-90 euro l’anno – spiega Luigi Gabriele, presidente di Consumerismo -. Alcuni operatori hanno addirittura portato il costo di questa componente sotto zero. In alcuni casi offrono agli utenti un ulteriore sconto di 100 euro che verrà conguagliato a fine anno in bolletta».

 

bollette elettricita e gas bollette elettricita e gas

Il risultato è paradossale. «Dopo tutta la spinta per il passaggio al mercato libero, chi ha resistito sul tutelato pagherà molto meno», sottolinea Luigi Gabriele che ricorda che è possibile tornare sul mercato tutelato della luce entro il 30 giugno di quest’anno.

 

Secondo gli analisti di Assium, sul fronte delle bollette dell’elettricità, nei 36 mesi di esistenza del servizio a tutele graduali che seguirà la fine del mercato tutelato della luce, dovrebbero registrarsi tariffe più convenienti rispetto agli attuali prezzi di mercato, ma occorrerà attendere l’esito ufficiale delle aste di domani per capire se le previsioni di ribassi legati alla concorrenza tra operatori troveranno conferma.

 

BOLLETTE LUCE BOLLETTE LUCE

bollette in vetrina 4 bollette in vetrina 4

[...]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…